Utente 272XXX
Salve a tutti,

da circa 2 mesi combatto on una insonnia molto forte che spesso di presenta nelle notti infrasettimanali (lavorative) e molto raramente nel week-end. La mia insonnia ha, molto probabilmente, una origine ansiosa. Ho cercato vari metodi naturali tra cui tisane al tiglio, melatonina in dosi da 3mg e compresse di fitoterapia ma senza un successo costante. Spesso la mia insonnia mi porta a non dormire per 3 giorni e il mio corpo è molto affaticato. Affrontare una classica giornata di lavoro sembra ai limiti dell'impossibile. Rassegnato, mi sono recato da un Medico specializzato nel sonno (non psichiatra) che mi ha dato come cura il Mirtazapine(Remeron) 15mg per 15 giorni (sono in francia) , metà compressa prima di dormire. Non l ho mai assunta perché ho timore di prendere psicofarmaci. Allo stesso tempo il medico mi ha consigliato di fare anche un controllo da uno psichiatra che ho effettuato dopo una 1 settimana. Durante questa settimana ho dormito anche discretamente senza assumere nulla. Dallo psichiatra la terapia è stata invece l'assunzione di un sonnifero Zolpidem 10mg 1/2compressa prima di dormire. Compressa da assumere solo in caso di '' emergenza'' nel caso in cui l insonnia forte. Anche questa compressa non l ho presa perche durante questi giorni il mio sonno è stato rigenerante. Poi, da un giorno all'altro, quando pensavo che i miei problemi si stavano risolvendo quasi spontaneamente, ho ricominciato a non dormrire (Domenica e Lunedi notte). Oggi vi scrivo e sono 48 ore senza sonno. Vorrei sapere da voi quale cura è la meno pesante per cominciare se prendere quindi 1/2 compressa di Mirtazapine 15mg oppure mezza di Zolpidem 10mg. Quale dei due porta meno dipendenza? Quale dei due è meno ''pesante''? Quale dei 2 è piu giusto prendere? Cosa ne pensate delle dosi consigliate? Ho letto i famosi effetti collaterali (soprattutto del Zolpidem) è non sono affatto simpatici. Vi ringrazio per la dipsonibilità.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

E' stato da un medico che si occupa di sonno il quale, per fortuna, non ha optato per il solito sonnifero più o meno moderno, ma le ha prescritto una cura di fondo per una insonnia frequente.

Ora che senso ha intanto affermare che non vuole psicofarmaci ? Allora che è andato a fare a chiedere una cura per il sonno ? Il sonno dove si svolge, nello stomaco ?

Il medico le ha già dato indicazioni in merito. Lei già sta divagando con l'unico motivo di evitare la cura prescritta. Quindi ne prenderebbe altre ma non quella dello specialista (assurdo direi).

Chiede della dipendenza, e poi quel che fa è scartare cure che non la danno, per andare verso cure che la danno.

Non c'è ragione per cui non debba seguire una cura data con criterio per un disturbo cronico del sonno. Il sonnifero non è una soluzione per l'insonnia cronica.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 272XXX

Grazie per la risposta.

Quindi mi consiglia di cominciare con la prima cura e non il sonnifero?

Grazie

[#3]  
Dr. Mario Savino

40% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Il Remeron è molto spesso efficace contro l'insonnia e inoltre ha un'azione anti ansia ed antidepressiva
Non crea dipendenza anche se va comunque sospeso gradualmente sotto la guida del suo medico
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non le consiglio niente. I consigli li ha già ricevuti e non seguiti.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it