x

x

Abilify da 10 mg

Gentili Dottori, sono già stato ricoverato in psichiatria una volta a ottobre 2013 per una crisi maniacale piuttosto forte con intervento dei carabinieri, mi hanno persino messo le manette e per tutto il tragitto verso l'ospedale in ambulanza, continuavo a insultarli.

Alla dimissione, la terapia che mi è stata assegnata è stata Abilify 30 mg al giorno e Litio arrivato fino a 900 mg.

L'ho interrotto di colpo io volontariamente l'Abilify dopo un mese dall'assuzione dato che avevo acatisia, vista offuscata, forte fotofobia e debolezza alle gambe, non riuscivo più quasi a camminare.

Dato che in questi giorni ho ripreso con le mie pazzie (ossessioni incredibili e autolesionismo), il mio psichiatra vorrebbe mettermi (oltre al Risperdal da 25 mg iniezione intramuscolare che sto già facendo ogni due settimane al CSM) di nuovo l'Abilify ma da 10 mg, dato che avevo avuto tutti quegli effetti indesiderati.

Ovviamente mi sono rifiutato. Io ho il terrore di prenderlo di nuovo l'Abilify. Se lo prendessi anche solo da 10 mg, avrei di nuovo:
-Acatisia
-Debolezza alle gambe
-Fotofobia
-Visione offuscata

O anche solo uno o due di questi sintomi? La visione offuscata e la fotofobia sono persino pericolose adesso che arriva l'estate e guidare l'auto con questi sintomi è davvero invalidante.

Non badate alle mie condizioni cliniche in peggioramento, io me ne sono sempre fregato della mia vita, ditemi la verità se potrei di nuovo avere questi effetti indesiderati con 10 mg.

Grazie mille!
[#1]
Dr. Alex Aleksey Gukov Psichiatra 2.8k 118 6
Gentile utente,
gli effetti collaterali da Lei riferiti sono dose-dipendenti, per cui se ci sono stati con la dose di 30 mg, ad un dosaggio minore (come 10 mg) potrebbero non esserci. Su questo condivido il ragionamento del Suo psichiatra.

Tuttavia, a dosaggio di 30 mg e a dosaggio di 10 mg gli effetti di questo farmaco anche sulla psiche possono essere diversi: per il suo effetto contenitivo sui sintomi psicotici e maniacali occorre spesso un dosaggio medio-alto (come 30 mg), mentre a dosaggi bassi potrebbe avere un effetto, antidepressivo, forse anche antiossessivo (come dimostravano alcuni studi), e, secondo alcuni, curativo per i movimenti involontari, ma anche un possibile effetto antivante e peggiorativo dei sintomi psicotici e maniacali.

Quale dosaggio è "alto" e quale è "basso" per ogni persona va capito individualmente. E' un farmaco che richiede l'attenzione proprio a dosaggio giusto, e spero che con il Suo psichiatra riuscirete a trovarlo.

In alternativa, ci sono gli altri faarmaci antipsicotici, come il Risperdal, il quale, se ben tollerato, potrebbe essere assunto nelle fasi più critiche oltre che per via iniettiva, anche in compresse.

Non è chiaro se Lei prosegue ad assumere anche il Litio. Se no, allora per quale motivo ? Se sì, a quale dosaggio e quali sono i valori di litiemia ?

Dr. Alex Aleksey Gukov

[#2]
dopo
Attivo dal 2013 al 2014
Ex utente
Sono un paziente molto testardo e talvolta anche verbalmente aggressivo coi miei terapeuti (due psichiatri e psicologa). Il giorno prima del ricovero in psichiatria per l'episodio maniacale a ottobre 2013, ho pure insultato verbalmente la mia psicologa al telefono dicendole le peggiori parolacce.

Sono un paziente non collaborativo, il litio l'ho smesso di colpo da 900 mg a 0 mg il giorno successivo perchè non voglio migliorare e dico che i farmaci sono inutili e che servono solo a intossicarmi.

Il mio psichiatra mi ha detto che non posso assumere farmaci SSRI in quanto essendo io bipolare, mi porterebbero al viraggio di una crisi psicotica.

Dato che sono sempre stato un ragazzo con una tendenza molto autolesiva nei confronti della sua vita (non ho mai avuto amici e mai una fidanzata), sabato notte ho assunto 20 pastiglie di pastiglie di Paroxetina apposta per farmi "impazzire", portarmi verso una crisi maniacale per cercare di trovare il coraggio di tagliarmi ancora sulle braccia con un coltello.

Non voglio migliorare e voglio solo autolesionarmi.

Avrei da fare l'iniziezione di Risperdal questo mercoledì al CSM e non andrò a farla perchè non voglio più soddisfare i medici prendendo i farmaci.
[#3]
dopo
Attivo dal 2013 al 2014
Ex utente
Il mio prossimo obiettivo autolesionista è farmi dare un amico che lavora in farmacia il farmaco Wellbutrin che il mio psichiatra, dicendomi che è un dopaminergico e quindi mi porterebbe verso la psicosi, e assurmelo insieme a pastiglie di altri SSRI.
E' un periodo in cui mi sono molto intestardito nel farmi del male.

Oggi pomeriggio vedo la psicologa e vedremo se riesco un pò a calmarmi.
[#4]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38.1k 913 63
Se assume regolarmente le terapie di certo non soddisfa i medici ma aiuta sè stesso a raggiungere dei miglioramenti.

Probabilmente non vuole migliorare.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#5]
dopo
Attivo dal 2013 al 2014
Ex utente
No, io non voglio migliorare.
[#6]
dopo
Attivo dal 2013 al 2014
Ex utente
E non scrivo qua per cercare aiuto ma bensì per sputtanarmi facendo cattiva pubblicità di me a voi (facendovi vedere che pessimo paziente sono) e per nutrire ancora di più la mia tendenza al negativo.

Grazie per le risposte.