x

x

Trattamento con entact

Salve a tutti, sono una ragazza di diciotto anni che da più di un anno circa ha sviluppato un disturbo di ansia generalizzato da cui poi è derivata una tendenza depressiva e ricorrenti pensieri di morte e inutilità della vita. Ho smesso di uscire con gli amici, non riesco a stare a casa da sola, a prendere mezzi, e la mia tranquillità dipende solo dalla presenza dei miei genitori, che vedo come miei "salvatori". Sono in cura da una psicologa da più di un anno e a fine gennaio mi sono recata anche da una psichiatra, che mi ha prescritto entact da 10 mg per un anno circa.
Dopo la prima settimana in cui ho avuto gravi problemi di nausea e stanchezza, non è arrivato nessun beneficio, anzi, ho avuto un crollo (la psichiatra però mi ha detto che era normale nei primi periodi in cui avrei preso il farmaco). Inoltre mi aveva preannunciato che ci sarebbe voluto circa un mese prima che arrivassero gli effetti, io lo sto prendendo da 46 giorni e non avverto ancora nessun effetto, la psichiatra mi ha detto che a una piccola percentuale tardano ad arrivare gli effetti, ma io sono preoccupata, è una cosa normale? Arriveranno i benefici? O c'è la possibilità che il farmaco non attacchi? Io sono esasperata!
[#1]
Dr. Roberto Di Rubbo Psichiatra, Psicoterapeuta 1,1k 24 4
Gentile Utente,
in effetti i tempi di risposta agli antidepressivi non è esattamente identica per tutti, può darsi che per lei siano necessari alcune settimane in più. In generale però, per il suo disturbo, la durata della terapia da lei assunta è congrua per avere benefici, se questi non ci sono esiste la possibilità che il dosaggio sia troppo basso. Ne parli con la sua psichiatra.
Cordialità,

Dr. Roberto Di Rubbo