Utente 362XXX
Gentili Dottori,
ieri mentre pulivo la macchina con la pistola ad acqua e quindi facevo il tutto velocemente poichè il tempo scorreva e quindi mi piegavo per pulirla e correvo, ho avvertito un aumento del battito cardiaco accompagnato da un forte senso di svenimento e debolezza pero' ho continuato e tutto mi è passato, questa cosa mi fa pensare...non e' che il tutto sia da attribuire al mio cuore???,
ho fatto Ecocardiogramma(negativo), elettrocardiogramma(negativo), Elettrocardiogramma sotto sforzo che ha evidenziato un profilo iperteso pero' sempre negativo, Rm cervello(negativo), visita otorino(negativa), visita neurologica(negativa), visita medico di base(negativa), emocromo più tiroide(negativo), ripetuti ricoveri al pronto soccorso tutto negativo.
Arrivato a questo punto mi chiedo se dovrei fare qualche approfondimento cardiologico.
Grazie.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
No non deve fare alcun accertamento cardiologico.
se lei ,a 28 anni, ha una qualita' di vita cosi scadente in assenza di problemi caridologici e' opportuno che consulti uno specialista dell'ansia e cioe ' uno psichiatra.

La saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 362XXX

Grazie per le risposte Dottore,
Potrebbe essere un discorso di alimentazione mangio molti carboidrati molta pasta, pizza ma anche verdura, ma ultimamente mi accordo che il mio corpo non vuole e non sente il piacere di mangiare carne.
Per esempio a pranzo mangio la pasta condita o con pancetta o con sugo o con pesce e per secondo non mangio nulla, la sera ogni tanto carne e contorno di verdura.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
ora mi fornisce il , suo menu?

la saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 362XXX

Buongiorno Gentili Dottori,
Oggi un'altro attacco!
Mentre camminavo sono diventato pallido, caos mentale, poca sudorazione mi sentivo che stavo li li per svenire...ma puó essere ansia tutto questo??

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Si
Sembrano piuttosto attacchi di panico che debbono essere inquadrati da uno psichiatra e non da un cardiologo

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 362XXX

Grazie per la risposta Dottor Cecchini, Lei e' molto gentile,
Ho notato però che prima di questo attacco avevo preso un caffè circa 20 minuti dopo aver preso un te caldo con 3 biscotti, adesso ho avuto anche un forte giramento di testa, ho misurato la pressione 3 volte e oscilla tra i 140-110 la massima e 70-80 la minima....

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
ribadisco quanto scritto prima.
Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente 362XXX

Capisco Dottore,
ma come posso fare per eliminare questi episodi?
Non voglio usare ansiolitici perche' sono intollerante mi fanno venire emicranie.
Sono seguito dal CSM e sto facendo psicoterapia senza farmaci, ma questi sintomi continuano ad esserci....

[#9]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
quindi significa che la psicoterapia non le funziona.
Per curare gli attacchi di panico non ci vioglion o ansiolitici ma altro tipo di farmaci che lo pèsichiatra potra' suggerirle

Sposto il suo quesito nell'apposita sezione

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

A parte ieri, questa sequenza di esami è quindi relativa ad una serie di episodi che si sono ripetuti nel tempo.
Quale responso ha ottenuto dai vari controlli, qualcuno le ha detto di farsi vedere da uno psichiatra ad esempio ? Sta assumendo cure psichiatriche, le sono state prescritte ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11] dopo  
Utente 362XXX

Buongiorno Dottor Pacini,
Ho effettuato 2 elettrocardiogrammi, 1 ecocardiogramma, 1 elettrocardiogramma sotto sforzo che ha rilevato un profilo iperteso ma e' dovuto alla mia agitazione,
visita otorino, Rm al cervello e alla cervicale, ripetute visite dal medico di base,analisi emocromo più tiroide, visita neurologica con prova di equilibrio, visita neuro-psichiatrica, 3 visite psichiatriche, 4 visite al pronto soccorso tutto negativo.
Quasi tutti mi hanno detto che soffro di sindrome ansioso-depressiva.
Adesso non assumo farmaci, circa 1 mese fa prendevo xanax ma mi dava dei forti mal di testa (soffro anche di emicrania con aura visiva).
In passato ho fatto una cura con il mio medico di base con Entact (SSRI) per 10 mesi, 15 gocce al giorno,ma sembra che io non abbia avuto molti benefici, ultimamente sono stato da uno psichiatra che mi aveva somministrato Daparox ma sono contrario ai farmaci e non l'ho assunto, ora sono segnato al CSM e sto facendo psicoterapia ma questi attacchi si ripetono.....

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non è tutto negativo. Ha fatto delle visite psichiatriche e le hanno diagnosticato genericamente una sindrome ansioso-depressiva.
Ha tentato una cura senza grossi benefici, che già prima di 10 mesi, se non funzionava, poteva essere cambiata, non è chiaro perché l'abbia invece proseguita.
Dopo di che, senza motivo, quando le è stata proposta la cura alternativa, correttamente con il daparox, non l'ha assunta.
Sta facendo una psicoterapia E (non MA) questi attacchi si ripetono.
La cura gliela avevano data, non l'ha fatta, questo è l'errore.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#13] dopo  
Utente 362XXX

Gentil Dott Pacini,
Io ho seguito quello che mi ha detto il mio medico di base e ho assunto Entact.
Con problemi di questo tipo non è semplice capire se un farmaco funzioni o no.
La cura con Daparox non lho seguita perché riuscivo tranquillamente a gestire la mia ansia e poi si manifestava in maniera poco marcata in casi isolati era violenta.

[#14]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"La cura con Daparox non lho seguita perché riuscivo tranquillamente a gestire la mia ansia e poi si manifestava in maniera poco marcata in casi isolati era violenta."

La cura le è stata prescritta secondo un ragionamento, e in sostituzione dell'altra.
Non l'ha assunta, il punto rimane questo. Non mi pare proprio che l'ansia sia sotto controllo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#15] dopo  
Utente 362XXX

Gentile Dottore,
Sto comunque facendo da mesi psicoterapia al CSM, e loro non hanno ritenuto indispensabile l'uso dei farmaci perchè testuali parole loro, gli antidepressivi si danno per casi molto piu gravi e non vogliono somministrarne a un ragazzo della mia età.
Mi hanno detto di fare palestra tutti i giorni e nel caso io non riuscissi a dormire di prendere 3 compresse di melatonina.
Dimenticavo di dirle che a volte avverto anche visione doppia credo si chiami diplopia.

[#16]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Questa storia di voler per forza dire che i casi non sono così gravi, una scusa per poi arrivare a dire che non servono i farmaci.
Una cosa veramente irritante.
Palestra tutti i giorni e un po' di melatonina.....non riesco a credere che di fronte ad una situazione del genere le istruzioni possano essere queste....francamente è desolante.
Al momento è qui, fissato sui sintomi presi uno per uno, tendente a ripetere gli esami già fatti sulla base di sue paure su questo o quell'organo, e senza una terapia.

Aveva avuto un parere sensato da uno psichiatra. Se vuole far qualcosa si mirato reinizi da lì.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#17] dopo  
Utente 362XXX

Capisco Dr Pacini,
Non esiste un'altro modo per superare questa cosa senza usare i farmaci?.
Se per esempio io non dessi più importanza ai miei sintomi corporei cancellando quella distorta percezione di essi?

[#18]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Cioè le cure Lei le seleziona escludendone una parte, così, a priori ? Guarda caso la cosa più comune che esiste in medicina, cioè i farmaci.

Lei ha dei superpoteri, è in grado di cancellare lo stess, controllare le sue percezioni....non dare importanza ai suoi sintomi....

Senta, sinceramente sta cercando delle scuse per non prender medicine, per due motivi probabilmente. Ha delle false idee sulle medicine, che purtroppo vedo hanno anche altri; e non ha ben chiaro di cosa stiamo parlando. I disturbi d'ansia non sono un modulo da compilare in cui può segnare cosa ritiene, sono un disturbo come gli altri, riguardano il cervello. Se li vuole curare, è più che possibile.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#19] dopo  
Utente 362XXX

Gentile Dt. Pacini,
Non capisco come mai però al momento che il mio cuore fa sforzi quindi in palestra o nelle salite e quindi quando i miei battiti diventano piu numerosi io abbia questo senso di svenimento secondo Lei questa è ansia a me non sembra.
Scusi la franchezza.

[#20]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

La questione è che gli accertamenti li ha fatti, quelli cardiologici. E ha poi ricevuto anche una prescrizione psichiatrica. In sé non vedo alcuna stranezza. Non vedo alcuna stranezza nel fatto che uno stato ansioso comprenda un senso di svenimento.

L'aspetto che si nota è che contro i pareri medici per il momento non si vuole curare.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#21] dopo  
Utente 362XXX

Buonasera Gentili Dottori mi rendo sempre più conto che il mio problema non è l'ansia.
Vi spiego perchè ogni volta che vado in palestra e mi capita di fare flessioni addominali e trazioni quindi quando mi sforzo per tirarmi su mi sento sempre il sintomo dello svenimento come se le forze venissero meno come se fosse una reazione al mio sforzo.
Sembra come se il mio sforzo è direttamente proporzionato al mio senso di svenimento cioè più metto il mio corpo sotto sforzo quindi aumento la densità più mi sento venir meno e star male

[#22]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Queste sue osservazioni non mi paiono rilevanti. Si induce dei sintomi in modi che non c'entrano nulla con le sue normali attività per trarne conclusioni confuse e sovrapponibili con quello che chiunque faccia uno sforzo potrebbe riferire.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#23] dopo  
Utente 362XXX

Esatto il problema è che questi sintomi si presentano tutte le volte che vado in palestra e faccio sforzo.