x

x

Ansia indotta da sostanze

Buongiorno,
Dopo una serata in cui ho assunto alcool e ecstasy nei giorni successivi e ormai da 4 mesi ho una forte ansia.
La cura è zoloft 50 mg.
Questa ansia è classificata come indotta da sostanze?
La cura è idonea?
Grazie
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37,1k 888 56
Il suo psichiatra le ha riferito che la diagnosi è questa?

Il dosaggio di 50 mg è un pò basso, come già riferito altre volte.


https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2]
dopo
Utente
Utente
Visto che il disturbo é sorto dopo tale assunzione volevo sapere se potrebbe essere considerato come ansia da assunzione. E se viene trattato come gli altri disturbi di ansia. Tutto qui.
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37,1k 888 56
La causa scatenante è indipendente dai trattamenti.

È possibile, che se vi è correlazione di insorgenza, che la sua ansia sia stata indotta da sostanze.

Però vanno considerati diversi fattori, inclusa la possibile presenza precedente di disturbi della sfera psichiatrica.

Il trattamento può essere corretto ma è probabile che nel tempo i dosaggi possano essere riaggiustati.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Dottore grazie delle preziose risposte.
Quindi a 50 mg la cura potrebbe ancora non fare effetto soprattutto sui pensieri ripetitivi?
Da quando assumo dose piena cioè tre settimane ho sempre diarrea. Questo è un sintomo che scompare oppure dovrei diminuire per poi aumentare. Sinceramente non vorrei diminuire perché poi dovrei iniziare da capo. La diarrea può portare probabilmente un assorbimento minore del farmaco?
[#5]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37,1k 888 56
il dosaggio di 50 mg è solitamente considerato basso e tendenzialmente viene portato in aumento.

Ciò non esclude che possa avere dei benefici.

Nella mia esperienza clinica l'aumento è stato sempre richiesto.

La diarrea può essere un effetto collaterale iniziale, se non dipende da altre cause. Generalmente tende a ridursi.

Non influisce sull'assorbimento del farmaco che è assorbito tra lo stomaco ed il primo tratto intestinale.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore.
Iniziale anche per 3 settimane?
Io preferirei non ridurre perché inizio ad avere dei benefici e vorrei fare le fatidiche 6 settimane a dos piena prima della valutazione.
[#7]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37,1k 888 56
Scusi ma chi ha scritto che si deve ridurre?
[#8]
dopo
Utente
Utente
Mi era stato consigliato dal mio dottore per provare poi ad aumentare la Settimana successiva ma solo per il disturbo della diarrea.
Se però la diarrea non influisce sull'assorbimebto del farmaco mi tengo il fastidio e provo ad andare avanti fino alla sesta settimana.
[#9]
dopo
Utente
Utente
Anche perchè da ieri quindi all'inizio della quarta settimana inizio a sentirmi più "leggero" con meno ansia e pensieri.
E' vero che tuttavia lo zoloft sui pensieri ripetitivi agisce con un periodo di cura più lundo rispetto ai sintomi ansiosi?
Grazie
[#10]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37,1k 888 56
Ridurre per poi riaumentare può essere una strategia ma andrebbe utilizzata nei primi giorni di trattamento, dopo tre/quattro settimane ha poco senso.

Il trattamento ha indicazione per i suoi disturbi e deve essere mantenuto per un periodo sufficientemente lungo anche per evitare ricadute sintomatologiche.
[#11]
dopo
Utente
Utente
Mi è stato detto di associare lo zoloft con magnesio e vitamina b.
In che modo questo aiuta la cura?
[#12]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37,1k 888 56
chi lo ha detto?
[#13]
dopo
Utente
Utente
Nella prescrizione fatta dal medico mi è stato detto di associare magnesio vitamina b12. Volevo sapere a cosa serviva.
Grazie
[#14]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37,1k 888 56
All'inizio del trattamento servono a velocizzare l'effetto dell'antidepressivo, secondo alcune teorie.

Diciamo che non sempre questa associazione risulta utile.

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto