Utente 476XXX
salve vorrei un qualche chiarimento. Ho assunto per una decina di anni zoloft 100MG e vari tipi di benzodiazepine (EN,XANAX,TAVOR). Negli ultimi consulti lo psichiatra del CSM del mio paese ha detto che dovevo "depsichiatrizzarmi" (ha scritto proprio cosi nel referto) ed uscire un pò dal circolo vizioso psichiatra-farmaco, al chè io sono stato immensamente contento perchè la tp non funzionava più. L'avevo iniziata per attacchi di panico,poi nel tempo l'nasia è diventata cronica e ho una nevrosi incentrata sul cuore ( ho extrasistole che mi rendono la vita un incubo, spesso non esco, corro spessp al PS, paura di arresto cardiaco etc). comunque ho smesso lo zoloft dopo un mese e mezzo di scalo e mi ha prescritto depakin chrono 300mg alla sera. Io all'età di 4 anni ho avuto una singola crisi di epilessia e ho prerso fino ai 10/12 anni il depakin. non ho mai avuto altre crisi. Ora però mi chiedo come mai prescrivere un antiepilettico per l'ansia? sopratutto non potrebbe farmi avere altre crisi?. Ma la cosa che più mi preoccupa è il fatto che io sono già fortemente sovrappeso. Ho iniziato una dieta (meno pasta più verdura e meno schifezze e fuori pasti) in attesa di andare dalla dietologa. Uno degli effetti indesiderati più comuni del depakin è proprio l'aumento di peso, e io non posso proprio permettermelo..
un'altra cosa che mi disturba è il fatto che l'ho pregato di fornimi una psicoterapeuta. All'inizio mi diceva di si,che avrebbe contattato organizzato etc, poi ha deciso che non ne ho bisogno. Eppure credo proprio di averne bisogno , visto che penso sempre al cuore, ho sempre paura e ho avuto problemi di autolesionismo.
io vorrei andare da un'altro psichiatra però non posso permettermelo,sono uno studente che vive da solo e faccio fatica economicamente...e qui a Modena l'unico servizio psiciatrico che non è soggetto a pagamento è proprio il CSM. il problema che neanche se vado a "psicologia clinica" un servizio gratuito di psicoterapisti, mi accettano perchè sono sotto il CSM e quindi devo riferirmi a loro. IL problema che io non sto molto bene,ma sento solo il bisogno di parlare con qualcuno che magari mi aiuti un pò ad uscire da questa problematiche che mi porto dietro. mi viene detto che non ho problemi psichiatrici e che devo solo uscire dall'ossessione e poi mi viene dato il depakin e negata la possibilità di uno psicoterapeuta? ovviamente se avessi la possibilità economica andrei a pagamento ma non posso purtroppo. volevo un vostro parere in merito di tutto questo e chiedo scusa della lunghezza della suddetta domanda ma vorrei uscirne e capire se è giusto il percorso che mi ha prescritto.
P.S VOLEVO precisare ultre 3 cose 1) ogni medico che mi visita al PS mi dice che ho bisogno di uno psicoterapeuta e non di medcine ( in molti me l'hanno proprio scritto sui referti 2) lo dice sempre anche il mio medico di famiglia 3) nei colloqui ho poca possibilità di parlare e durano si e no 15 min a volta..
ringrazio..anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Il fatto che altri dicano che non debba assumere una terapia, probabilmente per motivi legati ad un pregiudizio verso la stessa, non vuol dire che lei non debba fare una terapia appropriata per i suoi disturbi, senza per forza dover pensare di dover utilizzare altre strategie terapeutiche che sembrano essere state chiaramente escluse dal suo psichiatra.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.feancescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 476XXX

Ma quindi come posso uscire dal tunnel della paura del cuore? Non credo il depakin basti... Escludo troppe cose nella mia vita a causa di queste paure.. Ho provato a farcela da solo ma non riesco..
Non so forse dovrò sentire l'ennesimo cardiologo magari prima o poi mi convinco. Ma so solo che vivo davvero solo il 20% della mia vita. Non esco troppo lontano. Non faccio passeggiate, ho paura di fare cose che ogni ragazzo della mia età fa.
Come esempio: il 29 avrei un escursione con l'università alla pietra di bismantova ovviamente non ci andrò perché so che arrivano gli extrasistoli e non saprei come è cosa fare...
Come ne posso uscire? O devo accettare di essere condannato a questa situazione?

[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
E' sufficiente che venga impostata una terapia appropriata senza troppi giri.

Fino ad ora ha incrociato solo personaggi contrari alle terapie incluso il suo psichiatra per cui ancora non si è giunti ad una soluzione.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it