Rovino tutto, da sempre e non so perché

Ho 18 anni e ho già fatto troppe cazzate senza mai riuscire a smettere di farle, credo cHe sarà una nota bella lunga, partiamo che da quando sono bambino non ho mai capito chi sono ne tantomeno se ho mai contato qualcosa, sono sempre stato molto turbolento fuori casa e invidioso di tutti, al l'asilo e elementari rubavo i giocattoli e in alcuni supermercati le caramelle, il problema è che crescendo sono arrivato a rubare soldi alla mia famiglia, e ho conosciuto sempre persone marcie che rubano anche loro, lo sanno o forse qualcosina se lo immaginano, il fatto è che faccio sempre peggio, non ho voglia di impegnarmi è come se non ce l'avessi mai avuta perché tutte le volte mi sono sempre arreso, la classe che mi sono portato fino in 3 media è sempre stata composta dalle stesse persone e credo di avere causato numerosi traumi ad ognuno di loro, volevo sempre essere il migliore in qualcosa, ma non lo sono mai stato in niente, ho bullizzato le persone più deboli, e ora che ci penso non so perché l'ho fatto, arrivato alle superiori lo schema sempre il solito, ho cambiato pure scuola perché nella prima ho fatto figure pessime, nella seconda ancora peggio e adesso mi sono ritirato a casa e non esco più, ho sempre avuto un comportamento passivo aggressivo e ho dubitato anche sulla mia sessualità, visto che sono stato con varie donne e non riesco ad essere davvero me stesso e poi mi stanco e lascio, ho sempre avuto dentro un senso di insoddisfazione incredibile che poi sfogavo contro gli altri, il fatto è che ora sto a casa perché la mia ex è nella scuola da cui mi sto ritirando e anche tutte le persone che mi tenevo a presso per essere considerato un grande, ma credo che non me ne sia mai fregato nulla se non della mia immagine, non so cosa fare io voglio migliorare, ma è come se fosse da sempre che sono destinato a non potere crescere, e di conseguenza manipolo o cerco di rovinare gli altri. Mia sorella è sempre stata quella più brava a scuola e disponibile per tutti anche qui in casa, io sono sempre stato la pecora nera, e non so come fare per dare una svolta, poi non provo sentimenti di amore ne di empatia verso nessuno, se lo faccio metto una maschera, io non so cosa significa vivere davvero una vita normale, anche se i miei genitori non sono perfetti, e non sono maturi, io vorrei legarmi di più e realmente con loro e il resto del mondo, ma non c'è la faccio, ho un carattere invidioso e opportunista, non so cosa significa essere una persona nemmeno "Decente". . . . L'unica cosa che ho è che mi hanno fatto un bel ragazzo
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 44.4k 1k 248
"non provo sentimenti di amore ne di empatia verso nessuno"
Questa autocritica che sta facendo implica che ne abbia. Almeno in questa fase, che probabilmente viaggia su un umore depresso. Può darsi che quando si passa ad una fase successiva invece riprenda ad avere comportamenti manipolativi e superficiali come diceva, con un senso di insoddisfazione ma una serie di comportamenti che teoricamente dovrebbero portarla almeno ad essere soddisfatto.

Nessuno l'ha mai valutata psichiatricamente ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#2]
Utente
Utente
No ... Adesso sto andando dalla psicologa e non so se riuscirò anche lì per ora ho fatto solo due sedute.. è che proprio non so come si vive .. perdo tempo tutto il giorno e penso di continuo al passato mi batte il cuore e sento che il mio fisico ne sta risentendo... Mi sono sempre autolesionato credo per ricevere attenzioni e mancare da scuola... Mi ricordo che da piccolo fingevo sempre di stare male per tornare a casa ... Mi rompevo l'apparecchio per uscire prima da scuola cercavo di romperlo anche con le tenaglie, poi ho picchiato due gemelle in classe mia in prima media, non so se l'ho fatto perché le odio o perché una volta ho visto i miei genitori picchiarsi, è che ho sempre trattato male e usato metodi disfunzionali per qualsiasi cosa e non so il perché... Non è più risucesso....arrivato alle superiori sono caduto nelle canne... E i miei modelli comportamentali sono peggiorati.. ho conosciuto sempre più gente e l'ho contaminata tutta... Infatti sono andato via dalla prima scuola... Nella seconda ho rifatto di nuovo gli stessi errori e mi sono autolesionato la mano di brutto ... Non ho mai pensato alla scuola ma ho sempre provato a passare sforzandomi il meno possibile e sfruttando gli altri ....
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 44.4k 1k 248
E nessuno ha mai fatto su questi episodi una diagnosi nel tempo ? Alla base di questo intervento psicologico non c'è un inquadramento diagnostico ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini