Utente 440XXX
Buongiorno, scusate ma mi serve davvero un consiglio.
la mia psichiatra mi prescrisse 6 mesi fa entact, iniziai con 5mg poi 10. La prima settimana ho avuto un po’ di effetti collaterali (stordimento, ansia, agitazione) ma dopo qualche giorno sono scomparsi ed ho passato mesi davvero in pace, sereno, felice, sempre col sorriso pacifico e di buon umore.
Siccome però avevo un po’ di torpore lei mi ha consigliato di passare al Brintellix, nuovo farmaco, dicendomi che il passaggio non avrebbe causato problemi. Così da 10mg di entact siamo scesi a 5mg per 3 giorni ed abbiamo sostituito con 5mg di brintellix. Questo 2 settimane fa, ora sono sempre a 5mg perchè la situazione è precipitata: scomparso di colpo il buon umore, sono agitato, rabbioso, mi sveglio nervoso senza motivo, sono ossessionato da cosa assurde (una porta aperta, l'apparecchiatura a tavola) ho problemi al lavoro e non so come fare, me ne rendo conto e mi isolo per evitare. Mi chiedo, com’è possibile questo se già assumevo entact? La psichiatra mi disse che il passaggio non avrebbe avuto problemi trattandosi comunque di inibitori della ricaptazione della serotonina. Cosa fare? Lei dice di aspettare e rimanere a 5mg per ora. Davvero non mi sento io, ho trascorso mesi di serenità, forse a tratti artificiale, e questo farmaco avrebbe dovuto mantenere il beneficio dandomi uno "sprint" in più. Invece mi ritrovo sempre di cattivo umore, pronto alla lite (verbale), rabbioso e nonostante riesca praticamente a fare tante cose mi sento sempre pronto a scattare.
Possibile una cosa del genere? Passerà e tornerà il buon umore? Sono alla seconda settimana e la situazione è identica. Se continua così chiederò di tornare a Entact, anche rinunciando alla mia vita sessuale ed avendo un po' di stordimento. comunque meglio di adesso.
Vi Chiedo per favore di dirmi se sia normale che il passaggio sia così, insomma ho davvero bisogno di aiuto.
Grazie mille e buon laoro

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Portuesi

28% attività
20% attualità
16% socialità
PINEROLO (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Il suo caso mi sembra interessante anche perchè il brintellix è un farmaco antidepressivo uscito da poco. Il suo meccanismo di azione è più complesso di quello dell' entact. In sostanza l' entact è un inibitore della ricaptazione della serotonina mentre il brintellix agisce anche su altri recettori. Questo potrebbe spiegare perchè lei non si sente "coperto" a livello di sintomatologia. Inoltre la dose standard di brintellix è dieci mg, cinque sono per gli anziani e per iniziare alla cura, perchè in effetti molti rispondono anche a 5 mg. Ma il dosaggio standard per un adulto è 10 mg die e quello dell' entact è 10 mg die.
Concludendo però, siccome lei accenna a effetti collaterali di natura sessuale, mi sembra che potrebbe essere opportuno provare il brintellix sino al dosaggio massimo, cioè 20 mg die, chiaramente sotto controllo specialistico, prima di ritornare all' entact, che addirittura l' aveva fatto rinunciare a una vita sessuale. Ovviamente saranno le sue impressioni nel tempo a guidare il suo psichiatra curante nel bilancio pro/contro dei differenti farmaci.
Dr Giovanni Portuesi

[#2] dopo  
Utente 440XXX

Grazie per la pronta risposta.
Si, il passaggio mi è stato proposto perch'è l'entact mi dava problemi nella sfera sessuale e più in generale un intorpidimento generale.
Allora la psichiatra mi ha proposto il passaggio al Brintellix dicendomi che questi effetti collaterali si sarebbero ridotti con questo nuovo farmaco ancora più selettivo.
Ho accettato con la rassicurazione che il passaggio sarebbe avvenuto in modo tranquillo senza ricominciare da capo e soprattutto senza perdere i benefici...
Poi scendendo a da 10 a 5 di entact, dopo 3 giorni sostituendo 5mg di brintellix per altri 3 giorni e poi salire e tornare a 10mg. Ma ora che sono a 6 gocce (6mg) mi ha fermato perchè davvero non riesco a gestirla molto bene. Il buon umore (finto o reale che sia ma comunque funzionale ed utile perchè mi serviva un po' di pace) è scomparso per lasciare il posto ad una precaria lucidità, , agitata sempre sulla linea pronto a scattare per cose che se ci rifletto sono assurde. Di notte mi sveglio spesso, come fosse pieno giorno, mangio qualcosa, poi mi riaddormento senza problemi ma scatto così senza motivo. Ho avuto scontri praticamente con tutti ed i miei famigliari (che sanno tutto) mi hanno detto chiaramente che sono passato dall'essere accomodante e tranquillo ad essere ossessivo, aggressivo, rabbioso ed hanno ragione. Ecco perchè sono disposto a rinunciare piuttosto che continuare così. Quantomeno se non ho rassicurazioni sulla fase di "passaggio". La domanda è: serve del tempo per avere i benefici che dava Entact sull'umore? Oppure questo farmaco non da proprio gli effetti "sereni" dell'altro? La mia dott.ssa mi vedrà lunedì e valuteremo, lei dice di aumentare una goccia a settimana, piano piano, fino a 10mg. Ma dovrò stare così ancora per un mese? Scusi ma dopo mesi di "pace" e la sensazione di avercel fatta mi ritrovo a rincorrere quello che avevo, il buon umore nel ricordo, perchè sono sempre e costantemente inqiueto. Spesso al lavoro mi rendo conto e senza accorgermi rimango in silenzio per ore, solo a pensare. Attivo e produttivo come non mai ma sempre con fare "incaxxato". Senza ansia, questo lo sottolineo, senza ansia, solo rabbioso. Scusate la ripetizione ma questo è. Troppo strano anche da descrivere. Secondo il suo parere devo aspettare? nonostante l'assunzione pregresse di Entact si tratta di effetti collaterali e basta? Grazie ancora e buon lavoro