x

x

Uso di sertralina hexal da 100 mg e depakin da 300 mg

Buongiorno a tutti,
a causa di un periodo di forte ansia/angoscia e tristezza rasente alla depressione, ho iniziato da qualche settimana il trattamento con sertralina da 100 mg e depakin da 300 mg. L'assunzione, specialmente per la prima, è stata molto graduale: prima 1 quarto di pasticca per 4 gg, poi mezza per una settimana circa, e da un'altra settimana sto assumendo la dose piena. Riguardo al depakin, invece, ho iniziato con mezza pasticca la sera, per poi passare ad una intera dopo 4 gg. Mi è stato detto che per riscontrare i benefici veri e propri di questa terapia farmacologica è ancora presto e bisogna quindi aspetta ancora un po', soprattutto per quanto riguarda la sertralina (almeno spero sia così). Solo che quest'ultima mi ha dato qualche fastidio all'inizio (aumento dell'ansia, nausea, insonnia), poi rientrati nel giro di qualche giorno. Solo uno di questi fastidi sta persistendo, e cioè una diminuzione della libido e una totale assenza di eiaculazione (che, con le dosi più basse era solo ritardata). Riesco ancora ad avere delle erezioni, ma durano poco e l'orgasmo è praticamente un miraggio. quello che volevo chiedervi è, seppur al corrente che questo sia un effetto collaterale piuttosto comune nell'utilizzo degli SSRI, esso può durare per l'intera terapia oppure tende a stabilizzarsi nel corso del tempo? Inoltre, c'è il rischio che il problema possa persistere anche a terapia conclusa?
Vi ringrazio e buona giornata
[#1]
Dr. Manlio Converti Psichiatra, Psicoterapeuta 799 17 21
Finora lei ha preso dosi omeopatiche di farmaco.
Ciò nonostante lei è ipersensibile agli effetti collaterali.
Parli con il suo medico per provare ad usare un altro dei numerosi SSRI (et similia) per trovare quello che non le produce effetti collaterali tanto sgradevoli.
L'effetto collaterale è sempre possibile con tutti gli SSRI (et similia) ma la sensibilità individuale ad un farmaco o ad un altro cambia.

Dr. Manlio Converti

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gent.le Dott. Converti,
La ringrazio per la disponibilità e per la tempestività nella risposta. Quindi, solo una precisazione, se a delle dosi così blande il mio organismo reagisce in questa maniera, secondo Lei è necessario il cambiamento di farmaco, oppure è anche possibile che l'effetto collaterale sul quale mi sono soffermato si diradi nel tempo? Mi perdoni l'insistenza, ma su queste cose sono un po' paranoico. In ogni caso contatterò al più presto il mio medico.
Cordiali saluti
[#3]
Dr. Manlio Converti Psichiatra, Psicoterapeuta 799 17 21
Pendo di SI, ma lo avevo già scritto.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Ho capito. Grazie ancora