Utente 134XXX
Buona sera,
ho 45 anni e sono in cura per disturbo bipolare con Cipralex, Gabapentin (300 mh tre volte al gg), e Trilafon (6mg la sera).
Da qualche settimana, cioè da quando prendo questi farmaci, la mia tricotillomania è peggiorata gravemente.
Mi strappo i capelli a tutte le ore, e ho perso ormai metà capigliatura,
se continuo così resterò calva.
Due anni fa ero stata curata per questo problema e per una leggera depressione con Sereupin, 40 mg al gg, e il problema era scomparso.
Adesso con questi farmaci è peggiorato drasticamente.
Inoltre i farmaci non hanno migliorato molto la mia vita perchè non sento assolutamente la serenità e la tranquillità che provavo col il Sereupin.
Posso chiedervi un consiglio?

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Scusi ma il suo trattamento attuale non e' propriamente per un disturbo bipolare, lei e' certa della diagnosi?
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 134XXX

La diagnosi è stata fatta da uno psichiatra, e un altro psichiatra ha diagnosticato un disturbo borderline di personalità..
Io purtroppo non so più cos'ho esattamente ma so che il disturbo ossessivo compulsivo ce l'ho sicuramente.

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Quindi non e' un disturbo bipolare, ma un disturbo di personalita'.

La diagnosi di disturbo ossessivo-compulsivo e' una sua idea o una diagnosi fatta da qualcuno?
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
Utente 134XXX

mi è stata fatta dallo psichiatra che ha diagnosticato il disturbo borderline, dicendomi che strapparsi i capelli, controllare infinite volte le porte o il gas, e tanti altri rituali ripetuti ossessivamente, fanno parte del cosiddetto disturbo ossessivo compulsivo.
Fra questi, ho anche il "vizio" di allineare continuamente oggetti, o libri, o asciugamani..
e di lavare le mani continuamente.
O anche di fare "abbuffate" di cibo, compulsivamente.
Il Disturbo borderline è stato diagnosticato in riferimento al mio comportamento alternante, in cui tutto è nero o tutto colorato, le persone sono fantastiche e un attimo dopo odiose, la vita è bellissima o terribile, il lavoro mi piace o lo detesto, non sento dentro di me una personalità unica, ma come se ce ne fossero due che si alternano rapidamente e senza motivo..
Paura dell'abbandono, al punto di manipolare le persone
per non allontanarle da me, o al contrario... allontanamento mio repentino per motivi futili, con giudizi "cattivi" su persone stimate fino al giorno prima..
e ancora....rabbia e impulsività difficilmente controllabili, aggressività...
Vorrei tanto sapere esattamente che disturbo ho e curarlo seriamente una volta per tutte, senza tentativi che non mi danno risultati..

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Da qui non le si puo' dire che disturbo ha, i trattamenti vanno differenziati secondo i disturbi.

In questo momento il sintomo principale sembra essere il DOC ed andrebbe trattato con una terapia più specifica in quanto l'escitalopram non ha una indicazione specifica.

Per il disturbo borderline, se realmente si tratta di quello, il trattamento e' più a lungo termine, continuo, eventualmente associato ad un trattamento psicoterapico in presenza di indicazione.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#6]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

come già detto dal collega, sarebbe opportuno avere uan chiara idea diagnostica e successivamente muoversi per priorità:

vale a dire che il disturbo che crea più malessere andrebbe affrontato con priorità (senza peraltro sottovalutare o non affrontare gli altri disturbi).

Pare infatti il suo un caso in cui sono presenti sfumature che fanno pensare a più di una patologia psichiatrica.
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

[#7]  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Infatti c'è una compresenza di Disturbo Ossessivo-Compulsivo e di Disturbo Misto dell'Umore o Disturbo Borderline di Personalità, che sono più o meno la stessa cosa vista da una angolazione culturale diversa. Questa concomitanza è piuttosto comune, e rende certamente più difficile il trattamento farmacologico.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#8] dopo  
Utente 134XXX

Vi ringrazio molto per le gentili risposte, purtroppo
da ignorante in materia posso limitarmi a raccontare i sintomi, ma non so a chi rivolgermi per avere una diagnosi precisa e accurata.
In effetti il DOC al momento è il disturbo che più mi affligge, perchè strapparmi i capelli di continuo mi sta facendo danni visibili.
Però mi piacerebbe tanto anche non sentire più quella dualità di personalità che sembrano una eccessivamente "cattiva, impulsiva e aggressiva", e l'altra fin troppo bonaria e gentile.
Non so perchè la paroxetina in monoterapia mi abbia fatto stare così bene, io non mi sentivo realmente depressa, solo molto ansiosa e compulsiva, ma è l'unico farmaco che mi abbia dato realmente del benessere.
Il Cipralex e gli altri purtroppo non hanno sortito alcun cambiamento in me, se non rendermi più sonnolenta e apatica.
Ma esiste qualche preciso strumento diagnostico per capire di che disturbo si tratta esattamente?
Con la psicoterapia purtroppo nbon ho mai risolto nulla,
ho solo sprecato mesi e denaro.

[#9]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

lo strumento per la diagnosi psichiatrica è lo psichiatra stesso che si può avvalere di:
- colloqui clinici
- resoconti anamnestici
- esami di laboratorio
- esami strumentali

Detto ciò, credo che nel suo caso, il passo fondamentale e primario da effettuare è trovare un professionista (anche per quanto concerne la parte psicoterapeutica) con il quale avere un legame di fiducia forte e condiviso.
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

[#10] dopo  
Utente 134XXX

Mi piacerebbe moltissimo trovarlo su Milano.
Purtroppo a parte gli innumerevoli resoconti anamnestici
non ho mai visto alcun esame strumentale o di laboratorio.
Lei conosce qualche medico competente su Milano?

[#11]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

purtroppo personalmente non ne conosco. Chieda al suo medico di base, credo sia l'interlocutore più adattp per aiutarla in tal senso.
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

[#12] dopo  
Utente 134XXX

Purtroppo il mio medico di base è uno che aveva diganosticato a mio figlio una polmonite, quando in realtà ce l'avevo io, che secondo lui avevo i polmoni pulitissimi..

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

D'accordo che i disturbi di personalità sono ritenuti (in parte) una variante dei disturbi dell'umore, cioè bipolari nel caso del borderline, ma in questo caso mancherebbe la struttura portante di una terapia antibipolare, in quanto il gabapentin è utile sì, ma di solito come aggiunta, salvo casi resistenti o particolari.
L'altro problema è che l'antidepressivo nei casi di presenza di un disturbo bipolare può peggiorare alcuni comportamenti impulsivi, anche se inizialmente magari li migliora o attenua. Se però sereupin aveva funzionato si direbbe più che altro che questo nuovo non funzioni.
La cura precedente comprendeva solo sereupin ? E' stato poi cambiato per motivi particolari ? E perché il talofen ? Come sonnifero o come anti-compulsioni ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#14] dopo  
Utente 134XXX

Gentile Dr PAcini,
avevo abbandonato Sereupin, che era in monoterapia, perchè gli attribuivo il mio aumento di peso.
Però il benessere psicologico era insuperabil (8 kg in 6 mesi).
Il Trilafon è stato dato come stabilizzatore dell'umore, e ilm rivotril come sonnifero.
Nulla, credo, come anti compulsivo...

[#15]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Il suo bmi e' comunque normale, quindi 8 kg l'avrebbero mantenuta comunque in un peso accettabile.

Il problema e' che la terapia attuale non la compensa e non trova una indicazione specifica per i suoi disturbi.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#16] dopo  
Utente 134XXX

Lei cosa consiglierebbe come terapia?

[#17]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

A logica come anticompulsivo c'è il cipralex al posto del sereupin. La stabilizzazione dell'umore è quindi affidata al gabapentin 900 mg e al talofen ? E' stata presa in considerazione una terapia per il disturbo bipolare classica, al di là della tricotillomania ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#18] dopo  
Utente 134XXX

Buongiorno Dr Pacini,
lo psichiatra mi aveva detto che il Gabapentin associato al Trilafon era di per se la terapia giusta per il disturbo bipolare, poichè limitava le oscillazioni di umore con il trilafon e sedava con l'antiepilettico.
Il Cipralex lo sto prendendo al mattino, ma non ha funzionato come anticompulsivo, perchè le compulsioni sono aumentate, non so se a causa di questi farmaci o no..

[#19]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Esistono molte terapie possibili per il disturbo bipolare, questa non è tra quelle di prima linea. Il gabapentin non è un sedativo, e il trilafon è sostanzialmente un "freno" su alcune funzioni, ma dire che sia uno stabilizzatore non è esatto.

Le terapia classiche per un disturbo bipolare comprendono i classici stabilizzatori come litio, valproato, carbamazepina, lamotrigina e/o gli antipsicotici atipici usati sia a dose piena come coadiuvanti, spesso utili nei casi in cui vi siano anche disturbi compulsivi associati.

Dai consulti precedenti vedo riferimenti a quetiapina e a oxcarbazepina, ma le cure diciamo più classiche sono state mai provate ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#20]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Il trattamento attuale non e' compensativo, io avrei provato una terapia specifica.

Il mio dubbio pero' e' ancora più forte in presenza di un relativo compenso con il sereupin, per il quale l'unica lamentela e' l'aumento di peso, e la diagnosi di disturbo bipolare.

In presenza di una diagnosi così, il trattamento standard + un anticompulsivo, da introdurre nel caso lo stabilizzante non avesse fatto effetto, sarebbe stato più corretto.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#21] dopo  
Utente 134XXX

Vi ringrazio per i vostri riscontri..
Oxcarbazepina è stata provata inizialmente al posto del Gabapentin, ma dava problemi al fegato, ed è stata sostituita dopo 20 giorni.
Quetiapina non l'ho mai provata, ma avevo letto che era
un buon farmaco per i disturbi bipolari, ma il mio psichiatra preferisce utilizzare gli antiepilettici.

[#22]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sì, ma perché non gli antiepilettici classici, e perché non è stato mai preso in considerazione il litio, o appunto gli antipsicotici atipici come il seroquel ? C'è una ragione particolare oppure semplicemente gli unici due prodotti teoricamente antibipolari sono stati questi due ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#23] dopo  
Utente 134XXX

Io avevo suggerito al mio psichiatra il Seroquel, proprio perchè avevo letto, pur nella mia ignoranza, lo ripeto, ottime cose per il disturbo bipolare, ma il mio psichiatra
mi ha precisato che i farmaci come la quetiapina fanno ingrassare, e li lascerebbe come ultima opzione in caso di insuccesso con gli antiepliettici.
Penso che non abbia considerato il litio per gli stessi motivi.
Come Lei dice, gli unici prodotti teoricamente bipolari sono stati questi.
Non so se abbia considerato il Cipralex come anticompulsivo, però, se così fosse, non è stato proprio utile...

[#24]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Al momento non è stata quindi provata una cura standard per un disturbo bipolare.
Le ragioni non sono comprensibili, l'aumento di peso non è un evento improvviso e irrimediabile, neanche è costante con le varie medicine disponibili, quindi non è una ragione per non provarle in assoluto.
E' ovvio che non dovrebbe essere Lei a suggerire allo psichiatra cosa provare, però al momento c'è questo salto logico nella programmazione della terapia.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#25] dopo  
Utente 134XXX

Cosa mi suggerisce di fare?
Da quello che ho capito non sto facendo la terapia corretta per i miei disturbi..

[#26]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non affermo questo, non sta facendo una terapia standard per una diagnosi di disturbo bipolare. Magari una qualche ragione c'è.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#27]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

l'effetto collaterale dell'ingrassamento puo' essere presente con gli antipsicotici e con gli stabilizzanti del tono dell'umore, pero' cio' non giustifica il non uso di tali farmaci.

Se ci sono altri problemi clinici, tipo ha patologie epatiche, metaboliche, renali, o di altro genere, la scelta puo' essere giustificata, se invece non ha altre patologie il tentativo con i farmaci che risultano avere maggiore efficacia di quelli attuali, va fatto.

https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#28] dopo  
Utente 134XXX

Ha ragione Dr Ruggiero, in effetti è scoraggiante riempirsi di farmaci che poi a fatti non modificano la situazione di malessere e non portano cambiamenti di alcun tipo..