Utente 440XXX
Salve gent. Dottori,
parlando con un mio nuovo collega ho saputo che abbiamo una storia simile di depressione come simile (ma differente nel dosaggio) è la cura che stiamo facendo.
Abbiamo 6 anni di differenza di età, un'altezza che varia di 5 cm e un peso corporeo differente di 4 kg
Lui assume il brintellix da una 40ina di giorni a 10 mg e il suo dottore ha aumentato il dosaggio a 15 mg anche se il collega diceva di stare decisamente meglio e se era restio all'aumento del dosaggio;
il suo psichiatra ha giustificato l'aumento dicendo che altrimenti rischia di non curare a fondo la patologia e dunque per un sei mesi dovrà stare a quel dosaggio.

Io invece ho il problema opposto, anche a me è stato prescritto il brintellix che da 64 giorni sto assumendo a 10 mg;
i benefici ci sono poichè mi sento meglio ma è come se percepissi che questo farmaco potrebbe darmi molto di più e invece di farmi stare bene a livello 5,5 - 6 .......ho l'impressione che aumentandone il dosaggio a 15 mg potrebbe farmi tranquillamente stare bene a 7,5 - 8,5;
per questo motivo ho chiesto alla psichiatra se fosse il caso di aumentare a 15 mg ma, purtroppo la mia dr.ssa non è stata d'accordo,
mi ha detto che 10 mg sono più che sufficienti a farmi stare bene e la cura sta dando i suoi frutti e inoltre i benefici ancora non si sono manifestati in tutta la loro totalità poichè sono solo al 2 mese e ancora continueranno ad aumentare (i benefici)
- che non è detto che un dosaggio maggiore mi farebbe stare meglio a livello depressivo
- e inoltre che avendo io in passato avuto effetti negativi a livello sessuale con altri antidepressivi, aumentandone adesso il dosaggio rischierei di ritrovarmi a subire gli stessi effetti collaterali (mentre adesso non ne ho)

Effettivamente devo dire che il collega mi ha detto che da quando gli è stato aumentato il dosaggio a 15 mg (da 8 giorni) si sente la testa pesante e un pò annebbiata - sentimenti/emozioni positive offuscati - si sente un pò più nervoso e gli sembra che la sua libido sia anche diminuita rispetto ai 10 mg,
ha perciò telefonato al suo psichiatra per metterlo al corrente e il dottore però gli ha detto che questi sono segni che il farmaco andava aumentato, che questi sintomi spiacevoli passeranno in fretta e che così facendo si aggredirà la depressione a dovere andandola a sradicare in fondo mentre se si rimane a 10 mg si rischia di non debellarla del tutto

Sono perplesso! A parte la facile battuta che ho fatto al collega che dovevamo scambiarci i dottori, non so che pensare:
- il rischio di andare a 15 mg e avere un aumento di nervosismo - testa pesante e calo libido non mi attrae per nulla, ma se poi questi effetti andrebbero via velocemente e io avrei maggiori benefici li accetterei ben volentieri,
Il rischio invece di rimanere a 10 mg e non estirpare/curare la depressione come si farebbe a 15 mg mi spaventa ancor di più!
Capisco che ogni cura è altamente soggettiva ma ..... voi cosa ne pensate?
Grazie

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
La valutazione resta sempre soggettiva.

Non tutte le depressioni sono uguali, non tutti reagiscono allo stesso modo.

Il farmaco ha indicazione per il trattamento della depressione già dal dosaggio di 10mg, in caso di permanenza di sintomi si può considerare un aumento ma in ogni caso personalizzando la situazione e contestualizzandola alla situazione di ognuno.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 440XXX

Si gentile dr. Ruggiero,
capisco quanto da lei detto, infatti avevo scritto di sapere che la cura è altamente soggettiva;
chiedo però venia, il punto che mi lascia perplesso è che sia io che il collega abbiamo detto ai rispettivi psichiatri di stare decisamente meglio con 10 mg e mentre il suo ha deciso ugualmente di andare ai 15 per sei mesi la mia invece anche se l'avevo chiesto io non ha voluto. (questo per dire che se io fossi stato in cura non con la dottoressa ma con lo stesso dottore del mio collega molto probabilmente io -stesso soggetto - a quest'ora sarei a 15 mg perchè quel dottore e la mia dr.ssa probabilmente hanno visione diversa e questo mi sembra strano perchè la medicina dovrebbe essere più "uniformata", o no?)
A questo punto riformulo la domanda:
- se io rimango ai 10 mg rischio che la depressione non sia sradicata fino in fono e dunque può avere ragione lo psichiatra del collega ad aumentare il dosaggio a 15 mg per sei mesi o i 5 mg in più o in meno (in caso di risposta positiva) non centrano nulla e perciò anche se rimango a 10 mg la cura "sradicherà" la depressione altrettanto profondamente?

In passato inoltre ho assunto diversi antidepressivi ma non ho capito ancora due cose:
a) gli effetti collaterali, ad esempio quelli sessuali, sono dose dipendenti, nel senso che io a 10 mg posso non avvertire alcun effetto collaterale mentre a 15 mg potrei averli anche in maniera marcata? O in questi casi il dosaggio non centra nulla?

b) i tempi di risposta dipendono anche dal dosaggio?
Cioè se uno assumesse 20 mg di brintellix avrebbe i benefici sui sintomi depressivi abbastanza prima che se assumesse 10 mg o anche in questo caso il dosaggio non centra nulla?

Grazie e cordiali saluti

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
E' tutto molto variabile.

Per un aumento ci deve essere una indicazione che evidentemente il suo psichiatra non ha rilevato.

Fare il paragone con il suo amico che va da un altro psichiatra non serve proprio a nulla, perché anche se andaste dallo stesso la scelta terapeutica è differente.

A me pare che ci possano essere degli aspetti ossessivi che non ha riferito.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
Utente 440XXX

Spero proprio non ci sia pure l'ossessione.
Quando la Dr.ssa mi ha detto che sono sufficienti i 10 mg ecc. la cosa poi per era finita lì, i dubbi (ossessioni) che ho espresso sopra poi sono nati dopo aver sentito che secondo il dottore del collega rimanere a 10 mg si rischia di non curare a fondo la patologia.
Quindi mi sono venuti dei dubbi/ossessioni, nel senso:
- quando la mia psichiatra dice che 10 mg per me bastano e avanzano per debellare la patologia e che andando a 15 mg si rischia di farmi avere effetti collaterali sessuali, è una cosa che lei come Psichiatra in teoria può condividere o è un'opinione "personale" della mia dr.ssa?

Io avevo chiesto (credo sia lecito) un aumento a 15 mg perchè da ignorante mi veniva automatico pensare che se a 10 mg il farmaco mi fa stare bene a 15 mg allora mi farà stare ancora più bene.
La Dr.ssa mi ha detto di no ed era finita lì (finchè, ripeto, ho poi ascoltato cosa ne pensa un altro specialista).
- quindi ad esso penso (ossessione) e Le chiedo: quando la mia psichiatra dice che andando a 15 mg esiste il rischio di avere meno benefici sui sintomi depressivi, è una cosa che Lei, dr. Ruggiero, in teoria può condividere o è un'opinione personale della mi dr.ssa?

Probabilmente lei ha ragione e adesso sono subentrati degli aspetti ossessivi. Domandare nuovamente alla mia psichiatra non è il caso perchè già con lei ci ho parlato e le mie perplessità/ossessioni rimarrebbero;
francamente però, credo che ricevendo da Lei delle risposte alle tre domande specifiche che ho appena posto eliminerebbero le mie ossessioni ....... altrimenti credo che dovrò consultare di persona un altro specialista (ma non ne ho proprio voglia) in merito perchè ormai o dubbi, o perplessità o ossessioni mi sono fissato che devo avere un parere terzo perchè visto che mi sto nuovamente curando .............

Cordiali saluti e buona giornata

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Mi sembra che il tutto sia diventato una fissazione che continua a farle pensare questa cosa.

O si fida della sua psichiatra o sente un altro parere, non è detto che le venga aumentata la terapia ma è possibile che poi venga fatto per le sue insistenze.

Se il dosaggio è terapeutico a 10, considerato che valutata come dose terapeutica, non ha senso aumentare.

Anzi questa ripetitività delle domande dovrebbe evitare un aumento.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#6] dopo  
Utente 440XXX

No, gentile Dr. Ruggiero, non è più mia intenzione chiedere un aumento del dosaggio.
E' vero che ormai mi ero un pò fissato su questo credendo (da analfabeta in medicina) che un dosaggio superiore avrebbe dato sicuramente maggiori benefici sulla depressione (alias: più serenità ecc. ecc.) e soprattutto temevo che con questo dosaggio non avrei curato davvero a fondo la patologia.
Questi sono stati i motivi che mi hanno spinto oggi ad andare dal mio medico di famiglia ad esporre la mia ossessione; per rispondermi il dottore ha telefonato in mia presenza ad un suo parente psichiatra il quale gli ha detto che se c'è risposta terapeutica la cosa migliore da fare è rimanere a 10 mg poichè la depressione viene debellata ugualmente senza necessità di andare ai 15 mg con i quali effettivamente possono comparire effetti indesiderati (anche sessuali) che adesso non accuso.
La sua ultima risposta, Dr. Ruggiero, mi ha ulteriormente tranquillizzato e in più ho da poco letto che "con gli SSRI nei disturbi depressivi si può ottenere una risposta terapeutica con dosaggi di 2 o più volte superiori alla dose media ma viceversa, si può avere una risposta clinica favorevole con dosaggi della metà o un quarto rispetto alla dose media (es: fluoxetina prescritta a 10 mg. ogni due giorni in pazienti con depressione maggiore resistenti al trattamento)"

Come Lei ha già capito le confesso che ero arrivato al punto di nutrire più di un dubbio sulla mia psichiatra, adesso invece mi fido di lei e anzi al prossimo incontro credo che dovrò ringraziarla per non avermi voluto aumentare il dosaggio a 15 mg

Non ho per nulla compreso il perchè Lei abbia scritto che la ripetitività delle mie domande dovrebbe evitare un aumento (si figuri che invece io credevo che questa ripetitività era forse sintomo che necessitavo non di 15 ma addirittura di 20 mg) ma sicuramente vuol dire che è così.

La ringrazio per la sua cortese disponibilità, la ringrazio per le gradite risposte/consulti e mi scuso appunto per la ripetitività che sicuramente le ha causato disturbo/fastidio.
Cordiali saluti

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Penso che il fastidio di dover pensare questa cosa e necessitare di risposta sia più suo che mio.

saluti
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139