Utente 162XXX
Buonasera,

porgo alla vostra attenzione questa terapia consigliata dallo Psichiatra che mi ha visitato due giorni fa. Sono andato dallo psichiatra sotto consiglio della psicologa che mi sta seguendo. Recentemente, circa un mese fa, ho perso mio padre, con modalità inaspettate. Questo evento mi ha spinto in uno stato depressivo devastante. La mattina ho acastia, ansia molto forte e angoscia, non riesco a lavorare e ho mancanza di interessi su tutto quello che prima mi interessava. Oltretutto la mattina mi sveglio molto precocemente, fra le 5 e le 6 e 30 del mattino. Sono un libero professionista e svolgo un attività di concetto, che richiede molta concentrazione ed energie psichiche.

Lo psichiatra in questione mi ha prescritto la seguente terapia, ed ho molti dubbi a riguardo.

1.0 mg di Lorazepam alla sera.
75 mg di Trittico per una settimana per poi aumentare la dose a 150 mg.
Lui poi vorrebbe fissare un controllo fra circa 3 settimane.

Mi sono informato molto bene e tutti mi dicono che il trittico è un farmaco molto pericoloso e anche un po datato. Per il momento non ho preso nulla, ma questi sintomi depressivi mi uccidono. Ho un umore praticamente funereo, non rido da giorno, non ricordo neanche come si fa. Di mattina sono costretto a camminare perchè non posso stare bene neanche a letto! Se sto a sedere devo tenere su le gambe, altrimenti mi devo alzare. L'angoscia di mattina è veramente allucinante e mi sembra di vivere un film, fuori nulla è piu reale. La mia preoccupazione per me stesso è alta, come ho detto prima non provo piu piacere nel fare attività che facevo sempre e sopratutto non mi stimola piu il mio lavoro i miei business. La mia vita era pensare a queste cose.

Non so neanche se sia stato precoce richiedere l'intervento di psicoterapia e di uno psichiatra, ma questo evento ha fatto scaturire in me una bomba. Il pomeriggio dopo pranzo mi butto nel letto come un vecchio e mi rilasso perchè dal pomeriggio andando verso sera l'ansia si attenua. Rimango li circa 2 ore e cerco anche di dormire, ma spesso e volentieri invano.

Presento anche ossessività riguardo all'evento, ho manie di ricerca su google sulle tematiche di lutto e adesso anche riguardanti gli psicofarmaci prescritti.

Sicuramente farò visita ad un altro psichiatra, per sentire cosa ha da dirmi.

Le mie domande sono :

come vi sembra la terapia assegnata dal medico? Posso evitare di prendere il trittico e prendere solamente il lorazepam per vedere se almeno riesco a dormire per 8 ore di fila? Credo che sia normale stare male per il lutto, ma questo stato credo sia veramente eccessivo. Ho oltretutto mancanza di speranza nel futuro e la mattina delle volte si tramuta in idee di morte. L'angoscia e il "sapore" di questi giorni è veramente insopportabile.

Grazie mille per il vostro ascolto.

[#1] dopo  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
La terapia è indicata per una condizione ansioso-depressiva. La paventata pericolosità del trittico mi giunge nuova, essendo un farmaco tuttora usato e in genere discretamente efficace e tollerato. Può chiedere allo specialista se ritiene possibile usare solo il lorazepam per qualche giorno in attesa di valutare nuovamente la condizione.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it