Utente 121XXX
Salve.
Mio padre di 77 anni, grande fumatore (trinciato) ha avuto un episodio simile ad un influenza con lieve febbre a 38 gradi curata con antibiotico dal medico curante (che ha rilevato anche una scarsa ossigenzaione)e perdita di peso e generale dimagrimento.. Dopo 5 giorni di antibiotici per sospetta bronchite la febbre è sparita..
Il dottore ha prescritto comunque rx torace e esami del sangue dove è risultato un addensamento al polmone sx con nnecessità di ulteriori accertamenti. Dagli esami del sangue non risulta niente di particolare se non qualche valore sballato tipo globuli bianchi alti e cose simili che secondo il medico indicano una infezione (potrebbe essere anche una polmonite secondo lui).
E' stata quindi prescritta una tac, dove risulta:
Area di addensamento parmediastinica a sn estesa lla regione apicale ed in sede ilare di verosimile natura neoproduttiva. nel suo contesto è apprezzabile un area di escavazione. In sede apicale concomitano strie fibrotiche, l'ambito polmonare dx è libero. In ambito mediastinico no evidenti linfonodi. ingrandimento surrenalico a dx, ipodensità epatica di incerta natura.

Dopo la cura con antibiotico mio padre sta meglio, ha ripreso a mangiare normalmente e a fare i suoi lavoretti in campagna..

Mi madre è ansiosa, lui sa del referto ed è un po abattuto ma il suo aspetto è migliorato.

Cosa dite di questo quadro ? Ora è prevista una biopsia mediante ago guidato e tac ma aspettiamo ancora una conferma per la data. E' una cosa pericolosa, è indispensabile?
E' possibile diagnosticare un tumore con la tac senza la biopsia oppure possono esservi errori?
Se è un tumore è già troppo avanzato?
Entro quanto bisogna agire, perdere una settimana è già troppo?
Potrebbe essere altro ?
Val la pena di intevenire o si causano solo inultili sofferenze?

Vi ringrazio per l'aiuto.
Codiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Orazio Antonio Filieri

24% attività
0% attualità
0% socialità
GALLIPOLI (LE)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2005
Buona sera.
Sarebbe utile ed opportuno eseguire una videofibrobroncoscopia, una TAC/PET total body, dopo queste indagini penserei ad eventuale biopsia (che non è un vero esame invasivo). Una settimana è un tempo ragiovevole per aspettare indagini per staging e grading.
A disposizione per ulteriori approfondimenti.
Cordialità.
Dott. FILIERI Orazio Antonio
PNEUMOLOGO- Pneumologia Ospedale Gallipoli (LE)

[#2] dopo  
Utente 121XXX

Grazie dott Filieri.

Come si fa a prenotare questi esami, tutte le strutture ospedaliere possono esegurli o è necessario rivolgersi presso una area ospedaliera specializzata?
E' necessario richiedere gli esami mediante il medico di famiglia o si possono fare in altri modi ?

CHiedo ancora scusa per il disturbo!