Utente 234XXX
Gentili dottori, a seguito di un percorso psicoterapico, su suo suggerimento mi sono messo in contatto con uno psichiatra e dopo un colloquio mi è stata prescritta valeriana plus della Aboca più Venlafaxina 75mg. Io non ho quasi mai assunto medicine in vita mia ed ho un po' di timori a cominciare questa cura che durerebbe minimo 3 mesi tutti i giorni. Come tutti i plebei ho consultato un po' il web per saperne di più ed ho letto di tutto di più..gente che è ingrassata, gente con il calo di libido, chi più ne ha più ne metta...il bugiardino pare un campo di battaglia e sembra un terno al lotto su cosa può capitarti assumendo il farmaco.
Io soffro di uno stato ansioso che mi da problemi in vari campi della vita (specie sessuale)...quali sono le verità su questo farmaco e cosa cura? Effetti indesiderati? Cosa dovrei aspettarmi fra un mese, quando avrò una seconda visita dallo psichiatra?
Lo psichiatra mi ha detto che non risolve i problemi ma è solo un bastone di supporto alla psicoterapia...

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

"Minimo tre mesi" non mi torna. Se la tollera bene durerà, ma tre mesi è una durata insufficiente, appena il tempo per farla funzionare bene, e comunque la dose è da decidere, prima dei tre mesi.

La diffidenza è comprensibile, ma come in ogni altra questione medica la prende per star meglio rispetto al disturbo per cui è andata dal medico. Tra un mese potrebbe iniziare a stare già meglio, non è detto però che questa dose basti.
Non mi torna per niente il discorso "supporto alla psicoterapia". Il farmaco può risolvere i problemi, e non nasce come supporto a niente, ma come cura a se stante.

Per quanto riguarda la previsione dei futuri sviluppi, etc, a parte il fatto che è tutto da vedere e che ci sono numerose alternative farmacologiche, la diagnosi non è precisa, perché "stato ansioso" rimane vago.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 234XXX

Gentile dottore, quando ho avuto l'appuntamento con lo psichiatra ho fatto un po' il riassunto di quello che racconto allo psicologo e alla fine mi ha prescritto appunto venlafaxina e valeriana. La posologia va dai 3 ai 6 mesi, a metà luglio ho un appuntamento con lo psichiatra..
Tra l'altro psichiatra e psicologo mi hanno detto che sarebbe di aiuto nella sfera sessuale, solo che leggo che fra i possibili effetti indesiderati c'è disfunzione erettile e orgasmo compromesso, oltre agli eventuali problemi a guidare od usare macchinari. La cosa un po' mi disorienta..a chi devo dar retta? Prima di iniziare una cura di mesi devo sentire il mio medico di base...
Io soffro di ansia, non so dare altra definizione...mi trovo un po' a disagio in posti affollati e le mie esperienze sessuali sono sempre state un disastro per ansia da prestazione...

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"La posologia va dai 3 ai 6 mesi"

Posologia significa dosaggio. Se intende che la durata del trattamento è al minimo 3 e al massimo 6 mesi, no, non è così. Il trattamento può durare quanto si vuole, e non ha molto senso che duri solo pochi mesi.

Il farmaco non è una terapia per le disfunzioni sessuali, ma può migliorare la vita sessuale nella misura in cui cura il disturbo che la compromette. Poi gli effetti collaterali sulla sfera sessuale ci possono essere in misura variabile.

"Prima di iniziare una cura di mesi devo sentire il mio medico di base..." Non vedo perché, ha apposta il contatto con lo specialista (che ha già in programma di rivedere a breve).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 234XXX

Ieri alle 21:00 ho preso la pillola per la prima volta e alle 3:00 mi sono svegliato sentendomi male e mi sono recato al pronto soccorso. Sentivo vampate di calore, tremori/brividi, bocca secca, pupille dilatate, vista un po' sfuggente, poi leggero senso di nausea...mentre aspettavo in sala d'attesa l'effetto si è un po' calmato ma poco fa mi sono sentito un po' instabile nella camminata...mi sono addormentato nel letto e al risveglio ho avvertito un po' i tremori...
Stamani ho contattato lo psichiatra, gli ho descritto la situazione e mi ha prescritto Eferox 37.5mg da usare per 6 giorni per poi tornare ad assumere i 75mg.
Ma questi farmaci hanno effetti sulla tiroide? Mi sento un po' scombussolato..quanto possono durare questi sintomi? Con i 37.5mg avrò effetti collaterali?

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non capisco il discorso della tiroide, perché proprio la tiroide ?

Questi sintomi possono durare diversi giorni.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 234XXX

La tiroide perché ho avvertito fastidio alla gola ed ho pensato proprio alla ghiandola..non vorrei diventare ipocondriaco...
Stamani ho preso Eferox 37.5mg ed è andata meglio. Gli unici sintomi che avverto sono una leggera cefalea, sbadigli pomeridiani, qualche tremore ed oggi ho notato difficoltà ad urinare..non ho avuto lo stimolo tutto il giorno e da stamattina alle 7:00 ne avrò fatta un bicchiere a fronte del litro e mezzo di acqua bevuta...anche questi sono sintomi che passeranno? Non vorrei che lasciassero danni dietro di loro...con l'arrivo del caldo nno vorrei avere il problema di non urinare...in questi giorni ho avuto problemi anche notturni..mi svegliavo e riaddormentavo...

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

In effetti si sta tenendo molto sotto controllo, questo come atteggiamento di partenza.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it