Utente 498XXX
Gentili dottori,

sto assumendo lievi dosi di paroxetina (per via di episodi depressivi) da circa 4 giorni e praticamente dal giorno dopo la prima assunzione ho notato effetti collaterali molto preoccupanti sulla libido. Da un giorno all'altro ho praticamente perso ogni libido e capacità erettiva: se fino a una settimana fa, nonostante il malessere psicologico marcato, sentivo di avere una sessualità molto violenta ora è stato cancellato tutto. Anche la stimolazione manuale risulta quasi completamente inefficace e comunque sempre fastidiosa e sgradevole.
Questo mi ha molto scosso e preoccupato a tal punto che questa mattina non ce l'ho fatta ad assumere la dose quotidiana di medicinale. Ho comunque notato improvvisi peggioramenti sul tono dell'umore, che nei giorni scorsi era molto migliorato (anch'esso quasi immediatamente dopo la prima assunzione del medicinale), e per questo intendo riprendere la terapia quanto prima.
Volevo però capire se effetti così evidenti, violenti e improvvisi del medicinale sulla sessualità fossero normali oppure è necessario preoccuparsi; in secondo luogo, posso essere sicuro circa la totale temporaneità di tali effetti collaterali? Perché nonostante abbia sospeso l'assunzione del farmaco, pur notando immediati effetti sull'umore, niente si è ristabilito per quanto riguarda libido/sessualità.

Da ultimo vorrei ricevere il vostro autorevole parere su pratiche come la "drug holiday" (ovverosia la sospensione occasionale del farmaco, per esempio per qualche giorno durante il weekend, per ridurne temporaneamente gli effetti collaterali), e sapere in generale quali sono i rischi e le possibili controindicazioni che si possono avere nel saltare saltuariamente la dose oppure ridurla (dimezzarla per qualche giorno, ecc).

Ringrazio in anticipo per la disponibilità che mi vorrete riservare!

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Ciò che accade è solo una sua suggestione e non ha nulla a che vedere con la terapia.

Utilizzare i trattamenti saltando le somministrazioni provoca inefficacia della terapia.


Se lei fosse iperteso e sospendesse la terapia antiipertensiva per un giorno potrebbe avere un picco ipertensivo, anche grave, proprio nel giorno di non assunzione.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it