Utente 503XXX
Salve, circa 10 giorni fa ho avvertito un dolore sull’osso sacro, per non tirarla alle lunghe il medico mi ha diagnosticato una fistola sacro coccigea e mi ha prescritto 6 iniezioni di Rocefin. Dopo 4 iniezioni si era gonfiato tantissimo e avevo la febbre alta..risultato? Pronto soccorso e svuotamento per far uscire il pus. In ospedale mi dicono di interrompere le rocefin e di fare 3 giorni di augumentin mattina e sera. Stamattina ho fatto la sesta medicazione e nonostante il dolore sia quasi scomparso e la ferita quasi guarita l’infermiere mi ha detto che c’è ancora presenza di pus e che secondo lui l’infezione è ancora attiva. Mi ha fatto un tampone e lunedì avró il risultato. Volevo un vostro parere. Secondo voi è normale che dopo una settimana ci sia ancora presenza di pus nonostante lo svuotamente e le medicazioni? Grazie in anticipo per la vostra disponibilità.

[#1]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
l’evoluzione e la guarigione di un ascesso possono effettivamente richiedere tempi prolungati.
Consideri in ogni caso che, esaurita la fase suppurativa, si dovrà sottoporre a intervento per la definitiva asportazione della cisti fistolizzata.
Lucio Piscitelli
http://luciopiscitelli.beepworld.it/