Utente 343XXX
Buongiorno dottori.. ho 31 anni, dal 2008 soffro di ansia..con periodi piu o meno difficili. Nel corso degli anni ho fatto varie visite e degli esami per sintomi che mi venivano in certi periodi. Cardiologo...per tachiardia, esami del sangue, ecografia addominale per dolori che poi sono passati fino a due visite neurologiche lo scorso anno per dei mal di testa che mi hanno tenuto compagnia per vari mesi. Il tutto si è sempre concluso dicendo che erano causati dal ansia. In questi anni a partire dal 2008 ho usato Alprazolam gocce, prima seguedo una cura poi al bisogno ma devo ammettere che in questi ultimi mesi ne ho forse abusato. Aggiungo ancora che nel 2014 ho fatto una cura con il citalopram prescrittomi dal mio medico di base, a salire fino a 8gocce e poi dopo mesi ho scalato fino ad eliminarlo perche mi sentivo meglio. In tutti questi anni la mia ipocondria è cresciuta.. mi basta un sintomo per pensare di avere una brutta malattia. Non vivo bene... In famiglia ci sono stati momenti brutti, lo scorso anno hanno diagnosticato il Parkinson a mio padre...
Ora tornando a questi ultimi mesi volevo dirvi che in estate la mia ansia era tornata molto forte con tachicarida e scatti involontari in fase di addomrnetamento. Il tutto tenuto a bada con Aprazolam al bisogno..ma secondo me dopo 8 anni era diventato quasi inefficace per me. Allora il 25 agosto vado dal mio medico di base che ormai mi reputa un ansioso cronico e per curare la cosa ha pensato di cambiarmi di colpo l'alprazolam passando direttamente al rizen... Dopo 4/5 gg dalla sopsensione del vecchio ho inziato ad avere sintomi strani, sensazione di sbandamento, formicolio e tensione alle gambe dal ginocchio giu' e tachicardia... Ho pensato fosse meglio rivolgermi ad uno psichiatra provando a raccontatre tutto, dalle mie paura al mio stress e tutto il resto.
Lui mi ha prescitto una cura: 8 gocce di Rizen al gg e 6 di laroxyl... ho inziato questa cura dal 6 di settembre. Ora ogni settimana mi vedo con il medico in quanto abbiamo inziato un percorso insieme...
lunedi gli ho detto di avvertire ancora questi strani sintomi soprattutto formicolio,senso di sbandamento e sensazione di camminare su un materasso ad acqua. Tutti questi sintomi tendono a sparire alla sera e non li ho mai avvertiti di notte,mi riposo bene ma al mattino quando inizio a pensare tornano... Lui comunque non ha voltuo aumentare le dosi dei farmaci...
Non so cosa fare...leggendo su internet e vedendo i sintomi è uscito di tutto...dalla SM ad altre decine di cose. Sono in palla completo... sono sereno solo quando vado a dormire, ho paura, sono stressato anche per via del lavoro e la mia ipocondria è sempre piu grande.
Vorrei porvi alcune domande:
1- l'ansia puo causare questi strani sintomi?
2- la cura che sto facendo può essere valida come quantitativi o è bassa e devo chiedere che venga rivista?
3- la sospensione di colpo del alprazolam può avermi creato problemi?

Scusate la lughezza del messaggio ma sono davvero stufo.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

La cura è sottodosata e non specifica per un disturbo d'ansia, l'ansiolitico è sintomatico e il laroxyl a quella dose mediamente non funziona.

Se si tratta di un disturbo d'ansia e il sintomo cardine è la preoccupazione delle malattie, i sintomi diventano infiniti, perché ogni manifestazione è allarmante o l'allarme fa prestare attenzione a elementi corporei che sarebbero altrimenti non considerati.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 343XXX

La ringrazio Dr. Pacini. Nella sua esperienza i sintomi che ho io possono essere attribuibili ad una forte ansia generalizzata?
Giuro che non so bene dove sbattere la testa..
Sentirò il mio psichiatra chiedendo per la seconda volta se non pensa sia il caso di aumentare la terapia... Lui la volta scorsa mi ha detto che con le sedute che facciamo e l'attuale terapia era fiducioso si sistemasse tutto.
La sospensione brusca del alprazolam a favore del Rizen può avermi involontariamente causato una specie di crisi d'astinenza?

Sono anche indeciso se rivolgermi ad un neurologo. Saluti

[#3] dopo  
Utente 343XXX

Mi sta venendo anche il dubbio di essere un po depresso...
Oltretutto mi rendo conto che in situazioni in cui sono a mio agio non sento sintomi strani (tipo venerdi scorso ho invitato amici a cena e stavo benissimo) invece se sono con persone che mi mettono a disagio o luoghi molto affollati mi sento tutto strano).

Inoltre sono un fumatore e mi viene anche il dubbio che il formicolio possa essere un problema di circolazione... Come vede passo da pensare alla SM ad altri problemi. Scusi la mia preoccupazione. Grazie ancora

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Abbiamo detto che il dubbio è un elemento centrale. Non è che vanno discussi i suoi contenuti, va eliminato.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 343XXX

Grazie Dottore, ho capito che dovrò parlare con il mio psichiatra e chiedergli se non pensi sia il caso di aumentare la terapia che sto seguendo... Non posso andare avanti cosi con questi sintomi che mi rintronano tutto il giorno....perché ovviamente penso a quello quasi tutto il giorno.
I miei sono disturbi che ritiene che con la giusta cura possano passare?
Ultima cosa che le chiedo....avevo trovato molto giovamento da una cura con citalopram due anni fa.
Lei ritiene migliore il laroxyl o il citalopram? in linea di massima intendo.

Saluti

[#6] dopo  
Utente 343XXX

spero in una sua ultima risposta.. Grazia ancora Dottor Pacini.

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Per una ipocondria direi che il citalopram è più specifico., ma la diagnosi è stata definita (o rimane su termini vaghi tipo stress etc) ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 343XXX

Sinceramente penso che il mio psichiatra sia più su un idea di ansia e somatizzazioni anche se sa dato che glielo ho detto che sono molto ipocondriaco... Lunedì che lo rivedo provo a parlargli e vediamo cosa dice. Sono tre settimane che prendo il laroxyl e non vedo alcun miglioramento anche perché da come mi ha confermato la dose è molto blanda. Ricordo che con il citalopram quando lo avevo usato ero arrivato (in modo graduale a 10/12 gocce).

[#9] dopo  
Utente 343XXX

Ultimo dubbio che mi è venuto in mente....c'è grossa differenza tra alprazolam e rizen che sto usando ora? di alprazolam ne ho davvero abusato...

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Sono medicinali simili.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11] dopo  
Utente 343XXX

Grazie mille dottore, e' stato molto gentile.. le
Ho chiesto dato che tutti i miei sintomi sono usciti quando ho smesso di colpo l'alprazolam.

Buonaserata e grazie

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Se sostituisce due medicinali simili tra di loro ma a dosaggi non equivalenti, ci può essere un effetto eccessivo o invece ridotto, a seconda.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it