x

x

Ipocondria delirante

Buongiorno, chiedo consiglio per questo problema che ormai mi affligge da tre anni. Purtroppo ho perso entrambi i miei genitori molto giovani di tumore (mio padre tumore allo stomaco 49 anni, mia madre tumore all'ovaio 58 anni). Dopo la scomparsa di mia madre ho cominciato ad avere il terrore di ammalarmi di tumore. negli ultimi due anni ho fatto due gastroscopie, una colonscopia, una tac al cranio, svariati esami del sangue, svariate ecografie addominali, due lastre ai polmoni, una lastra al ginocchio (addirittura mi era venuta la paura dell'osteosarcoma), ecografia ai testicoli e non mi ricordo altro. Vivo in un costante stato di angoscia per la mia salute, non sto mai bene, basta un mal di gola e penso alla leucemia, un mal di testa e penso al tumore al cervello, un poco di sangue dopo aver defecato (erano tre giorni che non andavo di corpo) e sono andato in tilt totale per paura del tumore al colon, nonostante una colonscopia negativa di un anno fa. Sto rovinando la mia relazione perchè la mia compagna non sa più che fare e sto seriamente rischiando di perdere il lavoro a causa delle mie ripetute assenze. E' un anno che sono in psicoterapia con una seduta a settimana, ma non vedo i risultati. Il mio psicoterapeuta dice che la mia è una reazione per sfuggire alle responsabilità della vita, mi rifugio nella malattia, ma io vorrei guarire e vivere una vita normale. Sono andato anche da uno psichiatra che mi ha dato il dominans 20 + 0.5, mi sembrava di stare meglio ma basta un sintomo, qualcosa anche di banale che non va che viene vanificato tutto. Attualmente assumo Levopraid 25 prima di colazione e cena, dominans dopo colazione e pranzo, e la sera minias 15-18 gocce per dormire. Lo psichiatra mi voleva dare il risperdal ma io mi sono rifiutato di prenderlo. Concludo dicendo che la mia libido è praticamente zero, e la cosa mi crea parecchi problemi. Cosa potrei fare per vivere una vita normale e smetterla di pensare sempre alle malattie? E' più forte di me, vivo ogni giorno con la paura che mi venga un tumore. Purtroppo a volte trovo un po' di sollievo momentaneo nell'alcol ma mi rendo conto che non è la soluzione. Ho provato anche paroxetina ed altri farmaci simili ma mi facevano venire la nausea, che è uno dei disturbi di cui soffro maggiormente. Grazie
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37.7k 899 61
Gentile utente

Quali altri farmaci ha assunti?

Quale è la diagnosi precisa?

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Ho provato la paroxetina per circa 15 giorni ma l'ho interrotta perchè mi dava nausea, ho provato lo zoloft ma quando sono passato a dose intera mi aumentava l'ansia in modo incredibile e l'ho sospeso. Con il Dominans invece non ho effetti collaterali importanti. Nel mio girovagare tra medici vari una diagnosi precisa non l'ho mai avuta, solo che sono ipocondriaco.
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37.7k 899 61
Pochi giorni di trattamento non sono sufficienti per poter sostenere che i suoi trattamenti siano stati fallimentari.

Prima di poterne decretare l'inefficacia è opportuno introdurre le terapie corrette che vanno mantenute per tempi congrui.

Inoltre, sono a disposizione diversi farmaci che possono essere utilizzati anche in modo da evitare possibili effetti collaterali fastidiosi.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Mi sembra di capire che secondo Lei, l'unica via di uscita che ho è comunque farmacologica. Ora sono circa due mesi che sto facendo questa cura e cioè dominans 20 + 0,5 una al mattino e una al pomeriggio, oltre al Levopraid che comunque non prendo con costanza ma più al bisogno quando sono disturbato di stomaco. Mi consiglia di insistere ed attendere eventuali miglioramenti oppure cambiare? Grazie

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto