Utente 383XXX
Buonasera,

Vivo una situazione un po’ difficile e tesa con me stessa al momento: da sempre ho un carattere molto impulsivo e “instabile”. Sono molto permalosa e mi arrabbio facilmente. Nonostante io sia molto irascibile, generalmente la rabbia nera passa quasi subito, anche se nei 5 minuti di black out ho paura di me stessa, mi arrabbio talmente tanto (spesso per cose stupide) che non riesco a controllarmi. Il problema è che tornato lucida subito dopo, mi accorgo di aver avuto una reazione esagerata e mi vergogno tantissimo di me stessa.
Questa caratteristica ha sempre fatto parte di me, ma da quando il mio ragazzo mi ha lasciata (circa un anno fa) la cosa si è complicata e ora ho reazioni davvero esagerata.
Ho paura di compromettere i miei rapporti: già parecchio instabili. Ho poche amiche: con cui ho rapporti altalenanti passo dalla dolcezza e ammirazione alla rabbia nei loro confronti e quindi “disprezzo”.
Da quando mi sono lasciata, sono arrabbiata con il mondo, mi sento sola, abbonandata e come se non mi meritassi nulla.
Sono laureata e ho un buon lavoro, ma non mi sento mai abbastanza.

Ora arrivo al motivo per cui sto scrivendo qui: penso di avere un disturbo Borderline. Ho già fatto un percorso con uno psicologo (anzi 2), ma ho sempre interrotto la terapia a metà. In verità non mi hanno mai diagnosticato nulla di più, di una banale gestione errata della mia rabbia, dovuta alla mia infanzia altalenante. Ha iniziato a stare quando lui aveva 17 anni e io ne avevo solo 10: spesso aveva comportamento violenti soprattutto con me e mia mamma. Solo anni dopo, quando io avevo circa 18 anni ha iniziato a stare meglio e reagire alle terapia (all’inizio non era molto chiaro cosa avesse).

Ho paura di avere qualche problema, di non riuscire ad essere mai serena. Ho paura delle mie reazioni, perché sono consapevole che non siano normali e vorrei da voi un parere sincero su come dovrei comportarmi, come potrei imparare a gestire la rabbia e se è davvero il caso di rivolgermi ad uno psichiatra (già fatto due volte: e dicono io non abbia nulla. Ma forse ai tempi non era così incontrollata la situazione)

Chiedo scusa per la confusione del testo. Grazie in anticipo a chiunque mi dedicherà del tempo per rispondere.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Può sentire nuovamente il parere di uno psichiatra ma non è detto che ci siano elementi patologici tali da dover richiedere un trattamento.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it