Utente 471XXX
Buongiorno dottore,
è da un mese ormai che soffro di una tosse fastidiosa. Sento come se avessi un poco di catarro in gola ma non riesco a eliminarlo.
Contemporaneamente, mi sento la gola chiusa ed è come se mi mancasse il respiro.
Spesso devo fare dei respiri profondi perchè mi manca l'aria, soprattutto dopo qualche minuto che parlo (non sempre, ma quasi)

Devo dire che sono costantemente soggetto all'aria condizionata durante tutto il giorno (Metro, autobus della ditta, ufficio) giusto da un mesetto e inoltre sono già mesi che mi trovo in uno stato di ansia abbastanza forte per problemi sul lavoro (mobbing).
Immagino che questo basterebbe per trovare una giustificazione ai miei sintomi, ma visto che sono un ex fumatore non sto del tutto tranquillo.

Ho 30 anni e ho fumato per 9. Ormai è quasi un anno che ho smesso di fumare e il mio medico mi ha detto potrebbe essere che i miei sintomi potrebbero essere dovuti al fatto che sto ancora ripulendomi i polmoni. Ritiene che si tratti di una spiegazione plausibile?
Per favore, potrebbe consigliarmi che esami fare per togliermi ogni dubbio?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino

40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la corretta interpretazione della funzionalità respiratoria si avvale dell'esame obiettivo del torace e di seguito per ulteriori dubbi di Rx torace, spirometria, emogasanalisi. Si rivolga ad uno pneumologo per le giuste direttive, visto che è molto probabile che i suoi problemi siano invece solo di natura ansiogena.
Saluti
Dr. Vincenzo MARTINO

[#2] dopo  
Utente 471XXX

Grazie della veloce risposta dottore.
Il mio medico mi ha visitato e ha detto che i polmoni sembrano a posto perchè non sente nulla di strano. Mi ha prescritto Acetilcisteina bexal per 10 giorni e mi ha detto che se terminata la cura non mi passa, mi fará fare delle lastre.
Quella dell'ansia mi pare una ipotesi molto probabile ma non capisco il perchè della continua tosse che, tra l'altro, stá aumentando di intensitá.
grazie di nuovo