Utente 427XXX
Salve dottori, scusate per l’ennesimo consulto...

Come ormai saprete, io soffro dalla nascita di ansia, e da un paio di anni anche di attacchi di panico, oltre ad avere probabilmente un disturbo di personalità ossessivo compulsiva (perfezionismo) e anche ossessioni di controllo sul mio corpo.
Curo tutto con 10 gocce di Entact che, tutto sommato, mi fanno vivere abbastanza bene (nonostante in situazioni più pesanti e stressanti l’ansia ritorni).
Tra pochi giorni dovrei tornare dallo psichiatra che in teoria dovrebbe aumentarmi l’Entact a 20, ma ora è sorto un nuovo problema e prima di riferirlo a lui volevo un vostro parere:

In pratica, fin dalla nascita ho una forte tendenza ai tic nervosi per scaricare lo stress, soprattutto alla bocca: contorcere la lingua verso la guancia, mordermi l’interno della bocca, mordermi la lingua, e fare “giochetti” vari con la bocca che scaricano lo stress, tutto questo avviene in maniera inconsapevole, non me ne accorgo quando lo faccio e anzi me lo fanno notare gli altri, soffro di questa cosa da sempre, ricordo che a 4/5 anni già lo facevo, e l’ho fatto per tutta la vita.
Succede in momenti di forte concentrazione o in generale tensione.

Il mese scorso mi sono operato alla bocca per progenismo, intervento Maxillo facciale, è andato tutto bene ma da un paio di settimane sto cominciando a soffrire di bruxismo la notte, i generale provo sollievo dallo stress quando stringo i denti, ma allo stesso tempo anche fastidio. Ora sicuramente dovrò parlare con l’ortodentista per escludere cause “fisiche” per questo problema, ma nel caso fosse psicologico? Insomma se fosse come quei tic?

Ho letto che la serotonina peggiora i sintomi di bruxismo, è vero? Io non potrei MAI rinunciare all’Entact, anzi dovrei aumentarlo, sarebbe un problema?
In alternativa ho letto di ansiolitici (che non sono benzodiazepine, e che sono piuttosto leggeri) che si possono associare agli SSRI e che aiutano a contrastare la somatizzazione in tic dello stress, ma per me è fondamentale che NON agiscano contro la serotonina, altrimenti andrei a colpire l’unica cosa che mi fa vivere decentemente...
Insomma, esistono farmaci in grado di aiutarmi per il bruxismo e i tic, e allo stesso tempo non contrastare l’Entact ma magari anche aumentarne l’efficacia?

Ovviamente non vi chiedo di prescrivermi niente, è solo a titolo informativo per sapere se esiste una soluzione, poi quando il mio psichiatra mi darà la terapia tornerò a chiedervi se la condividete... Grazie!

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
I farmaci SSRI possono portare ad un aumento del bruxismo o ad una insorgenza di esso.

Considerato che ci sono altre predisposizioni per problematiche ortodontiche va valutata una terapia che abbia minore impatto su questo tipo di effetto collaterale per cui andrebbe cambiata la terapia nonché introdotta qualche altra molecola che contrasti questo tipo di effetto collaterale.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 427XXX

Ok grazie mille, ultima cosa: sarebbe ugualmente efficace aggiungere una molecola che contrasti questo effetto e intanto mantenere la terapia con l’Entact? Oppure l’Entact va per forza diminuito/sostituito?
Inoltre questa molecola andrebbe a contrastare il lavoro dell’Entact?

Guardate: se per risolvere il problema del bruxismo devo farmi tornare l’ansia, allora a quel punto metto la mascherina la notte e sto apposto così...

Ps: Una molecola che potrebbe aiutare nella mia situazione sarebbe tipo il Buspirone?

[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
In ogni caso sarebbe utile utilizzare uno bite che possa evitare problematiche ai denti.

Comunque, ci sono diverse strategie utilizzabili che possono essere provate.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#4] dopo  
Utente 427XXX

Dottore, scusate il disturbo ma vi devo chiedere una cosa importante, in quanto un dottore che non è psichiatra (ma ortodentista/posturologo associato anche alla neurologia) mi ha detto alcune cose che riguardano l’ambito psichiatrico e sinceramente non so fino a quanto posso fidarmi...

In pratica, come vi ho detto l’altra volta, ho subìto questo intervento per progenismo e successivamente ho cominciato a soffrire di bruxismo la notte.
Come sapete, io è da una vita che soffro di ansia, attacchi di panico, e a quanto pare anche di ossessioni di perfezionismo, ma comunque tengo tutto sotto controllo con 10 gocce di Entact (che col mio psichiatra sto pensando anche di aumentare).

Ok arriviamo a noi: il dottore mi ha detto che, a causa della mia precedente malocclusione, con la lingua non stimolo il nervo naso palatino (che si trova sotto il palato, vicino agli incisivi, e a quanto ho capito deriva dal nervo trigemino).
Il fatto che non stimolo questo nervo secondo lui mi porta un sacco di problemi, oltre che muscolari, anche psichiatrici in quanto dice che la stimolazione del nervo naso palatino favorisce la creazione di neurotrasmettitori come la Serotonina e la Melatonina, e quindi ne potrei essere carente...
A quel punto gli ho detto che infatti assumo SSRI, e lui ha detto che piano piano dovrò eliminare l’Entact perché procederemo a ricreare naturalmente la giusta quantità di serotonina tramite la stimolazione del nervo con la lingua, mentre l’assunzione del farmaco potrebbe disabituare il corpo a produrla spontaneamente...
Inoltre mi ha consigliato anche di assumere la Melatonina (Melatonina Dispert, 3 capsule da prendere insieme, ognuna da 1 mg, di sera).

In breve, secondo lui:
- Con la sua terapia settimanale imparerò a utilizzare bene la lingua, stimolare il nervo naso palatino, migliorare così la postura e la muscolatura.
- Allo stesso tempo, secondo lui, avrò un aumento di serotonina e Melatonina, così dovrò ridurre ed eliminare l’Entact. E intanto mi ha prescritto la Melatonina...

Vi parlo chiaro: io non sono affatto convinto di eliminare l’Entact, e non so fino a che punto fidarmi, voi quanto leggete di vero e scientificamente provato nelle sue parole?
L’Entact mi ha salvato la vita, non lo sospenderò così facilmente!