Utente 436XXX

Salve , Sono in cura per risolvere i seguenti disturbi : ansia e principio di depressione , la cura e' iniziata il 28 gennaio , prendevo 10 gocce la mattina e 20 la sera di depas e 10 gocce di brintellix dopo pranzo? Da circa 10 giorni il dottore mi ha scalato il depas , adesso ne prendo 5 la mattina e 15 la sera, brintellix invariato, non appena ho effettuato questa operazione sono comparsi sintomi di intontimento e vertigini quasi spesso durante la giornata. Volevo sapere se questi sintomi possono essere associati a questo scalare di farmaci oppure puo' dipendere da altro? I disturbi d' ansia sono quasi spariti , il morale e' notevolmente migliorato. Le visite che ho effettuato sono le seguenti: analisi del sangue ok, visita neurologica ok, ECG ok, visita oculistica ( fondo oculare, pressione ) ok, spirometria ok . In attesa saluto cordialmente Giovanni

[#1]  
Dr.ssa Tiziana Corteccioni

24% attività
16% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
PERUGIA (PG)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Salve,
può succedere che nello scalaggio delle benzodiazepine si verifichi una riacutizzazione dei sintomi somatici dell'ansia. Oltre alla riduzione ematica del principio attivo ha un peso rilevante anche la componente psicologica in quanto si è consapevoli di aver scalato il farmaco. Se non dovessero passare i sintomi riportati si rivolga al suo psichiatra curante per un'eventuale modifica della terapia.
Cordiali saluti.
Dr.ssa Tiziana Corteccioni
www.tizianacorteccioni.it

[#2] dopo  
Utente 436XXX

Innanzitutto grazie per la risposta, come le dicevo da quando le ho scalate ...l' ansia si e' presentata solo in certe situazioni molto lievemente, niente a che vedere di cio' che passavo prima, sono in cura presso una psicologa tra l' altro molto brava, il riacutizzarsi come giustamente lei dice vuol dire che a poco a poco l' ansia ritornera' oppure potrebbe essere una fase transitoria affinche' l' organismo si abitui di nuovo?
Saluti

[#3]  
Dr.ssa Tiziana Corteccioni

24% attività
16% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
PERUGIA (PG)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2014
I sintomi potrebbero rappresentare solo una fase transitoria. L'importante è valutarne l'andamento nel tempo, continuando il percorso psicologico e le visite di controllo dallo psichiatra. Buona serata.
Dr.ssa Tiziana Corteccioni
www.tizianacorteccioni.it

[#4] dopo  
Utente 436XXX

Lo so e' dura "discutere" con un soggetto ansioso :), ma la domanda la faccio, si tenga forte , non e' che tali sintomi possano riferirsi a qualche danno o malattia neurologica?
Saluti

[#5]  
Dr.ssa Tiziana Corteccioni

24% attività
16% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
PERUGIA (PG)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2014
La risposta a questa domanda gliel'ha già data il neurologo da quanto riportato sopra: ha scritto di aver effettuato anche una visita neurologica. Le consiglio di continuare i percorsi di cura intrapresi cercando di non allarmarsi. Cordiali saluti.
Dr.ssa Tiziana Corteccioni
www.tizianacorteccioni.it

[#6] dopo  
Utente 436XXX

ad esempio stanotte non ho chiuso proprio occhio, dolore alla testa e alla tempia sx , stamattina già va molto meglio,sempre un pò intontito ...ma nel caso ci sarebbe possibilità di prendere un farmaco antinfiammatorio ?

[#7]  
Dr.ssa Tiziana Corteccioni

24% attività
16% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
PERUGIA (PG)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2014
Si rivolga al suo medico curante se ha bisogno di una prescrizione.
Dr.ssa Tiziana Corteccioni
www.tizianacorteccioni.it

[#8] dopo  
Utente 436XXX

Appena tornato dal dottore, il quale mi ha detto che in casi di mal di testa devo prendere la tachipirina minimo 2 ore dopo la somministrazione dell'ansiolitico o l'antidepressivo.
Poi entrando in erboristeria tra l'altro la proprietaria e' una mia grandissima amica mi ha regalato una boccetta di fiore di bach, secondo lei se ne faccio uso in casi straordinari possano interagire con i farmaci sopracitati che prendo?

[#9]  
Dr.ssa Tiziana Corteccioni

24% attività
16% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
PERUGIA (PG)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2014
Non posso dare indicazioni di questo tipo senza aver effettuato una visita accurata. Può chiedere al suo medico curante.
Cordiali saluti.
Dr.ssa Tiziana Corteccioni
www.tizianacorteccioni.it