Utente 614XXX
Buongiorno,da più di un mese assumo xeristar da 60mg,dapprima sembrava che le cose andassero meglio ma dopo un mese le cose non migliorano anzi non sembra fare effetto più il farmaco. Il mio dottore dice che devo continuare cosi e che i fastidi che ho li ho avuti sempre,questa non l'ho proprio capita. Spero che voi mi diate qualche speranza e qualcosa di sensato.

Grazie

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
[#2] dopo  
Utente 614XXX

Salve, depressione e ansia generalizzata

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente

dalla sua scheda risultano numerose richieste di questo tipo, non ultima una richiesta in merito proprio a questo farmaco che lei starebbe assumendo da marzo tra sospensioni autodecise e continui dubbi sulla efficacia dei suoi trattamenti.

Oggi, avrebbe ripreso il farmaco da circa un mese.

Anche la sua diagnosi sembra essere ogni volta diversa o con sfaccettature differenti.

Sarebbe il caso che si affidi con fiducia al suo psichiatra altrimenti vanifica qualsiasi tentativo di cura.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
Utente 614XXX

Caro Dottore la ringrazio,ma questo fà capire che ce ne capite poco anche voi degli effetti benefici che hanno questi medicinali. Il mio Dottore addirittura dice che la mia è una patologia cronica dopo che io ho chiesto se è normale che io abbia problemi. A quanto capisco è come se mi avesse detto che il medicinale prescritto non faccia effetto,allora mi chiedo se questa rigidità è dovuta ancora alla malattia in corso ha un senso continuare a prenderlo dopo più di un mese. Cmq se lei mi chiede di aver fiducia nel mio dottore e nel trattamento non arrivo a capire neanche la sua risposta. Spero che qualche altro suo collega in questo sito, mi sappia dare qualche buon consiglio soprattutto utile e non quattro parole messe giù cosi.

Grazie
Distinti saluti

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Lei ha già posto queste domande, se non le servono non ha molto senso riproporle. Le diagnosi sono diverse. Dopo un mese con 60 mg dice di non star bene, abbiamo osservato che la dose non è quella massima. Oltre questo esistono altre opzioni se una medicina non funziona.
"Lei è cronico" significa poco, non si capisce cosa significa o in che senso sia stato detto.
Si trova però nella stessa situazione del consulto di poco tempo fa, quindi non c'è nulla da aggiungere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 614XXX

Salve Dott. Pacini. Cronico mi è stato detto in senso che è da molto tempo che soffro di questi disturbi da almeno 6 anni,cioè ansia generalizzata era la stata la prima diagnosi. Da quando assumo xeristar mi è stata diagnostica anche una depressione,confermata dalla mia psicologa. Cmq lei crede che dietro consulto medico sia il caso di portare la dose al massimo?

Grazie

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

mi sembra che non ci siamo proprio. Non si permetta di utilizzare questo spazio per fare alcuna mossa con la sua terapia. Lei ha un medico di riferimento per ricevere indicazioni.

Visto che lei ripete le stesse domande senza spiegare perché, le facevo presente che risposte ne ha avute.

Visto che affermava che abbiamo le idee poco chiare su come funzionano questi farmaci e il resto, non credo che per Lei abbia molto senso chiedere consulti a persone che Lei ritiene così poco valide.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 614XXX

Il perchè è che non sto bene!!! Anche voi mi avevate detto che dopo un mese la cura doveva dare dei risultati.
Cmq io parlavo in generale e penso che se Vi faccio domande è solo perchè vorrei essere aiutato!!!

Grazie

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Assolutamente no. Non le è stato detto che dopo un mese la cura DOVEVA dare risultati, ma POTEVA.

La cura non sta dando risultati dopo un mese. I commenti a questo sono stati fatti.

Non è chiaro in cosa dovrebbe consistere questo aiuto in uno spazio come questo, in cui senza impegno si fanno commenti e osservazioni sulle situazioni descritte.
Detto così sembra uno sfogo che non ha motivo di essere, è libero di chiedere altri pareri medici reali o di seguire il suo psichiatra chiarendo con lui quando dovrebbe aspettare per sentire eventuali benefici e cosa intende fare nel prosieguo della cura visto che i benefici a detta sua non ci sono.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11] dopo  
Utente 614XXX

Salve. ho rivisto il mio psichiatra pochi giorni fa,mi ha cambiato la cura dandomi l'efexor 75mg,in quanto ho fatto notare che avevo problemi con il fegato,facendo le analisi avevo le transaminasi alte e il fegato ingrossato e per precauzione ha deciso di cambiare lo xeristar. Come ansiolitico mi ha prescritto lo xanax 0,5 rp. Avendo molta ansia in questi giorni non riscontro un miglioramento dell'ansia anche assumendo dietro il consiglio dello specialista due compresse al giorno.

Cosa ne pensate ?

Grazie

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ha cambiato la cura pochi giorni fa, quindi perché dovrebbe esservi miglioramento dopo pochi giorni ?
Le ricordo che non abbiamo una diagnosi a cui far capo rispetto al termine generico di "ansia".
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#13] dopo  
Utente 614XXX

Ma io non so cosa dirle più se non che la diagnosi è ansia generalizzata e depressione. Che altri termini usate voi?

[#14]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Disturbo d'ansia generalizzata è una cosa, ansia generalizzata non è chiaro se corrisponda a questa diagnosi. Depressione significa episodio depressivo, anche qui può essere, ma visto che tra i due consulti aveva riferito formule un po' diverse non era chiaro.

Comunque rispetto alla cura ha probabilmente la tendenza a chiedere rassicurazione ben sapendo che non può trarre conclusioni dopo pochi giorni, ma questo non le è utile.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#15] dopo  
Utente 614XXX

Grazie per le risposte Dottore, volevo dirle pure, lo xanax rp da 0,5mg non dovrebbe dare benefici subito sull'ansia....? Cosa che io non ho notato in questi dieci giorni di cura. A dire il vero sull'ansia mi trovavo meglio con il control 1mg. Il fatto che sia Rp darà risultati a lungo andare?

Grazie

[#16]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

un tranquillante può darsi che dia beneficio come no. RP significa che l'assorbimento nell'organismo è graduale, non c'entra niente con la gradualità dell'effetto terapeutico. Per i tranquillanti risultati a lungo andare non sono previsti nei disturbi d'ansia.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#17] dopo  
Utente 614XXX

Grazie dottore per la sua risposta,ci sentiremo in privato se posso.....

[#18] dopo  
Utente 614XXX

Salve Dottori,io come precedentemente scritto,assumo da circa 28 giorni l'efexor 75mg rp,mi è stato cambiato,prima assumevo xeristar 60mg. Ora vorrei dire che lo xeristar 60mg anche dopo solo una settimana mi dava energia,ora non so se sia per il medicinale o per il decorso della malattia e le nuove situazioni emotive e affettive che mi sono capitate,mi sento giù,impaurito,bloccato,ansioso,non riesco a concentrarmi. Sono stato in questi giorni molto nervoso,soprattutto al mattino appena sveglio. La mia preoccupazione è che con il lavoro che faccio sentendomi cosi non riesco a fare nulla. Devo anche viaggiare domani in aereo e stare fuori 15 giorni. Mi sento molto confuso!!

Ne ho parlato con il mio medico e mi ha detto di continuare la cura.

Ps. ho cambiato xeristar perchè avevo i valori del fegato alti e mi è stato consigliato di cambiare.


Grazie

[#19]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

tecnicamente il tipo di azione che lo xeristar fa a 60 mg l'efexor non la fa a 75 mg, ma a fasce di dosaggio superiori. Rispetto alla sua dose media efficace, efexor è sottodosato. Questa può essere una ragione per cui non vede miglioramenti a 75 mg dopo 1 mese.
Comunque, il miglioramento con questi farmaci deve esserci a distanza di 3-4 settimane, quello immediato è possibile ma non è la norma e non è indicativo.

Sul piano pratico è impossibile darLe alcun consiglio, pertanto faccia riferimento ad un medico (come ha già fatto del resto). In particolare non faccia mosse tipo variare le dosi o cose simili a seguito dei consulti che chiede, come già precisato prima in questo consulto.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#20] dopo  
Utente 614XXX

Grazie.....ma se il mio Dottore non dice di aumentare e devo continuare a stare male,mi conviene tornare a Xeristar almeno stavo un pò meglio.....

Cmq grazie
Buonaserata

[#21] dopo  
Utente 614XXX

Un'altra cosa volevo dire,eli giustamente non puoi dare consigli sulle dosi qui,ma mi chiedo perchè il mio Dottore non mi ha detto che efexor non da lo stesso effetto a 75mg come xeristar lo dà a 60? Forse sta provando prima cosi?

Le chiedo scusa per tutte le domande,è solo per capire dato che con l'altro mi sembrava di stare meglio già dopo 10 giorni... non perchè non mi fidi abbastanza di chi mi cura.

é stato gentilissimo....

[#22] dopo  
Utente 614XXX

avevo anche meno problemi con l'ansia con l'assunzione di xeristar.....

[#23]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

possiamo far commenti generici sulle cure per come solitamente funzionano (dosi, tempi, meccanismi, indicazioni) e non sulle intenzioni e i ragionamenti di chi le prescrive che non conosciamo. Lei può chiedere un secondo parere, o semplicemente spiegazioni al medico sulla questione del dosaggio, mi sembra lecito. In ogni caso non gestisca le cose da sé.
Anche su xeristar c'era una questione analoga sulla dose, mentre come farmaco già a 60 mg agisce nel suo modo caratteristico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#24] dopo  
Utente 614XXX

Buongiorno,nelle scorse discussioni avevo scritto che avevo cambiato xeristar con efexor 75 e poi da100,e ora abbiamo deciso di cambiare anche perchè non lo tolleravo,mi sentivo peggio,troppa ansia secondo me e tensione muscolo-scheletrica. Da lunedi dopo due mesi di cura per il fegato con un disintossicante ho iniziato a riprendere cymbalta 60mg che come sà è uguale. Assieme prendo xanax da 1mg rp,ora chiedo due cose ,la prima xanax non mi dà l'effetto rilassante che mi dava control da 1mg associato a xeristar 60mg perchè? é più forte control? Io l'ho detto al mio Dottore ma mi ha di nuovo prescritto questo xanax da 1mg,anche se io ho premesso che ho ancora control a casa e(la mia psicologa mi dice cosa penso quando non riesco a dormire,ma io ripeto che non penso a nulla mi sento solo teso e rigido) se serve ne prenderò un quarto. Infatti ieri sera non riuscivo a dormire per la troppa tensione addosso e con 1/4 di control e ho preso sonno dopo 5 minuti,stasera mi sentivo lo stesso e con 1/4 quella tensione si è alleviata di molto. Secondo voi è meglio paralrne al mio dottore? forse xanax rp non fà effetto sul rilassamento muscolare e nervoso(infatti è da stamattina che mi sentivo cosi teso)io so che xanax è più per gli attacchi di panico e che gli ansiolitici non ha solo lo scopo di alleviare l'ansia ma anche di rilassare i nervi(avevo fino ad un'ora fa una fastidiosa oppressione alle tempie e tensione al collo.

Grazie

[#25]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

è inutile che tenti di ottenere indicazioni su cosa assumere, non è questo il posto.
Lei ha un medico a cui deve far riferimento e a cui chiedere queste semplici spiegazioni su cosa sta assumendo. Anche il fai-da-te è sconsigliabile ed è già stato detto, per cui che senso ha chiedere qui sul sito se ha senso parlarne col dottore ?
D'altra parte, non è che sia sempre utile e costruttivo porsi domande su quale farmaco controlla quale sintomo, in questo caso si pone problemi su medicinali con semplice ruolo sintomatico che il medico le avrà prescritto per tamponare rapidamente alcuni sintomi.
Per il resto è tornato alla cura di prima cambiando marca.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it