Utente 689XXX
Buon giorno, so di far parte delle c.d. problematiche minori (non per me). Ho 56 anni, con diatesi di depressione unita a psicosi (mi hanno spiegato che è raro ma è me è successo). Combatto da anni contro una depressione strisciante e una psicosi. In questi ultimo mese la depressione si è aggravata moltissimo e su prescrizione di uno psichiatra ho iniziato ad assumere entact (20gg al mattino e 20 al mezzo giorno). Ho letto però che questa compressa fa aumentare il peso ponderale. Per me, avendo sofferto di anoressia, bulimia, dopo essere aumentata e dimagrita 30 kg per tre volte, la cosa non è accettabile. Attualmente la mia alimentazione è molto limitata non posso accettare un aumento di peso. Vi chiedo se esistono compresse sostitutive di entact che non abbiano questo effetto collaterale sul peso (che farò cambiare, ovviamente, allo psichiatra solo dopo un visita e un confronto con lui. Confronto che però ha senso se questa compressa senza questo effetto collaterale esiste). Vi ringrazio. So che, in genere, le donne della mia età non vengono più trattate per quanto riguarda questi argomenti (peso, anoressia,ecc.). Me l'hanno spiegato alcuni anni fa all'ospedale di Milano. Ma vi prego di fare un'eccezione. Vi ringrazio se potrete aiutarmi. Auguro a tutti buon lavoro e grazie.

[#1]  
Dr. Manlio Converti

48% attività
16% attualità
20% socialità
MUGNANO DI NAPOLI (NA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2011
Intanto al massimo fa aumentare l'appetito e ridurre il metabolismo, per cui mangiando normalmente e facendo rispetto alla sua età attività fisica, non avrà nessun aumento ponderale.
Poi tutti gli psicofarmaci, senza grandi differenze tra gli antidepressivi, hanno questo effetto collaterale (aumento dell'appetito).
Infine la sua sembra più una scusa per boicottare ogni terapia...
Il suo è un buon psichiatra, segua i suoi consigli.
Dr. Manlio Converti

[#2]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
L'escitalopram è uno degli antidepressivi più recenti, uno di quelli che danno meno problemi per quanto riguarda l'aumento di peso. Come dice il collega Converti può aumentare l'appetito (ma non è detto). Se però la fa stare meglio e quindi più attiva vedrà che il problema non si porrà neanche.
I disturbi alimentari si modificano con l'età, ma difficilmente si risolvono del tutto. Probabilmente il discorso dell'ospedale di Milano in realtà è economico: se i soldi pubblici sono pochi, li usano per i giovani, o per i casi più gravi. Che poi sia una scelta eticamente corretta non so, ma la coperta è sempre più corta.
Franca Scapellato

[#3] dopo  
Utente 689XXX

Gentilissimi dottori vi ringrazio. Le assicuro, dott. Converti, che il mio non un tentativo di boicottare la cura. Ma il terrore dell'aumento del peso, che so essere assolutamente assurdo in una donna di 56 anni che, fra l'altro, non ha nessun problema psicologico in merito all'età e alle rughe e al decadimento fisico, è una cosa che non riesco a gestire. dopo le gentili parole, assumerò il farmaco sapendo che, ormai, riesco mentalmente quasi ad annullare la sensazione di fame e quindi, sul versante peso non avrò problemi. Grazie per il tempo dedicatomi.