Utente 341XXX
Gentili medici,
Scrivo per avere una chiarificazione circa ciò che mi è successo qualche mese fa: dopo un lungo periodo di tempo in cui ho rimuginato molto, sono stata portata in ospedale da un mio familiare. A questo è seguito un ricovero in psichiatria di due settimane. Alla dimissione la diagnosi era:
F23 sindrome psicotica acuta e transitoria
F42.0 prevalenti ruminazioni e pensieri ossessivi
F30.0 depressione
La terapia di allora 1,5 mg risperdal, 300 mg depakin.

Ad oggi la mia terapia è: 75 mg fevarin, 5mg abilify.
Ora, il problema è che "invento"" le cose e mi.lascio trasportare dalla fantasia e dal rimuginio?
al momento del ricovero ero convinta avessero manipolato il mio pc e di avere un ritardo mentale lieve, anche se effettivamente di quella sera e di un paio di giorni successivi ho qualche vago ricordo.
Ora ogni tanto mi capita di pensare che gli altri siano venuti a conoscenza del mio essere una persona spregevole o manipolativa ma cerco sempre di allotanare il pensiero..
Cosa dovrei dedurre dalla mia diagnosi?
la terapia secondo voi è coretta?

[#1]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile Utente,
dalla sua diagnosi si può dedurre che ha avuto un periodo in cui, acutamente, il suo esame della realtà era alterato per quanto riguarda i contenuti e forse la forma in cui i pensieri si manifestavano. Nel caso lei non abbia mai avuto la sensazione di sentire "voci" non c'era alterazione della sensopercezione. I pensieri avevano la forma di rimuginazioni ossessive e l'umore era più basso della norma. Tutt'ora, a quanto riferisce sembra sia presente, occasionalmente, un'alterazione del contenuto del pensiero che attribuisce agli altri conoscenze che non possono avere circa sue caratteristiche negative che, credo, lei non abbia.
La terapia che sta seguendo è composta da due buoni farmaci, il cui dosaggio va adeguato, dal suo terapeuta, alla sintomatologia che è residuata dall'episodio.
Cordialità,
Dr. Roberto Di Rubbo

[#2] dopo  
Utente 341XXX

Gentile Dr. Di Rubbo,
La ringrazio per la chiarezza e la velocità con cui ha risposto!
In effetti non ho mai avuto delle allucinazioni..almeno.non credo visto che quella sera non la ricordo.
Crede che il dosaggio dei farmaci sia sufficiente?
Un'altra domanda...sono seguita dal centro di salute mentale e ad oggi ho un'esenzione che dice sindrome delirante, ma la psichiatra dice che è solo un modo per agevolarmi economicamente. Non voglio mettere on dubbio quanto mi viene detto, ma in effetti ogni tanto il dubbio che possa avermi mentito mi viene!

La ringrazio ancora!
Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile Utente,
la correttezza del dosaggio può essere valutata solo con la visita. Devo dire che il dosaggio è basso per ambedue i farmaci e se lei sta bene con questo dosaggio è un buon segno. Ad oggi non c'è bisogno di un piano terapeutico che specifica la diagnosi, il farmaco dovrebbe esserle passato anche con prescrizione del medico di base. Mi riservo su questo di correggermi perchè potrebbero esserci delle variazioni fra le regioni, ma credo sia così.
Cordialità,
Dr. Roberto Di Rubbo

[#4] dopo  
Utente 341XXX

Gentile Dr. Di Rubbo,
In effetti l'esenzione è utile, oltre che per i farmaci, per l'esenzione dal pagamento delle visite psichiatriche e psicologiche. Poi credo che, rifacendomi a ciò che ha detto lei, se la diagnosi fosse effettivamente di disturbo delirante allora anche il dosaggio dei farmaci sarebbe diverso.
La ringrazio molto per i chiarimenti!
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Utente 341XXX

Gentili medici,
Scrivo perchè dalla risposta del Dott. Pacini ad un post successivo a questo e cercando (in vano) rispostein internet mi pare di aver capito che esordio psicotico indica l'inizio di un disturbo da definire.
Non conoscendo la mia diagnosi, e non pretendendo una diagnosi online, vorrei solo chiedere secondo il Vs parere per cosa è indicata la terapia che sto assumendo: 75mg fevarin e 5mg abilify
Per essere più precisa, alla dimissione dall'ospedale la terapia era:1,5 mg risperdal e 300mg depakin.
Dopo ilricovero ho trascorso un periodo di tempo in una comunità terapeutica dove mi era stato tolto il depakin sotto mia richiesta di voler eliminare i farmaci.
Uscita da tale centro la diagnosi fornitami era: episodio psicotico acuto e transitorio, prevalenti pensieri e rimuginazione ossessiva, lieve depressione( all'uscita non presente).
L'ultima cosa che mi sento di aggiungere: dei primi giorni in ospedale non ho ricordo o quasi, ma dopo mi sentivo molto bene, dormivo e mangiavo con regolarità.
Grazie mille in anticipo

[#6] dopo  
Utente 341XXX

Gentili medici,
Mi rendo conto che forse la mia domanda eè inappropriata ma spero comunque che qualcuno possa rispondermi.
Grazie!
Cordiali saluti

[#7]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile Utente,

in effetti non capisco bene qual'è la domanda che pone. Provi a formulare la sua richiesta in una maniera più precisa. Quello che si può dire è che "esordio psicotico" definisce l'insorgenza di una sintomatologia in cui è presente una grave alterazione dell'esame di realtà che può includere sia la forma che il contenuto del pensiero. Tale sintomatologia va poi inquadrata in una diagnosi tramite la visita psichiatrica.

cordialità
Dr. Roberto Di Rubbo

[#8] dopo  
Utente 341XXX

Certo, mi scusi. Provo ad esprimermi più chiaramente...
Non so se ho capito bene, episodio psicotico non indica per forza l'inizio di un disturbo. Cioè si può avere un solo episodio nella vita e poi tornare a stare bene? Dalla mia terapia si può dedurre questo? Vi sembra una terapia a scopo preventivo? Mscusate ma ho le idee un po' confuse rispetto alla diagnosi...
Grazie

[#9]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile Utente,

l'esordio psicotico acuto indica sempre una situazione da monitorare attentamente perchè indice di un problema sottostante di una certa rilevanza. Dall'esame di una terapia le cose che si possono dedurre sono troppe per poter dire qualcosa di preciso. Quello che si può dire è che sembrerebbe una terapia di mantenimento ed effettivamente con lo scopo di prevenire un eventuale altro episodio. E' possibile che l'esordio psicotico acuto possa rimanere isolato ma questo non lo si può precisare se tale esordio non viene inserito in una diagnosi all'interno di una visita psichiatrica.

cordialità
Dr. Roberto Di Rubbo

[#10] dopo  
Utente 341XXX

La ringrazio Dr. Di Rubbo!
Buona giornata!
Un ringraziamento anche al Dr. Pacini!