Utente 788XXX
Mi chiamo Luca, ho 43 anni e mi hanno diagnosticato un problema d'ansia che mi dava notevoli conseguenze psicotiche, da due mesi asumo il gabapentin in misura di due pastiglie da 100 mg. per tre volte al giorno e meravigliosamente i problemi psicotici sono risolti ma purtroppo ho una enorme mancanza di forze tutto mi mi costa una grande fatica, anche mentalmente sono molto passivo, ho molte difficoltà di concentrazione e fatico a ricordare le cose,sono così debilitato che anche la salute sessuale è a rischio nel senso che anche se arrivo all'erezione il pene non diventa turgido come prima, sono molto preoccupato, è possibile risolvere il problema dell'ansia senza sentirsi menomati? e se si come? ringrazio chiunque voglia aiutarmi con una posibile risposta

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

quando parla di conseguenze psicotiche intende dire psicologiche?

Ha effettuato altri trattamenti?

Chi le ha prescritto il Gabapentin?

Puo' cortesemente esplicitare meglio il suo problema di ansia?
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Penso che si sia confuso con il termine psicotico (allucinazioni e deliri). Il gabapentin non è un antipsicotico, mentre che funzioni contro i sintomi d'ansia è vero. Non èperò il farmaco di prima scelta nei disturbi d'ansia, specie da solo.
Quale diagnosi ha ricevuto ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#3] dopo  
Utente 788XXX

Ringrazio per la cortese attenzione dedicatomi dai dott. Ruggiero e dott. Pacini, cerco di precisare le mie condizioni; avevo allucinazioni, distorsioni della realtà e sensi di persecuzione, credo che questi avvenissero in seguito ad uno stato d'ansia molto grave, infatti sedata l'ansia con il gabapentin questi stati psicotici sono stati meravigliosamente annullati ora però rimangono le controindicazioni di cui parlavo nella precedente richiesta di consulto, cosa posso fare? Ancora grazie Luca.

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Dunque, questo non torna. Le allucinazioni e i deliri non si trattano con il gabapentin. E non derivano da nessuno stato ansioso, derivano da una particolare attività di alcune zone del cervello. I fenomeni non si provocano a vicenda, l'ansia è già un risultato di un'attività cerebrale, e si può associare ai sintomi che lei indica.
Se si sono risolte è un bene ma dubito per merito del gabapentin.
La situazione non è assolutamente chiara. E ripongo la domanda:
DIAGNOSI FATTA ? CHI ha fatto diagnosi di allcuinazioni, deliri etc e ha prescritto un farmaco che non c'entra niente con questi stati ?
E' sicuro che il medico li abbia definiti allucinazioni e deliri ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 788XXX

La ringrazio nuovamente par l'attenzione e cerco di spiegare di più,
da dieci anni circa prendo il risperdal quando mi capitano le psicosi, in dosi di 1,5 mg. al giorno anche 2mg., ma le cure così hanno dato sempre effetti di soluzione provvisoria comunque mai così totale come adesso che ho si inizialmente assunto del risperdal in dose da 1 mg. al giorno, ma solo quando ho ridotto il risprdal fino ad asumerne 0,5 mg. al giorno come adesso cioè irrisorio mi sono sentito libero dalle psicosi,l'azione del gabapentin fin da subito mi ha fatto sentire meglio riguardo ai sensi di persecuzione e alle psicosi (relazioni tra me e ciò che si diceva in televisione etc.), ora mai in dieci anni periodo con cui sono stato trattato con risperdal ho avuto tali benefici ripeto però rimangono le controindicazioni, gradirei molto avere consigli anche su questo,
grazie ancora Luca
P.S. i medicinali me li ha prescritti una psichiatra

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
credo che lei purtroppo, nel tentativo di "sentire" l'azione dei farmaci su di sé e di capire cosa cambia variando le dosi, faccia un'esterma confusione nella definizione dei sintomi (che non spetta a lei comunque) e nel collegamento farmaco-sintomi.
Le cose tornano di più: lei prende un antipsicotico. NON ci ha ancora detto la diagnosi però.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 788XXX

no, mi spiace ma io mi attengo alla realtà ed è un pò triste vedere che non è da essa che a volte si parte, la realtà è che per dieci anni ho usato nelle psicosi l'antipsicotico,che adesso assumo in quantità direi irrilevante a prova dell'esperienza e lei lo può confermare e questa cura in dieci anni non ha mai avuto l'effetto che ora ho da quando assumo il gabapentin, se non si parte da questo si travisa la realtà, la diagnosi precisa non è stata ancora scritta forse ma la psichiatra che mi ha in cura ha detto che evidentemente la causa è da ritenersi l'ansia

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
ma stiamo scherzando ? La diagnosi non è stata ancora fatta dopo dieci anni ? Su che base prende le terapie.
"La causa è da ritenersi l'ansia" è una frase senza senso. L'ansia è un sintomo, come la febbre o il mal di stomaco.
Le ripeto che una cosa che risponde abbassando l'antipsicotico a dosi irrisorie (anzi meglio perché più alto non funzionava) e che invece risponde brillantemente con una bassa dose di gabapentin mi suscita un grosso dubbio diagnostico, che resta tale non avendola visitata. L'unica cosa davvero assurda è che non ci sia una diagnosi
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 788XXX

purtroppo questa è la situazione e l'unica realtà positiva che ho è che adesso non ho più esperienze psicotiche il che non è poco, ma rimangono gli altri inconvenienti di cui parlavo e a cui mi piacerebbe avere una proposta,magari poi la verrò a trovare e gli spiegherò i miei dieci anni senza una cura valida come adesso per gli eventi psicotici spesso fatti rientrare nella depresione che guarda caso curata con gli antidepressivi e in aggiunta del risperdal non ha mai dico mai risolto gli eventi psicotici.
La ringrazio ancora per l'attenzione, saluti Luca

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Di niente.
Se c'erano gli antidepressivi forse si spiega perché i sintomi psicotici non andavano via. E' un discorso che però ha senso fare conoscendo bene la diagnosi.
Saluti
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11] dopo  
Utente 788XXX

mi dice qualcosa su come rimediare alla mancanza di forze, di concentrazione etc, grazie Luca.

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non posso darLe indicazioni sensate, bisognerebbe intanto mettere in ordine le priorità terapeutiche, e visto che la diagnosi è incerta davvero non saprei.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#13] dopo  
Utente 788XXX

grazie e arrivederci.