Utente 170XXX
Gentili Dottori, sono un ragazzo che a breve compirà 22 anni. Vi espongo il mio caso: All'incirca 3 mesi fa, ho cominciato ad avere dei disturbi piuttosto "vaghi" ma molto fastidiosi, come capogiri con sensazione di svenimento e vomito, ai quali per altro non sono mai arrivato. Mi sentivo inoltre piuttosto agitato, e questi sintomi sparivano nel momento in cui riuscivo a concentrarmi su qualcos'altro.Ho esposto questo mio problema al mio medico(verso il quale, ci tengo a precisarlo, nutro molta stima) che mi ha prescritto 100mg di zoloft e 2 compresse da 1 mg di xanax al giorno. Qualche giorno dopo, seguendo il suo consiglio, ho assunto la pastiglia di zoloft, ma i risultati non sono stati buoni: avevo una forte sensazione di nausea, la stessa che si prova quando ci si infila le dita in gola, e a altri disturbi vari.. (tutti presenti nelle controindicazioni del foglietto illustrativo). Il giorno seguente, avvertivo una prolungata tachicardia pure stando a riposo, non essendoci il mio medico curante , mi sono rivolto all'ospedale, ed in quella occasione, sono stato "visto" dalla psichiatra il quale ha cosi concluso: "disturbo d'ansia generallizzata con episodi di tipo panico (e in quest ultima cosa credo abbia frainteso un episodio che gli ho raccontato, non credo di avere attacchi di panico .)" Lei mi ha indicato la stessa terapia abbassando le dosi a 50 mg di zoloft e metà pastiglia di xnax 3volte die.
Ho seguto il suo consiglio limitato a allo zoloft, ma ho avuto gli stessi problemi, e cosi non ho preso piu nulla( mi direte che ho sbagliato lo so..)
Comunque, la situazione si è modificata, consapevole che si trattava di ansia, non ho avuto piu disturbi somatici, o quasi,(al di la di questo soffro comunque di gastrite.) la mi sofferenza ora credo sia solo psichiatrica:
non ho reagito bene alla notizia di avere di questi problmi, di dover prendere psicofarmaci ecc, insomma l'idea di essere o di stare per impazzire mi tormenta e mi impedisce di fare la vita serena che facevo prima, non riesco piu a darmi da fare per realizzare i miei sogni, a volte credo che questi non mi interessino piu, non riesco a provare piacere per quelle cose che prima me ne davano, inclusa la compagnia delle persone care (ed e questa la cosa che mi angoscia di piu) ho crisi di pianto ,insomma davvero un incubo..cosa è tutto cio? la depressione?? (so che questa e associata all'ansia, o potrebbe esserne la causa)
Insomma che fare? riprendere lo zoloft anche se ho dei problemi cn esso?
infine una curiosità,
sono uno studente di medicina (3 anno) questi problemi sono cominciati in concomitanza con l'inizio del tirocinio. Di medicina non so ancora niente, ma so gia che perun medico non esiste soddisfazione piu grande di vedere guarire il proprio paziente. Riuscite anche voi psichiatri a provare questa sensazione?? e quindi vi chiedo.. quelli come me possono guarire?? (è stupido lo so..mi rendo conto che forse chiedo solo una rassicurazione.)
Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Occorre dare nomi ai disturbi riferendosi a categorie che permettono una comunicazione standardizzata, per cui dopo si comprende meglio la reazione ai farmaci e si pianificano le scelte da fare e i tempi per valutarne i risultati.

Ha ricevuto una diagnosi di ansia generalizzata e panico, ed in effetti ritornando ai sintomi che riferiva inizialmente tornerebbe, l'attacco di panico si manifesta con sintomi vari, accomunati da spavento.

In ogni caso, zolof se iniziato con 100 mg il primo giorno è probabile che dia sintomi del genere, in genere si inizia con poco e si aumenta più tardi. L'effetto viene dopo 3-4 settimane, inizialmente i sintomi possono anche peggiorare, in parte per effetti collaterali che poi si attenuano, in parte perché il cervello in stato ansioso reagisce "male" al farmaco. Questo vale per la maggior parte dei farmaci antipanico.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

sarebbe il caso di farsi visitare da uno psichiatra non tramite il pronto soccorso ma con una visita programmata e dei controlli periodici, in quanto la sua problematica deve essere inquadrata dal punto di vista diagnostico e trattata.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#3]  
Dr. Domenico Serranò

20% attività
16% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2006
Buongiorno,
dal suo racconto, posso assicurare che "non sta per impazzire" sta soffrendo di stati d'ansia e si comincia a delineare una deflessione (diminuzione) del tono dell'umore.
Buona la terapia prescritta dallo psichiatra dell'ospedale.
Ascolti è normale che i primi giorni l'antidepressivo dia dei fastidi (quasi un peggioramento dei sintomi)ma dopo qualche giorno tali fastidi scompaiono, e cosi comincerà ad avere benefici.
Inoltre è opportuno fare un ciclo di psicoterapia per capire quali sono "le situazioni" che le danno ansia.

Cordiali saluti
Dott. Domenico Serrano'

[#4] dopo  
Utente 170XXX

Vi ringrazio per la disponibiltà e la celerità delle risposte.
Vorrei chiedervi, cos'è esattamente la psicoterapia? e questi farmaci dovrò prenderli a lungo?
Sia il medico che lo Psichiatra dicevano che lo xanax avrei dovruto prenderlo per poco ed all'occorrenza.
Io ripeto non avverto piu ansia.. quindi non ne sentirei la necessità, mi sento invece parecchio giu. cosa faccio punto solo sullo zoloft?
Grazie di nuovo.

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le tecniche psicoterapiche sono quelle che utilizzano sollecitazioni ambientali, relazionali o colloquiali nel produrre cambiamenti nei parametri del funzionamento cerebrale per chi soffre di disturbi mentali.
Non esiste però "la" psicoterapia, ogni tipo di tecnica ha un suo funzionamento e sue indicazioni, come per le medicine.

La cura non è una scommessa, se ha uno specialista di riferimento, ha una cura da provare, può funzionare o meno, può doverne cambiare due o tre prima di approdare ad una ben tollerata e utile.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

non e' lei a dover decidere il trattamento ne' puntare o meno su un farmaco.

E' sempre opportuno avere uno psichiatra di riferimento con il quale discutere della sintomatologia e dei trattamenti.

L'utilizzo di servizi come il pronto soccorso e' solo estemporaneo e di start per la terapia, poi e' opportuno continuare con un unico medico.

I trattamenti vanno mantenuti per un tempo piuttosto lungo.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#7] dopo  
Utente 170XXX

Dottor Ruggiero la ringrazio per l'attenzione che mi ha dedicato, e anche glia ltri gentilissimi.
vorrei però precisare che non ho deciso da solo di sospendere lo xanax.. mi e stato detto che dovevo prenderlo all'occorrenza, e come ho spiegato disturbi somatici da ansia non ne ho piu.. temo invece di soffrire di un po di depressione, come ho espsto sopra, ed è anche per questo che ho chiesto il vostro consulto.
quanto al pronto soccorso non ho mai pensato che fosse una soluzione.. ci sono andato solo una volta perche mi ero spaventato per via delle palpitazioni, e il mio medico non c'era. ora che so che sono innoque non ci andro piu per questo (e spero per nessun altro motivo..)
Ho letto il suo articolo sulla depressione giovanile.. anche se non ho nessuna competenza, volevo complimentarmi.
Cordiali saluti.