Test WAIS IV

Gentili Signori,

Circa 2 mesi fa ho svolto una visita Neuropsichiatrica dopo vari episodi che erano stati classificati inizialmente come Epilettici ma che poi i medici e i vari esami (Elettroencefalogramma con privazione di sonno, RMN 3 Tesla etc) hanno escluso l'origine epilettica dei miei 3 episodi che con tutta probabilità erano sincopi dovute allo stress.

Nel Test WAIS IV che mi è stato somministrato ho conseguito il seguente punteggio:

- Indice di Comprensione Verbale= 100
- Indice di Ragionamento Visuo-Percettivo= 65
- Indice di Memoria di Lavoro= 80;
- Indice di Velocità di Elaborazione= 70;

- QI Totale= 74.

Queste invece sono le conclusioni finali:
"All'esame neuropsicologico emerge un livello globale di abilita cognitive e adattive entro i limiti della norma
per l'età di riferimento. All'analisi del profilo si rileva una discrepanza caratterizzata da: competenze
visuospaziali lievemente inferiori alla media, velocità di integrazione visuomotoria in area limite, abilità di
memoria di lavoro nella media inferiore, competenze verbali nella media."

Quello che mi colpisce è il risultato finale del QI, 74, che secondo gli standard della Neuropsicologia mi classificherebbe come una persona al limite della demenza, cosa che non credo affatto di essere (se lo fossi stato non credo che sarei stato in grado di scrivere questa lettera).
Volevo sapere come poter interpretare questo risultato? Il Test può essere stato sfalsato da situazione di stress, tipo stanchezza, oppure altro?

Grazie
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.7k 1k 63
Il test estrapolato dal resto del contesto non ha alcun senso.

Ci sarai stato un motivo per cui è stata decisa la somministrazione del test e la lettura va fatta sia per la valutazione del QI che per le alterazioni delle singole performances per capire se vi possano essere elementi che possano in qualche modo ricondurre a condizioni patologiche.


Dopo la somministrazione del test ne devono conseguire spiegazioni nonché la possibilità che venga visitato da uno specialista in psichiatria.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/