Utente cancellato
buonasera dottori, ormai fra bronchi e polmoni sono oggi 5 mesi esatti che mi fanno stare a letto con gli antibiotici (amoxicillina o efty punture)in più il 24 e il 26 u.s. per una grossa preoccupazione ho avuto ben 2 attacchi di cuore(soffro di cuore da 10 anni e sn in cura da un ottimo cardiologo), ma da tre gg dopo essermi preoccupata a morte (e disperata) perchè un mio carissimo congiunto andato in paesi munsulmani e indù nn dava più notizie da ca 6 gg mi è venuta a mancare la voce ed è già tre gg che sto così. o meglio da sola, se devo commentare qualcosa fra me un pò di voce mi viene, ma con gli altri ho praticamente messo un muro (senza volerlo ovviamente). mi rivolgerei alla mia psichiatra ma ad agosto sembra si sia infortunata ad un braccio e ancora nn torna al lavoro. io praticamente nn la vedo da luglio (...) e nn ha lasciato sostituti. in più, forse a causa di questi lunghi mesi in malattia sono(specie ora) diventata molto agitata (!!!)ho provato col valium ca 30 gc ma mi ha fatto l'effetto opposto facendomi agitare ancor di più. poi il medico curante mi ha consigliato il talofen che mi ha dato problemi di depersonalizzazione e mi sono tagliata per sentire se c'ero, se ero io... nel 2007 venni diagnosticata borderline, ad aprile 2010 schizofrenia cronica causa anaffettività verso la mia storia personale. io vorrei sapere da cosa può dipendere questo mutismo e questa agitazione continua e vorrei sapere se a lungo termine un borderline può trasformarsi in schizofrenico (premetto che in famiglia ho avuto-ora morti-3 schizofrenici parenti di primo grado) sono in cura con seroquel 300mgrp:300+150+600; frontal 0,50+0,50+1; tegretol 200+200+200 (rytmonorm e isoptin)
attendendo una delucidazione sul mio mutismo(la voce con gli altri nn esce neppure presa a calci) e sulla mia agitazione perenne
ringrazio fin d'ora! buon lavoro
p.s. in questo periodo ho anche disturbi della motricità: vado a sbattere da per tutto e se sono stanca è un miracolo se sto in piedi. dormo abbastanza bene, ma a causa di brutti o strani sogni ho frequenti risvegli
a risentirci a presto

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

l'ansia nelle situazioni sociali è un aspetto comune nel tipo di diagnosi che lei riferisce.
Al momento Lei cosa sta assumendo per questa diagnosi ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
192768

dal 2011
buonasera, lo avevo scritto sopra, comunque prendo 1050 mg di seroquel rp al dì, 2 mg di frontal al dì e 600 mg di tegretol al dì così riportati: 300mg seroquel rp+150+600
frontal 0,50+0,50+1 tegretol 200+200+200
io sono sempre stata apertissima con le persone ed ho abbastanza amici, ma dopo questo non sapere nulla del mio congiunto mi ha trascinata in una specie di baratro (dicevano di me che piangevo come fosse morto). ovviamente la cosa si è risolta (non gli prendeva la linea nei posti dove è stato) ma io come posso commentare da sola (dopo tre gg un pò a fatica) le cose con gli altri non ci riesco per nulla, anzi l'altro giorno ho provato a sforzarmi ed ho vomitato tutto il pranzo. poi a parte queste crisi acute di agitazione passo il tempo a dormire, forse perchè la notte è così strana per me (ho 38 anni dormo con l'orsacchiotto ed un lumino acceso).
ma se la mia diagnosi è valutata schizofrenia cronica come può essere se ero borderline (a parte che mi hanno fatto tantissime diagnosi prima di queste due... es. maniaco depressiva ed io mai ho sofferto di depressione)come posso riuscire a stare bene e non essere così violentemente agitata? come posso parlare come prima? tutti mi sforzano ed io mi chiudo a riccio o divento ancora più nervosa...
ringrazio per la pronta risposta e le mando i miei saluti

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

l'ansia nelle situazioni sociali è un aspetto comune nel tipo di diagnosi che lei riferisce.
Al momento Lei cosa sta assumendo per questa diagnosi ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
192768

dal 2011
lo avevo scritto già per precisazione alla mia prima richiesta di consulto...
questa è la terza volta che lo scrivo...
dunque
seroquel 300 rp: 300+150+600
frontal: 0,50+0,50+1
tegretol: 200+200+200

(poi va da sè rytmonorm 150, tre volte al giorno ed isoptin 80 2 volte al giorno)

sperando in una risposta diversa, magari con delucidazioni su ciò che ho chiesto, la saluto
buon lavoro

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Alla prima mi era sfuggito. La seconda volta la risposta è stata ripetuta in automatico dal sistema, quindi non c'è motivo di irritarsi.

Lei è in terapia per una "schizofrenia cronica", diagnosi non chiara perché la schizofrenia è di per sé cronica.
In terapia c'è un farmaco come il tegretol, che si usa anche nella schizofrenia ma non solo.
Non comprendo la frase "ad aprile 2010 schizofrenia cronica causa anaffettività verso la mia storia personale"
Che significa "anaffettività verso la sua storia personale" ?

Quello che lei chiedeva è perché ha ansia in situazioni sociali, ma questo è semplicemente previsto dalla sua malattia.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
192768

dal 2011
Non ero irritata non si preoccupi, ero solo stanca e con la febbre...
Cmq questo e' quello che hanno scritto di me:
Buone c. g. vigile, lucida, orientata, mnesica (?), sovrappeso corporeo. Non deficit motori. Al colloquio appare accessibile, di buon contatto, ossequiosa, ma sembra emergere atteggiamento anatreremmo nei riguardi della propria storia personale(?)
Diagnosi: codice ex dm 5/2/92 1210, ossia schizofrenia cronica con disturbi comportamentali e delle relazioni sociali e scarse capacita' intellettive...
Questo e' quanto. Il tegretol me lo danno perché la mia badante dice al medico che soffro di sbalzi d'umore, ma l'ultima volta il medico le ha risposto "quando avete litigato!" Inoltre neppure io capisco cosa e' l'anaffettivita verso la propria storia personale... In ogni caso non mi tornava due diagnosi diverse in soli tre anni, ma sapendo che la schizofrenia e' ereditaria non mi stupisco! Potevo ricorrere, l'avrei fatto, non mi tornava, ma non me lo hanno permesso... Quindi magari col tempo e vari stress la mia problematica borderline può benissimo essere diventata schizofrenia... Tanto più che ho letto che borderline e' schizofrenia ambulatoriale e cose cosi!
E' possibile che io sia cambiata?
Grazie per l'attenzione a presto

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

"anatreremmo" ? (anaffettivo ?)

Se la situazione non è compensata e le sue abilità sociali sono ritenute scarse o non soddisfacenti nonostante la cura funzioni bene sui sintomi più urgenti, ovviamente sono possibili altre cure (altri antipsicotici) come eventuali tentativi di trovare migliori equilibri.

La diagnosi è una di quelle di invalidità, in quel senso è comprensibile.

Gli "sbalzi d'umore" sono però ritenuti dal medico importanti, visto che c'è un farmaco appositamente per quello.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
192768

dal 2011
Mi scusi si anaffettiva (scrivo tramite iPhone e le parole le corregge a modo suo) il pc non mi funziona. Prima del Seroquel prendevo il largactil che pero' a lungo andare non mi faceva più niente (a parte che in 10 mesi avevo preso 49 kg e per 15 mesi non avevo più avuto le mestruazioni, oltre che avermi rovinato la tiroide)
Poi volevano provare il talofen ma mi ha dato crisi di depersonalizzazione e quindi mi sono tagliata.
Molti farmaci che mi sono stati dati o non mi hanno fatto o mi hanno fatto l'effetto opposto, come il valium che mi agita e mi fa diventare nervosa o il trittico che non mi fa dormire e mi ha creato uno scompenso nel metabolismo dei liquidi.
Per la mia dottoressa il Seroquel era praticamente la cosiddetta ultima spiaggia.
Lei pensa che magari il tegretol non mi funzioni più?
Grazie ad essere cosi pronto a rispondere! A presto
Ps. Come mai gli sbalzi di umore sono cosi importanti? Che significato hanno? (premetto che quel farmaco lo ha chiesto al medico la mia badante che di solito e' più nervosa di me)

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Chiedevo degli sbalzi d'umore perché sono uno stato diverso rispetto alla anaffettività. Poiché il tegretol è un farmaco che principalmente si utilizza nella psicosi di tipo bipolare, che è l'altra psicosi più frequente oltre a quella schizofrenica, mi chiedevo se vi fosse incertezza sulla diagnosi o meno.
Anche Seroquel si usa in entrambe le psicosi.

Comunque, escludendo largactil e talofen, esistono diversi altri antipsicotici, di cui alcuni più recenti del seroquel (questo non significa migliori, significa semplicemente usciti dopo).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
192768

dal 2011
No purtroppo nessuna incertezza nella diagnosi... I miei sbalzi d'umore sono più dovuti al fatto che quando sto male per tanto tempo (ieri ho fatto 5 mesi esatti di antibiotici) divento più nervosa perché non mi fanno uscire di casa oppure quando discuto e non mi fanno parlare o quasi urlano per coprire quello che ho da dire ecco perché gli sbalzi d'umore. In realtà sono una persona piuttosto... piatta... Non so se si dica così!
Solo in questi giorni sono molto agitata ed e' credo da agosto (poi la cosa e' andata ovviamente peggiorando) che ho un ostinato rifiuto del cibo: se mi fanno mangiare vomito e se no posso stare anche senza cibo. E' come delle voci in testa che mi dicono che sono gia' brutta e grassa e che per me mangiare e' proibito... In più quella sgradevole sensazione tipo formiche sul corpo e la faccia... Brrr
Cmq l'ho spiegato penso anche se non bene credo: in genere non ho sbalzi d'umore se in casa non ci sono litigi o discussioni. E' sempre stato così fin da piccola: risento dell'ambiente! Da piccola mi venivano tali mal di pancia da costringere il ricovero e in ospedale... passava tutto! Ovviamente i medici non riuscivano a capire il perché poi vedendo i miei disegni mi mandarono da una psicologa infantile...
Dimenticavo che comunque fin da bambina ho sempre avuto grossi problemi col cibo...
Grazie buon lavoro

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In ogni caso, vale quanto detto prima a proposito delle possibili alternative, anche se presumo che chi la segue le conosca bene e le abbia già prese in considerazione.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
192768

dal 2011
Buongiorno, scusi il ritardo nella risposta, ma non sto troppo bene poiché soffro in questi gg di nevralgia del trigemino.
Si lo hanno preso in considerazione, ma poi hanno visto, come ho cercato di spiegare, che i miei sbalzi d'umore provengono dal fatto che discuto spesso con la mia badante che ha il vizio di alzare troppo la voce e trattarmi come una bambina di 5 anni, io che ne ho 9 di più. Mia madre dice che si sono ribaltati i ruoli, infatti chi comanda e' lei. Io non ho alcun potere decisionale sulla mia vita e quindi mi sento frustrata. Tanto più, come ho scritto precedentemente, lei consulto la mia dottoressa per aumentare il tegretol (che mi serve anche per la nevralgia) ma la dottoressa le rispose che se discutevamo sempre i miei sbalzi d'umore erano normali e legittimi (tanto più che la mia badante litiga spesso con la mia dottoressa che, da calma e serena con me, diventa una tigre)
Comunque penso sia più per la nevralgia che per altro (ne parlavo poc'anzi col mio medico curante) che prendo il tegretol, ma ovviamente io non potevo saperlo perché come le ho detto fa tutto la mia badante mentre io vivo in una bolla di vetro...
Cordiali saluti e buon lavoro
Ps. Mi hanno detto che dovrei fare l'eeg. Io lo feci anni fa e non era granché perfetto. Esattamente a cosa serve?
Pps. In realtà la mia badante e' molto buona e protettiva, ma non sempre ha un buon carattere ed e' molto rigida purtroppo ed io che sento sempre il bisogno di coccole e dolcezza ci discuto quasi sempre. Ecco il perché dei miei sbalzi d'umore visto che per natura sono una persona tranquilla, calma e fin troppo riflessiva...

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Il medico identifica i sintomi che sono trattabili con determinati farmaci, gli sbalzi d'umore in generale ce li hanno tutti, le alterazioni specifiche di una malattia sono distinguibili da questo.
I suggerimenti da parte di familiari sono ben accetti, ma le insistenze rischiano di invertire il rapporto (il medico valuta e prescrive su segnalazione).

La convivenza con la sua badante non è necessariamente un problema legato alla malattia. Inoltre, se l'assistenza è legata alla sua condizione, ovviamente questo comporta la gestione di alcune situazioni, che non sempre è possibile prevenire o eliminare all'istante.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#14] dopo  
192768

dal 2011
Beh in effetti e' proprio così: la mia psichiatra valuta più su segnalazione che su altro.
Io so che questo tipo di medici tengono ca un'ora, ma con lei in 15/20 minuti al massimo sono gia' fuori dello studio. Anzi a volte mi sono stupita su quanto sia breve la visita perché ci vuole più tempo ad andare da lei che a starci. Ca 10 minuti con me e 10 con la badante quando mi tiene più a lungo. In ogni caso a volte mi sembrano invertiti molto i ruoli giacche' e' più lei a parlare con me di se stessa che io a parlare di me!
Ho chiesto di cambiare medico perché ovviamente non mi ci trovo granché bene, ma la Asl non me lo ha permesso! In ogni caso parla più con la badante che con me e spesso mi scoccia andare perché il tempo di entrare nel suo studio che sono gia' fuori...!
In 5 anni di me non sa quasi nulla, spero solo la informi o ci parli il medico dal quale sono stata ca 4 volte durante i suoi sette mesi di assenza!
Grazie ancora per l'interessamento

[#15]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

una valutazione di controllo può anche durare poco tempo, ed essere fatta anche su segnalazione di altri. La segnalazione di altri però non dovrebbe indicare al medico che farmaco usare e come, se mai concentrarsi sul descrivere il tipo di comportamenti che meritano attenzione.

In ogni caso non vedo perché non si possa richiedere una valutazione da parte di un altro specialista anche nell'ambito della stessa ASL.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#16] dopo  
192768

dal 2011
Scusi il ritardo ero dal medico generico
Beh io parlai con il supervisore psichiatrico e con la mia psichiatra insieme e ho detto chiaro e tondo che con quest'ultima mi trovavo male, che sto di più ad aspettare il bus che nel suo ufficio e che volevo assolutamente cambiare
Il supervisore ha detto no non puoi!
Comunque più che sintomi le descrivono le mie reazioni in una discussione (omettendo magari che mi impediscono di parlare e difendermi) e che magari dovrei prendere altri farmaci e quella giu' a segnare... Funziona cosi!
Anche il mio medico curante dice per esempio che non dovrei assolutamente per esempio prendere il frontal perché sono ansiosa come lo e' lui!
Ringraziandola per l'interessamento la saluto. Buon lavoro
Ps. Secondo il mio medico che ormai mi conosce da 20 anni dovrei prendere solo il Seroquel e magari il tegretol per la nevralgia e basta, ma per la psiche secondo lui basta il Seroquel
Ancora grazie

[#17] dopo  
192768

dal 2011
Gentile dottore ho ritirato proprio ora cn un'amica che lavora come infermiera il risultato dell'EEG...
Dice questo: Tracciato rallentato con ritmo di base a 7/8 c/sec. reagente all'apertura degli occhi. La sli e l'iperpnea non modificano significativamente il tracciato.
Il medico firmatario e' specialista in neurofisiopatologia.
Secondo la mia amica tutti i miei problemi mentali dipendono da li che sinceramente e' per me una cosa stupenda.
Lei cosa ne pensa?
Ps. Premetto che per la preparazione all'esame non ho preso nessun tipo di farmaco, neppure quelli della pressione, cuore ecc.
Attendendo la sua risposta la ringrazio fin da ora!

[#18] dopo  
192768

dal 2011
Buona sera, scusi se torno a disturbarla...
Ho guardato su internet e sembra che un ritmo come il mio sia dovuto ad autismo o a schizofrenia.
E' possibile che l'ultima diagnosi sia quella giusta?
Grazie, scusi, a presto!
Ps. Ora capisco come mai sono sempre imbranata che sbatto e inciampo da per tutto e molte cose me le devo far spiegare perché magari non ci arrivo (o almeno credo di capire...)

[#19]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

"nel 2007 venni diagnosticata borderline, ad aprile 2010 schizofrenia cronica"

Perché fa una domanda del genere ? Non ha detto Lei che la sua diagnosi è schizofrenia ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#20] dopo  
192768

dal 2011
No nn l'ho detto io ma il medico che mi vide ca dieci minuti nell'aprile 2010. Ho chiesto solo se e possibile, visto l'esame, che sia giusta o comunque errata.
Poi volevo sapere se da quel tracciato, se legge sopra ho riscritto pari pari la diagnosi fatta, il mio disturbo vocale piu' che una cosa psicologica possa essere patologica o come si dice non lo so...
Grazie ancora per l'interessamento

[#21] dopo  
192768

dal 2011
gentile dottore mi sono visitata martedì avevo una diafonia causa laringite acuta.
per quanto riguarda l'EEG il risultato è rallentamento del ritmo di fondo. dice il mio medico che ciò significa che l'elettricità di base nel cervello è bassa.
ora torno a lei per chiederle tre cose...
la prima è cosa fa funzionare l'energia di base nel cervello? è possibile per questo che sono un pò impacciata nelle cose (per es. ne prendo una e ne cascano 2 opp. sbatto dappertutto)? può influenzare la mia malattia mentale (qualunque essa sia)?
in attesa di una sua risposta le invio tanti saluti

[#22]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

"Energia di base" non significa niente.

Le chiedevo se la diagnosi era quella, non se l'ha fatta Lei. Non capisco perché chiedersi se la diagnosi di schizofrenia può essere la sua, visto che lo sa già, a partire poi da un tracciato EEG, per quale motivo dovrebbe ragionare su queste diagnosi a partire da questo esame ?

l'EEG da chi è stato prescritto e per accertare che cosa ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#23] dopo  
192768

dal 2011
Buon pomeriggio e grazie per la pronta risposta. Dunque per prima cosa la diagnosi esattamente non so quale sia perché e' stata cambiata almeno 4/5 volte. L'ultima era schizofrenia. l'EEG e' stato prescritto dal mio medico di base per capire bene fra tutte queste diagnosi e portata da un neurologo che gia' conosco (c'ero stata un'altra volta) che ha detto che disturbi che ho e di cui NN starò a dilungarmi (e ai quali la psichiatra non ha mai fatto caso) lo rende piu' propenso alla schizofrenia che al border e ha scritto si richiede una rivalutazione psichiatrica. Ora sono un poco stressata per centinaia di cose, ma il medico e' sempre assente. Una cosa so per certa che la prima diagnosi visto che non mi sono mai aperta venne basata sul fatto che per un trauma avuto mi tagliai ca 3 volte. (e basta). In ogni caso anche le persone (tecnica e medico) dell'EEG pensarono vedendo il tracciato che sia giusta la seconda diagnosi e non la prima. Quindi il mio medico di base ha saputo ciò che voleva... Questa e' la mia risposta dunque: il medico di base volendo ben capire fra tremila diagnosi quale fosse la vera che con il mio dottore non parlo e nemmeno lo guardo mi ha fatto fare l'EEG poiché avendo schizofrenici in famiglia voleva vederci piu' chiaro. Tutti i medici anche il neurologo propende piu' per la schizofrenia ma il dottore che non vedo ormai da luglio a causa di qualche taglio post stress mi ha dato di borderline ( per es in questo periodo mi sento male, non ho medico di riferimento ma tagliarmi non mi viene neppure in testa). Quindi l'esame che mi e' stato prescritto era solo per capire di piu' e trovare la diagnosi giusta!
Mi scuso infinitamente per questa risposta pasticciata, ma non sono brava a spiegare le cose, forse perche secondo il mio medico psichiatra ha detto che mentalmente mi sono fermata all'eta' di 10 anni...
Mi scuso ancora e spero riuscirà a leggere in tutto questo pasticcio!
Ancora grazie e saluti tanti

[#24]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Quali tremila diagnosi ? Lei ne ha riportate due. Non capisco il senso dell'EEG per chiarire un eventuale dubbio tra queste due, sono diagnosi cliniche.
Nessuno le ha "dato di borderline", le diagnosi non sono offese o accuse, pertanto evitiamo questo tipo di espressioni. Se ha un comportamento e questo indica una diagnosi, non c'è niente da aversene a male, non è un giudizio morale sulla persona.

Si faccia seguire dallo psichiatra, non vedo il senso di questi accertamenti per così come li ha riportati.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#25] dopo  
192768

dal 2011
Beh io come le ho detto non sono brava ad esprimermi dopotutto ho solo la terza media... Cerchi di capirmi... Beh le diagnosi sono state: disturbo complesso della personalità, disturbo isterico, disturbo borderline e schizofrenia. Ecco il perché del mio "tremila diagnosi" che e' un mio solito modo di dire!
Io mi farei seguire dal mio psichiatra se lui per un, cosi dicono, infortunio al braccio manca da mesi (non lo vedo da luglio) e non ha lasciato sostituto.
Comunque come le ho detto l'EEG serviva solo a fissare bene una diagnosi e anche solo con l'anamnesi fatta sembra che la giusta sia l'ultima e che i disturbi siano effettivamente iniziati nell'infanzia.
Mi scuso se ho tardato a rispondere mi ero addormentata poi ho chiamato qualche amica ho messo a posto una cosa e non ho guardato il pc.
Saluti
Ps. Per ragioni mie personali ci sono cose (tantissime, quasi tutto) che il mio psichiatra non sa per questo e' stata richiesta una nuova valutazione perché così sembra ogni cosa che dico faccio ecc ed EEG riporta che l'ultima diagnosi e' quella giusta, ma mi sto sempre a chiedere se dopo mesi che non lo vedo come faro' a parlare (sono sempre stata zitta alle visite tranne che per un "posso accendermi una sigaretta?) e anche come la prenderà quando scoprirà che gli ho nascosto quasi tutto...
Grazie ancora per la sua attenzione
Arrisentirci

[#26] dopo  
192768

dal 2011
Pps. Una cosa che tengo a precisare e' che io non dico una cosa in un determinato modo perché mi sento accusata di ... come crede lei che ha una laurea. Io ho lasciato le superiori per ragioni personali e quindi non ho neppure un diploma... Mi esprimo come so, che so non sempre italiano corretto, ma avendo solo la terza e' l'unico che conosco e lei non può "sparare su un modo di dire" senza sapere che cultura ha questa persona e dire che dico così come mi sentissi accusata, mentre in realtà ho detto in quel termine perché altri, magari piu' giusti io non ne conosco!
Ci pensi su va bene?
Buona notte
Per quanto riguarda l'EEG mi ero sbagliata: non energia di base, ma ELETTRICITA' di base
Buonanotte ancora

[#27]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

cerchi di avere un atteggiamento rispettoso, perso con espressioni tipo "Ci pensi su".

Non capisco il discorso su lauree, non lauree, argomento di cui non mi importa nulla poiché non ritengo l'istruzione qualcosa che dia lustro o merito a nessuno.
E nessuno le ha detto che lei si esprima male in italiano.

Aveva riferito due diagnosi, adesso ne ha aggiunte altre due.

Continuo a non capire che cosa avrebbe dovuto dire l'EEG in merito a queste diagnosi, il che non è una critica a Lei.

Chiudiamo comunque qui il consulto.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it