x

x

Passaggio dal seropram al sereupin

Buongiorno, vorrei esporre un problema che riguarda mia cugina. Da fine giugno ha iniziato una cura antidepressiva con il seropram (10 gocce giornaliere). Ma dopo un mese di assunzione i risultati sono stati minimi così il suo psichiatra ha aumentato lentamente la dose giornaliera fino a portarla a 20 gocce, 40mg. Premetto che l'anno scorso era in cura con il Sereupin (una compressa da 20 mg. giornalieri) il quale su di lei ha avuto risultati spettacolari. Stava benissimo e non aveva nemmeno bisogno di affiancare lo xanax. Qualche mese dopo averlo smesso sono ritornati i problemi ma questa volta il suo psichiatra ha voluto sostiutirle il farmaco precedente con il seropram spiegandole che quest'ultimo è un farmaco molto simile al sereupin ma più pulito e con meno effetti collaterali, nonostante lei lo tollerasse benissimo. Adesso, a distanza di quasi 2 mesi e mezzo dall'inizio della cura con seropram, lei si sente demoralizzata perchè non ha avvertito nessun miglioramento nella qualità dei pensieri e l'ansia, anche se più leggera, continua ad alternarsi a stati depressivi. Purtroppo il suo psichiatra è in ferie fino al 1° di ottobre. Per cortesia la potete aiutare Voi a fare il passaggio dai 40mg giornalieri di seropam ai 20mg di sereupin (che su di lei sono sufficienti a farla star bene) senza avere delle ripercussioni sui sintomi della malattia? Grazie.
[#1]
Dr. Giuseppe Nicolazzo Psichiatra, Psicoterapeuta 2,2k 80
Gentile Utente,

una modifica della terapia come quella da lei richiesta è possibile solo dopo una visita diretta in quanto equivale di fatto ad una vera e propria prescrizione terapeutica; in mancanza dello psichiatra in ferie per così tanto tempo ( lavorare poco e guadagnare molto, un grande obiettivo :-) ), sua cugina potrebbe volendo chiedere un parere al medico di famiglia,

Saluti

Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio