Utente 330XXX
Salve, spero di essere nella sezione giusta (psichiatria). Premetto che generalmente non ho problemi di sonno ma è da circa 4/5 giorni che ho difficoltà a dormire bene. C'è bisogno di fare una premessa: al piano di sopra c'è una signora che si sveglia al mattino alle 6 ed esce di casa alle 7, e per tutto il tempo si sentono distintamente rumori di passi quando lei si muove. E' poco più di un anno che abito in questo appartamento e non ho mai avuto problemi, nel senso che mi addormento in genere verso mezzanotte (massimo l'una) e apro gli occhi verso le 7/7:30 del mattino, quindi la signora non mi disturba minimamente. Ora, non so per quale motivo ma di recente mi è capitato di svegliarmi prima, verso le 5:30, con relativa difficoltà a riaddormentarmi a causa dei suddetti rumori al piano di sopra. Dalla notte successiva ho questo chiodo fisso in testa, la paura di non dormire per questi rumori e di svegliarmi proprio a quell'ora, e anche a casa mi concentro sempre di più sui rumori da sopra accorgendomi di suoni ai quali prima non facevo affatto caso e non mi disturbavano. Per ovviare al problema qualche giorno fa ho acquistato in farmacia della melatonina + valeriana, ho cominciato a prendere una pillola la sera mezzora prima di andare a dormire ma per tutta risposta ho cominiciato a svegliarmi praticamente ogni 2 ore, per poi riaddormentarmi dopo mezzora/un'ora e poi risvegliarmi dopo 2 ore, e così via. Ad addormentarmi la sera ci metto pochissimo, per quello non ci sono problemi. Inutile dirvi che affronto la giornata stanco e con un bel mal di testa. Non so da cosa può dipendere questa cosa, se da queste pillole (anche se è strano visto che mi addormento bene) oppure dall'ansia/stress/paura di non dormire bene...infatti quando mi sveglio la notte sono preso dall'ansia di sentire rumori da sopra e non addormentarmi. Credo sia un problema totalmente psicologico da parte mia, come un blocco. Cosa mi consigliate di fare? Ci sono farmaci più specifici per non svegliarsi ogni 2 ore?

Grazie mille per l'aiuto

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Si potrebbe ipotizzare che si tratti di un disturbo d'ansia, e di solito l'insonnia, espressa in questi termini, accompagna o precede dei quadri psichiatrici tipo disturbi d'ansia o depressione.
Concentrare l'attenzione solo sul sonno come fosse un pezzo a parte è sbagliato.
Va fatta una diagnosi e scelta una cura che controlli i meccanismi del disturbo, non necessariamente qualcosa "per il sonno" da prendere alla sera.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 330XXX

Salve dottore, la ringrazio molto per la sua risposta. In effetti nell'ultimo anno, in relazione all'acquisto della nuova casa ed alcuni motivi familiari, ho accusato un bel po di stress, sfociato a metà del 2016 in una bella gastrite durata quasi un mese (che ora fortunatamente è passata e non si è piu ripresentata), però non avevo mai avuto ripercussioni sul sonno fino ad ora. Lavorerò su questo allora, grazie ancora!