Utente 542XXX
Ho usato diversi antidepressivi, ma tutti, anche gli SSRI e non solo i TCA mi causano stipi grave. Prima mi aiutavo con il lattulosio, poi sono dovuta passare a lassativi + forti. Mi sapreste indicare un antidepressivo che non presenta questo effetto collaterale? Altrimenti sarò costretta a sospenderli, poichè non posso pregiudicare la funzionalità dell'intestino. Ho parlato col mio psichiatra, ma lui minimizza il disturbo, che se è eccessivo, non può non essere preso in considerazione.

Grazie

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

se ha avuto come effetto collaterale frequente questo disturbo, puo' anche essere che l'utilizzo di altri farmaci possa non essere risolutivo per la soluzione della stipsi.

Provi a parlare con il suo psichiatra, o si rivolga ad un altro, per una valutazione per l'introduzione di antidepressivi di altra classe farmacologica.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Può specificare i parametri di questa stipsi ? In che senso lo psichiatra può minimizzare una stipsi grave ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#3] dopo  
Utente 542XXX

Gli antidepressi che ho provato sono TCA, SSRI, SNRI, mi mancano i MAO inibitori che penso non vengano + usati. Esistono altre classi? So che il disturbo è soggettivo, in qualche caso, alcuni potrebbero provocare diarrea. Al mio medico ne ho già parlato. Vi ho scritto proprio per questo, ma evidentemente non c'è soluzione. A me non risultano altre classi di antidepressivi, se esistono, potrebbe dirmi quali sono?

Grazie, comunque, per l'mmediata risposta.
Cordiali saluti

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
la stipsi è tutto fuorché soggettiva. Ne specifichi i parametri: frequenza, modalità di evacuazione, stimolo, consistenza feci, altri sintomi intestinali etc
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 542XXX

Gentile Dr Pacini, quando prendo gli antidepressivi, non vado in bagno anche + di una settimana. Devo ricorrere ai lassativi, che alla lunga pregiudicano il funzionamento dell'intestino . Se smetto gli antidepressivi , dopo un po' tutto ritorna abbastanza regolare. Ho fatto anche una colonscopia per vedere se potevano esserci concause, ma è tutto negativo. Lo psichiatra dice che mi devo tenere il disturbo o rinunciare alla cura farmacologica e forse ha ragione.
Soffro anche di ansia, c'è forse un ansiolitico con blandi effetti antidepressivi? Meno male che le BDZ non danno questo disturbo. Ci mancava solo questo!

Cordiali Saluti

[#6] dopo  
Utente 542XXX

Gentile dr Pacini, forse non mi sono spiegata bene. Con il temine "soggettivo" intendevo dire che in alcune persone il disturbo si manifesta ed in altre no. E questo è un dato di fatto. Quanto alla frequenza delle evacuazioni puo' superare 1 volta a settimana, non avverto dolori addominali nel frattempo, ma solo un senso di gonfiore, malessere generale, inappetenza. Tali sintomi si manifestano dopo circa tre giorni. Quando avverto lo stimolo ad evacuare, le feci sono dure, difficili da eliminare e non ho senso di svuotamento completo. Comincio ad avvertire tenesmo addominale e rettale finchè nello stesso giorno o il giorno dopo non viene eliminato il resto delle feci che dopo + tentativi di evacuazione per eliminare feci ancora dure, compaiono feci morbide. Capisco che il problema andrebbe posto ad un gastroenterologo, ma è di chiara origine farmacologica (uso di antidepressivi). Ho già fatto una colonscopia, risultata negativa a patologie del colon e quando, per disperazione, elimino gli antidepressivi, lentamente l'intestino si regolarizza. La mia domanda circa l'esistenza di antidepressivi che non abbiano questo fastidioso e trascurato (dai medici)effetto è forse un po' retorica.
Ho fatto, nel vs. sito, un tentativo di consultare un altro medico, visto che il mio è del pare "si arrangi come puo'". La seconda domanda si riferiva invece alla possibilità di un ansiolitico (io soffro di depressione ansiosa), che abbia un blando effetto antidepressivo. Ho sentito parlar bene dello Xanax, puo' dirmi qualcosa di più? L'iperico puo' essere un'alternativa? Per completare il discorso aggiungo la mia attuale terapia: Maveral 300 mg/die, il più temibile Noritren 50 mg/die (ma anche il solo maveral crea problemi), Diazepam x l'ansia e Lormetazepam come ipnotico 50 gtt la sera. Grazie

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

la sua stipsi e' caratterizzata dalla formazione di fecalomi che non consentono una normale evacuazione.

Non so se le siano stati consigliati dei metodi di risoluzione pratica come ad esempio la dieta ricca di fibre, il movimento, la assunzione di due litri di acqua al giorno ed altre cose di questo genere.

La formazione del fecaloma e' certamente dovuta alla mancata evacuazione probabilmente anche correlata all'assunzione di psicofarmaci e qui affermo anche che non solo gli antidepressivi provocano riduzione della motilita' intestinale.
Ad ogni modo personalmente non vedo soluzione se non la applicazione di regole alimentari e di movimento che favoriscano la regolarizzazione intestinale.


https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#8] dopo  
Utente 542XXX

Gentile dott. Ruggiero,
la ringrazio per i consigli. Ritengo la mia dieta un pochino povera di fibre, dovrei introdurne forse di più. L'acqua non manca, ne bevo anche più di 2 litri. Proverò ad introdurre un po' di movimento. Rimane il fatto, che tolti gli antidepressivi, l'intestino torna a funzionare e che quindi la ragione principale è iatrogena. Ritengo il consiglio utile, per verificare se una dieta migliore e del movimento riescano a contrastare gli effetti negativi degli antidepressivi. Mi mancano i vs pareri sullo xanax (è vero che ha un blando effetto antidepressivo?)e sull'iperico. Se gentilmente Lei o un suo collega potete rispondervi, ve ne sarei grata. E' utile a tale proposito che sappiate che la mia depressione è resistente alle cure e per tale motivo il mio psichiatra ha portato il maveral al massimo del dosaggio e ha aggiunto il noritren.

Grazie

[#9]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

mi meraviglio quando comprendo che il suo psichiatra non le ha consigliato dei comportamenti che possano in qualche modo favorire la regolarizzazione intestinale.
E' vero che ci sono gli effetti collaterali ma e' anche vero che a volte alcuni comportamenti consentono dei miglioramenti.

Per quanto riguarda lo Xanax, non lo ritengo utile come antidepressivo in quanto non lo e', anzi andrebbe tolto gradatamente e non inserito per tempi lunghi.

Per quanto riguarda l'iperico, sinceramente non faccio affidamento su molecole di dubbia efficacia e pur conoscendone le proprieta' preferisco non utilizzarlo.
Alcuni pazienti riferiscono beneficio ma credo sia legato all'effetto placebo e non ad altri motivi.

https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#10] dopo  
Utente 542XXX

Gentile dott. Ruggiero La ringrazio x i consigli e la pazienza accordatami. Spero di riuscire a migliorare in tutti i sensi.

Con i migliori saluti