Utente 159XXX
Ho già scritto su questo disturbo ad altri specialisti, ma oggi mi è accaduto di nuovo e volevo aggiornare. In breve soffro da anni di ansia e nel 2013 peggiorata, alcuni sintomi erano cambiati e tutti passati alla testa, Il sintomo di cui ho più paura è una specie di vertigine con caduta che però non so se è vertigine, che mi viene solo in estate quando soffro di più di ansia. Quest'anno con stasera è la seconda volta quest'anno, da due anni faccio cura per ansia e gli episodi sono diminuiti e più leggeri ma vengono all'improvviso e posso cadere a terra. Quest'anno ho fatto visite ed esami, l'otorino è uscito negativo, neurolog con cui sono in cura nelle visit enegative, avveo anche vertigini parossistiche posizionali dal 2010. A luglio ho fatto tAC alla cervicale ed è uscito che ho un pò artrosi e due piccole ernie, il neurologo ha detto che le ernie non fanno venire le cadute e anche il radiologo della TAC era perplesso su questa possibilità, l'otorino non ha detto niente.Il neurologo ha detto che forse poteva dipendere dall'ansia. La cosa strana che fino a 15 giorni fa ho avuto cervicale e non è venuto niente, da due settimane stavo abbastanza bene e da ieri mi sono ritornati alcuni sintomi di ansia e cervicale perchè fra qualche giorno deve venire il ciclo. Però gli episodi con caduta provengono dal collo o nuca.Questa sera è accaduto che mentre mi asciugavo le mani nel bagno all'improvviso mi è venuto l'episodio ho chiuso gli occhi e urlato un pò e mi sono ritrovata inginocchiata mentre mi mantenevo all'asta dell'asciugamano ero cosciente e subito mi ero ripresa e tremavo un pò, dopo mi volevo mettere a piangere e avevo la testa confusa, questa volta è stata più leggero e reagisco all'evento.Oggi pomeriggio avevo solo un pochino di cervicale, sbalzi di umore e pensieri negativi e vuoto interiore.Ho anche agorofobia, ma sono due settimane che esco quasi tutti i giorni.
Ho molta paura e mi ritorna l'ipocondria quando succede così. Ho avuto delle risposte ma ho sempre dubbi.Io prima quasi quasi pensavo che forse erano una specie di attacchi di panico, perchè i specialisti e parenti con cui parlo non capivano perchè urlo.Credo che sia la cura per l'ansia che ha fatto diminuire un pò di intensità gli episodi, o lo psicofarmaco che prendo.
Non so se faccio altri tipi di esami ma penso che non sapranno dirmi risposte concrete.


Mi può dare una risposta da psichiatra se si capisce se può dipendere da ansia o da cervicale?


Grazie e cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Mario Savino

40% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
I medici che l'hanno visitata sembrano propendere per un disturbo, d'ansia, verosimilmente un disturbo da attacchi di panico. Che farmaco sta assumendo?
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria

[#2]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
[#3] dopo  
Utente 159XXX

Rispondo prima al secondo medico,
Nel 2013 la prima volta che mi era venuto il 118 mi avevano fatto elettrocardiogramma con il dispositivo che avevano e poi avevano ricevuto il risultato negativo e le pulsazione del cuore erano normali, sempre nel 2013 la pressione era normale.

Ma una visita cardiologica non l'ho fatta.
----------------------------------------------------------------
Rispondo al primo medico.
L'ansia generalizzata c'è l'ho dal 2001, il peggioramento dal 2013, nel 2012 iniziata agorofobia, e leggera depressione, tutto per stress famigliari.
Prima non avevo mai preso psicofarmaci, solo ansiolitico e forse non mi ero curata in modo adeguato o l mio medico non riconosceva che avevo depressione e ansia.
Sono in cura da fine agosto 2013, con xanax e mutabon mite a basse dosi, perchè avevo paura di prendere i psicofarmaci e il neurologo mi aveva dato uno leggero.Avevo anche insonnia e forte tensione, ma il sintomo principale erano le vertigini da un pò sono passate. La cura mi ha fatto migliorare molto, se fosse solo per l'ansia che è leggera e sto abbastanza bene va bene anche così, ma ho visto che in estate quando fa troppo caldo e se esco qualche volta mi viene un pò di attacco di panico. In questi giorni quando uscivo a fare passeggiate mi veniva un pò di affanno ma non so se era l'agorofobia che me lo faceva venire. Ieri sera pure mi era venuto con un pò di tremarella ma non so se era la paura. Quando mi vengono queste cose mi viene l'ipocondria e non so cosa fare. Se dovrei fare nuovamente serie di esami e visite mi stresserebbe ancora di più.

Quest'anno quando facevo visite ed esami l'ansia era sempre in primo piano o ero io per far capire subito i problemi generali che avevo e il mio medico si spazientiva perchè cercavo rassicurazioni sui problemi che avevo.

Però non ho fatto visite psichiatriche, mi è difficile trovarne uno perchè dalle mie parti la sanità ha cambiato le cose, e volevo sapere punti di vista dei psichiatri
se il mio problema dipendesse dall'ansia delle cadute dipendesse dall'ansia.




[#4]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Potrebbe dipendere dal l'ansia se sono state escluse tutte o cause.

In ogni caso la sua terapia attuale non è sufficiente per ridurre i sintomi in modo efficace per cui sarebbe utile una visita psichiatrica.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#5] dopo  
Utente 159XXX

Oggi sono riuscita ad andare dal medico, e poichè quando mi viene quella specie di vertigine mi viene l'ipocondria e mi fisso se devo fare altri esami, ma il medico ha detto che non devo fare più niente e devo fare controlli dal neurologo ogni 6 mesi e seguire la sua terapia, ma io stupida già avevo incominciato a scalare xanax per ritornare a 5 gocce.Ora riprenderò la dose,ecc. Volevo chiedere al medico se andavo a fare una visita dallo psichiatra ma poi ci ho ripensato.Ho paura di prendere altri tipi di psicofarmaci ancora mi fanno male, con questi che prendo mi trovo bene.
Ma dove vivo io le persone le mandano dal neurologo perchè non c'è lo psichiatra.

[#6] dopo  
Utente 159XXX

Infatti forse può dipendere dall'ansia, ogni volta che mi viene un attacco forte di questa specie di vertigine, me ne vado in ipocondria e sotto stress, come se l'ansia mi vuol far peggiorare di nuovo.

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
[#8]  
Dr. Mario Savino

40% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
già
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria

[#9] dopo  
Utente 159XXX

Al medico avevo chiesto se dovevo fare altre visite, o esami al cuore (l'avevo fatto nel 2013), ma ha detto che non devo fare altri esami, le riposte le ho avute e devo solo seguire la terapia come dice lo specialista e mi ha parlato come mi devo comportare con l'ansia e fobia,ecc.
Ma perchè vede che sono ipocondriaca e mi tranquillizza, ma dal neurologo sono già andata varie volte e mi ha aggiustato la terapia e mi ha trovato meglio.

Forse come scrivo sembro che sto peggio, ma se mi vedono i medici o specialisti o persone normali mi vedono normale, oggi il medico mi ha visto bene ed era contento dei progressi che ho fatto.

Ma queste cose che peggioro sono fasi momentanee che mi vengono a periodi in estate e poi passano, poi le persone che frequento mi stressano ancora di più.

Perchè è complicato andare dallo psichiatra e troppo stressante andarci per me quando sono sottostress perchè è lontano e problemi di spostamenti,ecc.Se era nel mio paese come anni fa ci sarei andata facilmente.