Utente 957XXX
Gentili dottori,soffro da parecchi anni di tosse persistente,periodicamente produttiva.Due anni fa ho avuto a luglio una broncopolmonite,noto con il passare degli anni peggioramento della situazione.A dicembre 2008 ho avuto 2 mesi di tosse molto forte con fitte all'addome sinistro.Su consiglio del medico di famiglia ho fatto una lastra ai polmoni che ha evidenziato delle sottili strie distelettasiche alla base sinistra e al terzo medio del campo polmonare di destra..sempre su consiglio del medico ho fatto una visita dal pneumologo che mi ha fatto fare un esame dell'escreato,risultato normale,il test della metacolina per l'asma,risultato negativo,e la tac al massiccio facciale e al torace..di seguito riporto l'esito delle tac:tc massiccio facciale..l'esame è stato eseguito con scansioni a strato sottile nel piano assiale e successive ricostruzioni elettroniche coronali..i seni paranasali sono regolarmente areati,in assenza di segni di sinusopatia acuta.Si rileva modesta deviazione a S italica del setto nasale,con piccolo sperone osseo a livello della porzione sinistro-convesssa.Ipoplasico il seno frontale di desta.Le mastoidi sono normalmente pneumatizzate.
Tc torace:l'esame è stato eseguito in condizioni basali,con tecnica spirale e protocollo hr per lo studio del parenchima polmonare.. Lo studio documenta la presenza di bronchiolectasie di modesta entità localizzate in corrispondenza del mantello periferico del segmento posteriore del lobo superiore dx e nel segmento mediale del medio;si associano a tale livello minimi segni di "albero in fiore" compatibile con ristagno di secreti endo-alveolare. In prossimità della porzione inferiore del medio ed in sede lingulare inferiore si associano inoltre segni atelettasici.Sono pervie le principali vie aeree e libere da versamento le cavità pleuriche. In sede apicale si apprezzano piccole cicatrici in esiti. In sede mediastinica,compatibilmente all'assenza di mdc ev,si rileva formazione linfodonale del maggior asse di 14 mm in sede paratracheale inferiore. Linfonodi delle dimensioni assiali di 1,5 cm,con ilo regolarmente rappresentato,si segnalano inoltre in sede ascellare bilateralmente.
Il medico di famiglia mi ha tranquillizzato ma mi ha rimandato dal pneumologo dicendomi che ci saranno però da fare ulteriori esami di accertamento..adesso sono in attesa della visita del pneumologo ma essendo ansiosa vorrei chiedere se cortesemente potete spiegarmi l'esito della tac,la formazione linfonodale mi fa un pò paura e non solo quella.
grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

stia tranquilla e l'atteggiamento del suo curante mi sembra corretto. La visita pneumologica la tranquillizzerà ulteriormente

I linfonodi anche per cause infiammatorie reagiscono ingrossandosi

https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=40590

Cordiali saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 957XXX

La ringrazio della gentile risposta,domani ho la visita pneumologica e poi spero di avere finalmente una cura mirata per la tosse che mi prende ogni tanto,non trattabile nè con antibiotici nè con cortisone..quella formazione linfodonale mi preoccupava assai..grazie ancora
Cordiali saluti