x

x

Tornare dallo psichiatra

Sono passati tre anni da quando per un problema al lavoro ho avvertito un cambiamento del mio stato d'animo con dei sintomi strani quali stordimento confusione un po di insonnia ansia e/o paura e soprattutto poca voglia di restare al lavoro . Su consiglio di una collega mi sono recato da uno psichiatra che mi ha diagnosticato una sindrome depressiva maggiore e mi ha prescritto riposo e 5gtt rivotril la sera una ora prima di andare al letto.Ho avuto dei miglioramenti immediati soprattutto nell'umore,poi dopo qualche mese ho smesso di prendere le gocce di rivotril e ho anche smesso di andare dallo psichiatra. Adesso la situazione è più o meno come prima; confusione momenti di agitazione preoccupazione etc .Non ho le idee molto chiare è soprattutto non so cosa sia meglio fare : riprendere le gocce di rivotril che mi fanno star bene? tornare dallo psichiatra ? In ultima analisi vorrei sapere cosa ne pensate e soprattutto che consigli mi date.Grazie
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38k 912 63
Gentile utente,

il trattamento con il solo rivotril può essere considerato non risolutivo e non può essere mantenuto nel lungo termine.

Di fatto, sarebbe il caso di tornare da uno psichiatra per una valutazione appropriata e per l'introduzione di una terapia che possa corrispondere alla diagnosi psichiatrica che verrà fatta.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
Dr. Stefano Garbolino Psichiatra, Psicoterapeuta, Sessuologo 2.5k 36 3
Gentile utente,

confermo la valutazione del collega: appare incongruente la diagnosi con la terapia assunta.

E tale aspetto potrebbe di per sè giustificare l'attuale descrizione, imputabile ad un trattamento non adeguato della patologia descritta.

E' sicuramente necessaria la rivalutazione già consigliata.

Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

[#3]
dopo
Utente
Utente
grazie seguirò i vostri consigli