Utente 499XXX
Salve,
Sono stata per la prima volta in vita mia da uno psichiatra, dopo un solo colloquio mi ha prescritto prozac capsule 20 mg al giorno.
I miei problemi sono legati alla difficoltà di socializzare, autostima sotto le scarpe, voglia di non fare niente, umore costantemente basso, fame nervosa, isolamento e veramente pochissima, per non dire nessuna, igiene degli spazi in cui vivo.
Per quest’ultimo motivo mi ha consigliato anche di intraprendere una terapia perché dice che il caos di cui mi circondo è il caos che ho dentro.
So di essere molto tormentata dentro, mi sono rivolta a uno psichiatra perché volevo dei “tranquillanti” da prendere per non pensare e stare rilassata.. e invece mi sono ritrovata con una prescrizione di un antidepressivo..
La mia domanda è: in un solo colloquio, dove ok ho manifestato il mio malessere generale, il mio blocco verso le situazioni sociali, il mio non avere obiettivi nella vita.. però senza avere quel vivere in quel tunnel buio che i depressi dicono di vedere e tutto il resto, il prozac non è troppo??
Lui dice di no perché ho caratteri depressivi..
L’altra domanda è: se io non fossi depressa, se i miei livelli di quelle molecole nel cervello non fossero in carenza, che cosa succede se prendo ugualmente un antidepressivo come il prozac?

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Una prescrizione ha indicazione su,la base di una visita diretta,

Attendere una prescrizione di altro non ha un significato pratico perché gli antidepressivi sono i farmaci primari di utilizzo per determinati disturbi.


Se nutre dei dubbi può sentire un altro parere.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it