x

x

Probabile ricaduta

Due anni fa mi trovavo immersa in una situazione orribile da cui non riuscivo ad uscire,
parlo di problemi alimentari, di depressione, di autolesionismo, pensieri di morte e suicidio. Il medico a cui mi sono rivolta disse a mia madre che ero parecchio vicina alla schizofrenia o al disturbo bipolare. Soffrivo di ossessioni, parecchie, e di molte altre cose. Adesso ho paura di ricadere in qul tunnel. Ne sono uscita da circa un anno ma vedo alcune cose che non vanno bene. Ho ricominciato a lavarmi le mani troppo spesso, fino al sangue, non riesco a non truccarmi quando esco e se mi viene male mi viene un senso di ansia e nervosismo. Mi guardo incontinuazione cercando di sistemare quello che non è venuto bene e non mi placo finche non riesco. Mi guardo sempre la pancia allo specchio, mi peso ogni giorno sperando di essere più magra, nonostante mangio adesso, non come due anni fa. Quasi sempre le cose più stupide mi portano alla tristezza e allo svuotamento. Divento soltanto un involucro, non penso a nulla, guardo ma non osservo e mi spengo, come se ci fosse un bottone per spegnere la mia testa. Non riesco a reagire e preferisco tacere anche se quello che le persone dicono non è vero. Convivo dall'anno scorso e lui è colui che mi ha aiutato ad uscirne. Tutti questi comportamenti ci allontanano e ho paura. Certe volte mi sento come se non provassi nulla. Soffro sempre di ansia e di angoscia per le cose. Anche le più stupide. Secondo voi è una ricaduta o sono soltanto lunatica o cose così? fatemi qualsiasi domanda vi aiuti a capire.
Cordiali saluti.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38k 912 63
Ha fatto precedentemente una terapia per i suoi disturbi?

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Innanzitutto grazie per aver risposto.
Comunque si, certo. Sono stata 6 mesi sotto cura di un neuropsichiatra che mi ha riferito di essere guarita.
[#3]
Dr. Roberto Di Rubbo Psichiatra, Psicoterapeuta 1.1k 24 4
Gentile utente,
il medico che la segui' ha continuato a seguirla negli ultimi due anni? Dati i sintomi che descrive sembrerebbe normale essere stata seguita nel mantenimento della cura. In questo ultimo anno in cui è stata bene ha continuato una terapia di mantenimento? E se si quale? Con quale terapia era riuscita ad uscire dalla sintomatologia negli anni precedenti?
Cordialità,

Dr. Roberto Di Rubbo

[#4]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38k 912 63
Che tipo di cura ha fatto?
[#5]
dopo
Utente
Utente
Grazie per le vostre gentili risposte
Comunque no, non ho fatto terapia di mantenimento in questi ultimi anni. Due anni fa ne sono uscita prendendo dei farmaci, non ricordo quali, e facendo sedute di psicoterapia ogni settimana col medesimo medico. I farmaci sono stati gradualmente ridotti fino a quando non ho smesso di assumerli.
Cordiali saluti.