Utente 176XXX
Gentile dottore io circa due anni fa ho avuto una ipocausia improvvisa all'orecchio sinistro. con perdita dell'udito del 70%. Dopo diversi accertamenti tra i quali una risonanza magnetica aperta con contrasto non è stato evidenziato nulla di patologico. Adesso a distanza di due anni persistono sempre i ronzzi all'orecchio e l'esame audiometrico ha confermato sempre la sordità ho fatto anche l'esame vestibolare e sembra a posto. L'otorino considerato che sono ipocondriaco mi ha detto che per le vertigini che ogni tanto ho sopratutto con movimenti bruschi potrebbe dipendere anche dalla cervicale. Quindi mi ha detto di fare una risonanza questa volta chiusa con contrasto alla testa per l'orecchio e nello stesso momento farla anche alla cervicale. Ora a distanza di due anni fare un'altra risonanza e per di più questa volta in due posti quindi sicuramente il tempo dell'esame all'interno del tubo molto lungo, può recari effetti collaterali dannosi per la mia persona? Poi essendo l'esame abbastanza lungo e soffrendo un po di claustrofobia, ipocondria ecc posso prendere qualcosa prima dell'esame?
Grazie per la Sua gentile risposta Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la RM non emette radiazioni ionizzanti, pertanto è un esame innocuo.

Sull'assunzione di eventuali ansiolitici prima dell'esame, questi non sono controindicati ma deve parlarne col radiologo subito prima o, meglio, qualche giorno prima.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro