Utente 196XXX
Salve sono Roberto ho 34 anni,di professione faccio il praticante avvocato tuttavia disoccupato, sono celibe e non impegnato sentimentalmente.Da circa 5 anni soffro di disturbo delirante e poi di schizofrenia, i primi sintomi(allucinazioni,manie di persecuzione,isolamento) li avvertii a seguito di un lutto familiare (decesso di mia madre)da allora circa 5 anni ho subito tre ricadute(sempre a seguito di eventi difficili da sopportare:incendio dela mia automobile,esame di abilitazione professionale) con necessità di ricovero ospedaliero in centri di igiene mentale.
Da circa tre mesi ho sospeso autonomamente e volontariamente la terapia obbligatoria(iniezione di HALDOL ogni 15 gg) che mi somministrava il mio centro di igiene mentale inoltre è da circa 2 anni che non assumo la terapia orale prescrittami (RISPERDAL,DEPAKIN,ENTUMIN).Interrompendo la terapia dell' HALDOL non riscontro più tremori alle mani ,ho minori problemi di insonnia ed aumenti di peso.Tuttavia ho mentito allo psichiatra del centro di igiene mentale dicendogli che continuo ad asssumere la terapia orale (Risperdal,Entumin,Depakin)ma attualmente mi sento bene e conduco una vita tranquilla e priva di stress,mi reco 3 volte a settimana al centro diurno di igiene mentale dove ho socializzato con altri ragazzi sofferenti di problemi psichiatrici.La sera mi addormento verso le 24,00 e la mattina mi sveglio intorno le 09,00, peso circa 87 kg e sono alto 1,68cm. Vorrei chiederVi se ci sono possibilità di avere delle ricadute a causa della mia sospensione volontaria di tutte le terapie farmacologiche oppure se c'è la possibilità di guarigione conducendo una vita tranquilla,priva di stress e lavoro, con poche amicizie e qualche hobby(internet, cinema,calcio da tv).
Vi ricordo che la mia sintomatologia si è sempre verificata a seguito di eventi fastidiosi(lutti , esami, litigi), quindi posso a seguito di una vita regolare , tranquilla e priva di stress essere guarito da questa patologia(schizofrenia).Vi prego cortesemente di rispondermi indicandomi se esistono strade alternative a quella farmacologica in grado di aiutarmi nella guarigione o adatte ad evitare ricadute. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

non vi e' guarigione totale mentre e' da considerare che la diagnosi potrebbe essere differente da quella descritta.

Gli eventi stressanti possono essere responsabili di episodi psicotici acuti che generalmente vanno incontro a remissione con il trattamento adeguato e per tempi congrui per poi ripresentarsi in periodi piu' complessi.

La sospensione della terapia va valutata dal suo psichiatra e concordata, in modo da poter verificare la presenza di sintomi nuovamente ed evitare sia il ricovero che riacutizzazioni problematiche.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it