Utente cancellato
Salve, vorrei esporre un'esperienza che mi è appena capitata e che mi ha creato un forte disagio. Premetto che da 2 anni sto facendo una cura a base di antidepressivi. Questa sera ho assunto la solita compressa di Zarelis (Venlaflaxina) da 225 mg e dopo circa 2 ore ho provato ad avere un rapporto con la mia partner, ma purtroppo non ho avuto nessuna erezione. Solamente 15 giorni fa ho avuto un altro rapporto ma quella volta invece ho avuto una perfetta erezione e il rapporto è stato completo. Di solito però la compressa la assumo prima di dormire e questa volta l'ho assunta dopo cena e poco prima del rapporto.
Dato che da quando assumo Zarelis ho notato una notevole diminuzione della libido, è possibile che l'assunzione prima del rapporto mi abbia creato questo spiacevole fenomeno?
Voi cosa mi consigliate di fare in futuro?
Grazie dell'attenzione!!!

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

La mancata erezione occasionale non definisce un problema di impotenza. Se invece questo capita da quando assume zarelis e prima non capitava mai, può dipendere dal farmaco, in linea con la riduzione del desiderio e spesso anche con anomalie dei tempi di eiaculazione.

Le soluzioni sono sostanzialmente due, ovvero a maggiore gradualità del rapporto, cercando di incrementare la fase di stimolazione prima della penetrazione, il cambio dell'antidepressivo o l'aggiunta di medicinali che ne riducano questo tipo di effetto collaterale.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
321074

dal 2014
La ringrazio della risposta, in effetti come farmaci aggiuntivi per ridurre l'effetto dello Zarelis prendo l' Haldol (5 gocce), evidentemente però la combinazione tra l'assunzione dello Zarelis e il rapporto immediato ha avuto questo effetto negativo... proverò a cambiare l'orario di assunzione, magari con l'aggiunta di una goccia di Haldol in più!

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Per quale tipo di effetto collaterale ha in aggiunta l'aloperidolo?

Prescritto da quale medico?
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
321074

dal 2014
L'aloperidolo mi è stato aggiunto dallo specialista nella misura di 5 gocce, per compensare un aumento progressivo di agitazione e ansia, mi ha spiegato che assunto in piccole dosi avrebbe avuto un effetto ansiolitico. In effetti ho trovato un giusto equilibrio assumendo sia l'uno che l'altro.

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Sì, in effetti specie quando ci sono sintomi corporei può essere utile.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
321074

dal 2014
L'unico problema è trovare il giusto equilibro tra i 2 farmaci anche in funzione dell'erezione. Diciamo che se diminuire l'Haldol aumenta gli effetti indesiderati dello Zarelis, per risolvere il problema della disfunzione erettile proverò ad assumere lo Zarelis lontano dal rapporto sessuale e ad aumentare di una goccia o due (6/7) l'Haldol. Tenendo anche conto che l'effetto dello Zarelis tende ad esaurirsi entro le 24 ore dall'assunzione. Giusto?
Secondo voi questo può essere un rimedio utile al mio problema?

[#7] dopo  
321074

dal 2014
Oppure potrei diminuire lo Zarelis da 225mg a 150mg?

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Le operazioni le fa il medico, non è qui per decidere cosa fare con dosi e composizione.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it