Utente 501XXX
Buonasera, scrivono mia madre 87 anni. Dall'anno 2000 , circa una volta all' anno si sono presentati sintomi di Afasia sempre regrediti nel giro di mezz'ora.Ricoverata più volte non si sono trovate lesione con TAC eseguite con episodi in corso e dopo.Comunque sono stati inquadrati come possibili TIA.Non si sono mai verificati problemi agli arti o di bocca storta. Gli episodi ultimamente sono aumentati e a questa afasia seguono come delle crisi isteriche e stati di incoscienza fino a durare una decina di ore. Dopo una decina di ore è come se mia madre si svegliasse e tornasse perfettamente normale.Ragionamenti perfetti e memoria perfetta.Non si ricorda quasi niente delle crisi. Dopo tanti episodi i medici escludono quasi i TIA. Anche nell'ultimo non c'erano evidenze in TAC. Ho notato che in seguito alla somministrazione di sedativi inizia a calmarsi e piano piano si riprende.I medici non sanno inquadrare. Il soggetto è molto ansioso.In passato ha avuto problemi di depressione ma non esagerati. Ora si aggiungono vari problemi di salute che la rendono più ansiosa.Non so cosa fare, cosa ipotizzare. Prende trittico due volte al giorno e xanax, 10 o 15 gocce al giorno che mi sembra la calmino un po'. E' ipertesa.Chiedo un consiglio, e un parere.Grazie

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Un TIA ha proprio le caratteristiche descritte.

Non capisco quale sia il problema a stabilire che siano TIA.

L’utilizzo di benzodiazepine può comunque peggiorare lo stato cognitivo di una paziente anziana per cui hanno controindicazione.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 501XXX

Gentile dottore, ormai risulta difficile pensare ad un TIA, tre attacchi nell' ultima settimana rientrati perfettamente senza nessuna terapia e con pressione sanguigna normale, nessun problema agli arti, o di linguaggio in seguito alla crisi, il tutto sempre con le stesse modalità almeno per 10 volte nel corso degli anni.Si potrebbe pensare a inizio di demenza? GRAZIE