x

x

Antidepressivi ed effetti indesiderati

Gentili Dottori, in questo sito ho più volte letto vostre risposte che dicono che se una molecola causa effetti indesiderati a livello sessuale (scarsa libido - difficoltà eiaculatoria - difficoltà a raggiungere l'orgasmo - molto meno piacere ecc.) si può cambiare con un altra molecola che non causa questi effetti indesiderati.
La mia domanda allora è: quale sarebbe questa molecola "miracolosa"?

Io sto assumendo la duloxetina da 60 mg da poco più di due mesi e lo specialista mi ha detto che purtroppo gli antidepressivi causano questi problemi.
In passato ho usato altri antidepressivi (non ricordo il nome) e ho sempre avuto questi problemi anche se con la duloxetina sembrano più pesanti.
Forse però con il prozac se non ricordo male questi effetti erano di minore entità,
è allora proprio il prozac la molecola che causa meno effetti indesiderati di questo tipo?
[#1]
Dr.ssa Tiziana Corteccioni Psichiatra, Psicoterapeuta 126 7
Buonasera,
Dalla mia esperienza clinica è proprio la Duloxetina il principio attivo che risulta avere minori effetti sulla funzionalità sessuale. Purtroppo però ho riscontrato che effetti collaterali di questo tipo sono molto variabili e variano anche da persona a persona. Ho avuto anche pazienti che hanno assunto farmaci generalmente interferenti con la funzionalità sessuale i quali non hanno presentato nessun effetto collaterale di questo tipo.

Cordiali saluti.

Dr.ssa Tiziana Corteccioni
www.tizianacorteccioni.it

[#2]
Dr. Vassilis Martiadis Psichiatra, Psicoterapeuta 7.2k 160 116
Tutti gli antidepressivi che agiscono sulla ricaptazione della serotonina possono interferire con la funzionalità sessuale. Tra questi anche la duloxetina e la stessa fluoxetina. Come già anticipato dalla Collega e come citato dalla sua stessa esperienza con il prozac, ossia con la fluoxetina, la variabilità di questo tipo di effetti é molto ampia, da una molecola all'altra e per la stessa molecola da un individuo all'altro. Occorre valutare assieme allo specialista quale possa essere il. Ig livore trattamento che comporti efficacia clinica con effetti avversi tollerabili e non particolarmente disfunzionali. Altra possibilità da valutare con lo specialista é quella di orientarsi su antidepressivi che abbiano minore o nulla influenza sul sistema serotoninergica, se indicati per la condizione clinica.
Cordiali saluti

Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
Grazie per le risposte Gentili Dottori,
scusate, ma anche il fatto che nel bugiardino ci sia scritto che spesso gli effetti indesiderati scompaiono dopo poche settimane, vuol dire che molto probabilmente continuando la cura ci sono alte probabilità che scompaiano anche su di me o visto che sono in cura da oltre due mesi e questi effetti sono ancora presenti allora vuol dire che me li porterò dietro finchè sarò in cura?

Inoltre, valutare con lo specialista antidepressivi che non abbiano influenza sulla seretonina si intende gli stabilizzatori dell'umore per caso?

Una curiosità: ma proprio gli stabilizzatori (mai presi) possono sostituire gli antidepressivi - si possono prendere assieme ad essi - o si assumono sempre dopo una cura con gli antidepressivi?
Grazie ancora
[#4]
Dr. Vassilis Martiadis Psichiatra, Psicoterapeuta 7.2k 160 116
Gli effetti sessuali possono tendere a ridursi nell'arco dei primi tre-quattro mesi di terapia. Se nell'arco di questo periodo non accennano almeno a diminuire, allora é possibile che restino inalterati per la durata della terapia. In quel caso, ossia di scarsa tollerabilità degli effetti sessuali, lo specialista può concordare di saggiare altre molecole. Esistono altri antidepressivi con minore impatto sulla trasmissione serotoninergica e quindi potenzialmente con minori effetti sulla sfera sessuale. Se questi altri tipi di antidepressivi siano indicati nella specifica situazione clinica questa é decisione che spetta allo specialista di riferimento. Anche alcuni stabilizzanti dell'umore possono essere usati per potenziare l'azione antidepressiva di altri farmaci. A meno che non vi siano specifiche esigenze cliniche, generalmente, gli stabilizzanti non vengono usati da soli in casi di disturbi depressivi puri.
Cordiali saluti