Utente 494XXX
Gentili psichiatri di Medicitalia,
mi rivolgo a voi per un quesito che sta occupando gran parte delle mie giornate.
È possibile dimenticare, dopo pochi minuti - al massimo dopo un'ora - l'aver fatto azioni gravissime e orrende come investire, molestare o aggredire fisicamente qualcuno? Insomma non avere nessun ricordo, neanche sforzandosi?

In seconda battuta, vorrei chiedere, se posso, se nel "Disturbo ossessivo-compulsivo" (credo di averlo) il dubbio possa sorgere non solo per azioni al futuro (se penso questo, lo farò) ma anche al passato (se l'ho pensato, l'ho fatto).
Ho compiuto svariate ricerche online e letto diversi libri, purtroppo non ho mai trovato un esempio specifico.

Confidando in una vostra risposta,
saluto cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
In genere i pensieri ossessivi che riguardano il timore di aver commesso azioni che non si ricordano è abbastanza frequente. Sarebbe opportuna una visita psichiatrica per confermare o smentire questa ipotesi e, eventualmente, instaurare un trattamento adeguato.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#2] dopo  
Utente 494XXX

Gentile Dr. Vassilis Martiadis La ringrazio per aver risposto.
Ho molti pensieri, indesiderati, che mi tormentano per giorni; sento il bisogno di rispondere, il prima possibile, a queste domande.

Il dubbio, tipico del DOC, potrebbe nascere anche nel caso in cui si ha il timore che i pensieri e le immagini mentali possano rappresentare un qualcosa fatto in passato? (Per farLe capire: la ricerca costante di un possibile significato per questi pensieri e immagini, nonostante l'assenza di ricordi).
Non assumo farmaci e non faccio consumo di sostanze stupefacenti.