Utente
Salve,
ho sofferto in passato di depressione bipolare, la mia paura era la morte, non riuscivo ad andare avanti, dopo essermi curata con Sereupin e Mialin gocce sono riuscita a guarire finché si è ripresentato tutto una seconda volta ma questa volta grazie alla fede in Dio sono riuscita a superare tutto e non prendo ormai medicine da ben 13-14 anni, dopo quell'esperienza ho superato molte paure tra cui viaggiare in aereo e trasferirmi in un altro paese europeo dove i primi due anni sono stati fantastici ma poi ho iniziato a zoppicare di nuovo, vivo con una famiglia e in pratica faccio la babysitter, il bambino all'inizio mi picchiava poi piano piano si è calmato ormai 4 anni con loro, il penultimo anno volevo andare via perché non ce l'ha facevo più a vivere li anche perché il lavoro non mi sembrava troppo giusto, paga bassa e niente contributi, ho fatto presente le cose che mi davano fastidio e mi hanno offerto un lavoro che prima si trattava di ricerche e database, poi invece mi hanno pagato un corso alquanto costoso perché volevano avviare questa attività ma continuano a ripetermi che dobbiamo iniziare e ancora niente e non so nemmeno se quando inizieremo mi metteranno in regola, ho spiegato anche loro che la situazione con il bambino non va bene passo tutte le giornate con lui in casa a giocare ai videogiochi e pupazzetti, prima delle vacanze ho finito l'ultima settimana proprio all'estremo ci sono molte cose che non mi vanno bene più sono anni che vorrei mollarli ma ho come paura, vivendo in casa con loro lei mi fa pesare tutte le decisioni che prendo e che vanno contro quello che non le piace, dopo due anni ho iniziato a perdere i capelli ho ormai un diradamento su tutto il capo in generale sento sempre una stanchezza e non riesco nemmeno più fare sport faccio fatica a respirare, ho fatto le analisi e dicono che sono ok a parte che sono portatrice sana di anemia mediterranea ed ho la vitamina D insufficiente, avevo le mie idee i miei progetti ed ora sto pensando che sono incastrata in questa situazione, non riesco più a capire chi sono non so più che fare, questi qua ora si aspettano qualcosa da me poiché mi hanno pagato questo corso che a me non piace l'ho fatto perché mi avevano promesso un lavoro è da due anni che cercano di farmi lavorare ma sto ancora facendo la babysitter, mi sento infelice, non so più che strada prendere, ho perso completamente la mia strada, che cosa dovrei fare?
Poi vorrei sapere se è possibile che gli integratori vitaminici mi possano dare agitazione e attacchi di panico, non riesco più a prendere un semplice integratore vitaminico mi toccano a livello della psiche con paure e palpitazioni, perché?

[#1]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Se le hanno diagnosticato depressione bipolare, deve sapere che si tratta di una patologia ricorrente: ci sono periodi liberi da malattia e ricadute, più frequenti se non si assumono farmaci stabilizzatori dell'umore. Gli antidepressivi, come Sereupin, possono aiutare momentaneamente.
Quindi una visita psichiatrica è consigliabile. L'obiettivo non è quello di non assumere farmaci, ma di stare bene.
La sua situazione lavorativa è molto precaria, da quanto dice queste persone la usano, è comodo avere una tuttofare (una volta c'erano le cugine zitelle povere...) e un corso se pure costoso non la ripaga dei contributi e delle tutele legali che non ha.
Cominci a guardarsi intorno, valuti se nel Paese dove sta ci sono opportunità diverse e non ceda al ricatto "Dopo tutto quello che abbiamo fatto per te". Ha dato loro 4 anni di vita, ora il suo corpo e la sua mente stanno urlando: "Vai via di lì!" e questa non è patologia.

Franca Scapellato

[#2] dopo  
Utente
Secondo lei dovrei vedere di nuovo uno psichiatra? il problema è che ho provato a prendere altre molecole ma per esempio il prozac mi fece svenire, sono un pochino sensibile alle medicine e ho sviluppato anche una certa paura ora perché anche una minima dose mi fa un effetto strano tipo come se fossi allucinata, cmq noto la differenza da com'ero anni fa ad ora, diciamo che non ho più paura come all'inizio però continuo a fare fatica nel prendere decisioni per la mia vita, si sono convinta che andare via da quella casa forse mi potrebbe dare un po' di energia indietro

[#3]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Gli antidepressivi sono rischiosi in caso di disturbo bipolare, si usano solo in caso di reale necessità e sotto controllo dello psichiatra perchè c'è rischio di viraggio in senso maniacale. Per evitare ricadute si prescrivono stabilizzatori dell'umore, dopo una valutazione psichiatrica accurata. Nel suo caso bisogna capire se si tratta di una ricaduta depressiva o della reazione psicologica al suo sentirsi "intrappolata". Se ha modo di cambiare lavoro e allontanarsi dall'ambiente oppressivo per costruirsi un vero futuro lo faccia, ma tenga conto che ci vorrà molta determinazione da parte sua.
Franca Scapellato

[#4] dopo  
Utente
io ho il terrore degl'antidepressivi perché all'inizio danno quelle sensazioni di distacco dalla realtà, proverò a cambiare vita e se non dovesse funzionare contatterò uno specialista, grazie mille