Utente 499XXX
Salve, sono ragazza di 21 anni, che ha sempre sofferto di salute per fortuna non in modo grave, di salute intendo cose come problemi di stomaco, febbri alte improvvise per i pochi anticorpi, sin da piccola e da qualche anno anche di frequenti cistiti. Da piccola non ho avuto un’infanzia facilissima ci sono stati un po’ di traumi infantili anche con la scuola ho sofferto di bullismo, quindi ho sempre sofferto d’ansia. Non ricordo benissimo il mio primo attaco di panico ma credo fin da piccola. Da circa due anni ho un lavoro è una mia vita privata non sono soddisfatta al massimo, ma non ho mai manifestato nulla che mi facesse capire di dover fare qualcosa per poter essere felice. Il mio lavoro consiste nel raggiungere un certo obbiettivo ogni mese dal primo all’ultimo e questo mi crea un certo stress. Ma in merito alla mia produttività lavorativa quindi parlando nel guadagno se riesco a raggiungere questo grande ( per me) obbiettivo non mi posso affatto lamentare, come tutte le ragazze di oggi mi piace fare shopping, viaggiare e uscire. Da questo inverno soffro di una forte ansia, il primo forte attacco di panico si è manifestato qualche mesetto fa ero già in ansia prima di recarmi a lavoro e dopo aver litigato con dei miei colleghi nonché miei amici per cose veramente futili, ho avuto un attacco di panico a lavoro, ma dopo non ci ho dato una grandissima importanza. Da circa 10 giorni avverto una forta ansia con continui attacchi di panico sopratutto se sono a lavoro o davanti a molte persone. La mia credo che sia paura della paura stessa. Questa forte ansia mi sta facendo impazzire, da 10 giorni appunto avverto forti giramenti di testa, cervicale, dolori al cuore e dolore alle orecchie sopratutto in quella destra. Ieri mi sono finalmente decisa di andare dal mio medico curante e ho spiegato per filo e per segno quello che mi succede in questo maledetto periodo, mi ha prescritto lo Xanax in gocce da 0,75 mg, 5 gocce la mattina, 5 gocce all’ora di pranzo, e 10 gocce la sera prima di coricarmi per circa 7-10 giorni. Ieri sera appunto ne ho preso 10, prima di assumerlo era un po’ spaventata perché non ho mai preso un’ansiolitico così forte, non so se è stata la mia paura, ma dopo averlo preso circa dopo 10-15 minuti, mi sono sentita malissimo, ho iniziato ad avertire una nausea fortissima mi sentivo strozzare, non riuscivo a respirare, ho pianto tanto e mi sono sentita così male per circa 2/ 2 ore e mezza. Gridavo davvero aiuto, mi sentivo morire. Stamattina stavo ancora male ma non ho voluto prendere le 5 gocce di Xanax, ho saltato anche le 5 gocce a pranzo. Ho davvero paura di assumerlo, forse sono solo spaventa e lo Xanax sicuramente non c’entra nulla. Ma ho veramente bisogno di non sentirmi più così, voglio uscire andare a lavoro e non stare più male. Cosa mi consigliate? Devo prenderlo comunque lo Xanax? Ho bisogno di consigli. Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Lo xanax, per cui ha già una prescrizione, è un rimedio del momento, non può essere tenuto senza termine come fosse qualcosa di diverso, anche perché nel tempo perde il suo potenziale terapeutico e si sviluppa assuefazione.

Io mi rivolgerei ad uno specialista ,al di là dell'emergenza per cui il medico ha optato per un ansiolitico.

Cosa assumere non deve chiederlo, perché non possiamo dare risposte di questo genere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 499XXX

Questo lo so benissimo. Ma ieri era la prima volta che assumevo lo Xanax, la mia domanda si riferisce al fatto che dopo averlo assunto sono stata malissimo, credo con forti attacchi di panico per circa 2/2 ore mezzo mi sentivo davvero morire. Il consiglio anzi più che consiglio una risposta che vorrei è se l’effetto che ho avuto è dovuto allo Xanax? E quindi se non fosse così quindi non porta questi sgradevoli incovenienti devo assumerlo e stare tranquilla che quello che mi è successo ieri è stato solo un episodio perché ero spaventata come lo sono adesso. In ogni caso, so perfettamente che mi farò aiutare da uno psichiatra se si riferisce a questo.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se soffre di panico, la reazione a qualsiasi effetto di un farmaco, anche quelli teoricamente ansiolitici, può essere di panico, perché si teme di perdere il controllo
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it