Utente 319XXX
gentili dottori, vorrei esporvi un problema che da giorni mi crea non poca ansia.
sono un uomo di 39 anni, fumatore (ma sto cercando di smettere)
da 4 mesi ho intrapreso una dieta che mi ha fatto perdere 10/11 kg. (180cm x 81 kg di peso ora)
circa due settimane fa ho passato 3/4 giorni con un fortissimo raffreddore o faringite che mi provocava, durante la deglutizione, un forte dolore localizzato nella rinofaringe fino dietro gli occhi. naso chiusissimo di notte e, cosa mai successami, un catarro densissimo (avvertito anche nelle orecchie) che riuscivo ad espellere "tirando su dal naso" e ritrovandomelo in gola. un pomeriggio dopo aver fatto lo stesso procedimento mi accorsi che nel catarro era presente un grumo consistente di sangue. la paura che arrivasse dai polmoni (sono ipocondriaco) mi ha portato a tossire forzatamente per espellere il muco dei polmoni per vedere se c erano tracce di sangue, niente.
poi la stessa sera, ho di nuovo tirato su col naso e ancora ho espulso catarro con tracce (molto minori) di sangue.
ora quel raffreddore o faringite mi è quasi del tutto sparito.
la mattina provo sempre a espellere muco dai polmoni e da 3/4 giorni espello un catarro molto denso (gelatinoso) maleodorante, color ocra, o giallo scuro. non ho tosse ne problemi respiratori. solo tanta ansia.
da 3 settimane sono tornato a praticare palestra dopo anni di stop e da circa 5 giorni avverto un fastidioso mal di schiena localizzato tra la scapola sinistra e la spina dorsale quando inspiro profondamente.
è un dolore ben localizzato in una superficie 5 cm circa. oltre ai respiri profondi solo alcuni specifici movimenti me lo provocano.
non riesco a capire se è un dolore profondo o muscolare. sono nel panico piu totale, avendo letto che il mal di schiena è un sintomo del tumore al polmone. SPERO sia soltanto una contrattura dovuta alla palestra.
nello stesso punto, su quella che spero sia una semplice contrattura, se qualcuno mi preme sul muscolo con un dito avverto quasi lo stesso dolore.
ma la preoccupazione rimane.
ho letto una miriade di pagine che parlano di questo "sintomo" e piu leggo piu mi viene l ansia.
spero di essere stato il piu esaustivo possibile nello spiegare il percorso dell ultimo mese che mi ha portato a essere in questo stato ti panico.
cosciente del fatto che tramite internet fare una valutazione è quantomeno arduo, ma cerco delle rassicurazioni.
potete aiutarmi?
vi ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Dr. Giuseppe Salaris

20% attività
16% attualità
0% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2018
Buongiorno. Parto dalla fine della sua richiesta: difficoltà di consulti online e rassicurazioni.. Per il primo punto, io consiglio sempre di seguire la via più classica, il consulto con il proprio medico di Medicina Generale che non deve mai essere scavalcato. Per le rassicurazioni, posso solo dire che, da tutto quello che ha detto, il motivo del sangue (verosimile sinusite) e del dolore (contrattura muscolare alla ripresa della attività sportiva) sembrano evidenti, ma la rimando ugualmente al punto uno... Spero di esserle stato di aiuto...
Dr. Giuseppe Salaris

[#2] dopo  
Utente 319XXX

la ringrazio per la risposta.
mi scusi dottore ma non ho capito cosa intende con "sembrano evidenti". sembra evidente cosa? che possano essere attribuibili alle cause che ho ipotizzato io?

aggiungo che da pochi giorni credo 2 o 3 avverto un leggerissimo fastidio che io avverto nel polmone sinistro che mi induce a tossire per farlo cessare. è come una specie di leggerissimo prurito interno che non riesco a capire se è psicosomatico o no, che non mi crea una tossa involontaria ma piu che altro "forzata" per attenuarlo. (spero di essermi spiegato bene)
come accennato nel precedente messaggio da 3 giorni ho iniziato a fumare la sigaretta elettronica e spero che questa sensazione di prurito sia attribuibile a quello.

mi deve perdonare se mi ripeto, ma il dolore alla schiena quando respiro profondamente non è ancora passato. sempre localizzato nello stesso punto e mi crea dolore SOLTANTO con le respirazioni profonde. oppure quando faccio determinati movimenti molto innaturali (tipo inarcare molto le scapole all indietro e cercando di "stendere o tirare" quello che per me è il muscolo coinvolto nel dolore).
per assurdo mi sono accordo che se faccio respiri profondi quando sono in posizione eretta e con la schiena tenuta drittissima (spingendo lo sterno in fuori per intenderci) il dolore alla schiena lo avverto molto molto meno.
se tossisco o starnutisco non avverto nessun dolore.

mi deve perdonare per l insistenza ma continuo a leggere miriadi di pagine mediche che mi riconducono continuamente a patologie tipo tumore al polmone e tutto questo mi crea un'ansia davvero esasperante.
tutto questo sta anche "rovinando" la mia dieta perche mi crea il timore di essere dimagrito non tanto per la dieta ma per qualche patologia esistente. insomma mi sta facendo uscire di testa. perdoni il gergo.

-può una contrattura (trigger point o dolore intercostale, non so) durare 1 settimana o piu??

-puo essere una contrattura considerando quanto le ho detto sopra??

la ringrazio anticipatamente.