Utente 500XXX
Salve gentili dottori, vi scrivo perché ho un quesito sul farmaco xeplion da proporvi, sto molto male da quando ho fatto le ultime due iniezioni (4in totale) così ho deciso di sospendere, fino alla seconda iniezione ero ancora in grado di lavorare mentre dalla 3a in poi ho perso due lavori, mi si é alzato il colesterolo ed ho la prolattina 3 volte più alta del normale, prima ero un ragazzo molto solare, felice discutevo con tutti ed ero molto felice di svegliarmi al mattino, ora vivo in perenne angoscia mi sveglio alle 6 tutti i giorni, la vista é peggiorata moltissimo (non ho mai avuto problemi di vista) e mi sono rinchiuso in casa da un mese e mezzo (cosa che per la persona che ero prima é impensabile) vi chiedo se ci sono persone alla quale gli effetti collaterali del farmaco sono andati via o se sono rimasti tutti in questo stato pietoso nella quale mi trovo io ora, mi chiedo appunto se questi effetti svanirà no con il passare del tempo perché vorrei riuscire a lavorare questo inverno visto che ho sempre lavorato ed ora a fatica sono autosufficiente

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Gli effetti vanno via gradualmente, la prolattina torna normale di solito in un mese, ma al di là di questo perché non ha proposto al medico di cambiarlo, per non restare senza cura ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 500XXX

Avevano provato a darmi abilify ma avevo sviluppato una reazione al farmaco con bolle sulle mani e non hanno più voluto darmelo al momento vogliono curarmi con invega ma visti gli effetti del paliperidone sulla mia persona credo che non lo assumeró, troppi effetti collaterali sono cambiato radicalmente con lo xeplion, le ripeto sto molto male,di vista ci vedo molto male non eiaculo e non ho più un erezione e mi sento totalmente disconnesso dal mondo in cui vivo, prima ero un altra persona. Mi hanno diagnosticato un disturbo schizoaffettivo ma dopo appena un mese, io non credo sia una prognosi corretta visto il mio passato, le vorrei chiedere anche se il sistema dopaminergico di una persona con questi farmaci viene totalmente bloccato o si riprende prima o poi, la ringrazio anticipatamente per una sua eventuale risposta.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ci sono altre alternative per lo schizoaffettivo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 500XXX

Mi perdoni se glielo chiedo di nuovo ma lei crede che io riesca a tornare ad avere una vita come prima? Il sistema dopaminergico si riprende o una volta bloccato non si riprende più? La vista tornerà come prima o continueró a vedere male per il resto della mia vita cosa che prima dello xeplion era impensabile per me

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Questo dell'umore è un problema posto dal disturbo in sé, e purtroppo alcuni farmaci per controllare determinati sintomi non lo aiutano, cosicché uno impara che può stare in equilibrio ma un po' "opaco" ,oppure bene ma ritornano poi i sintomi psicotici.
Chiaramente i nuovi farmaci sono pensati per addolcire questo impatto, o evitarlo del tutto. Rimane il fatto che anche una fase down post-psicotica è caratterizzata da apatia etc, anche in chi non si cura.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 500XXX

La ringrazio per la sua risposta ora capisco che in pratica sta a me riprendermi e spero di riuscirci in fretta visto che sono giovane e non vorrei rovinarmi la vita, spero anche che la mia vista torni quella di prima (prima di assumere xeplion) che per me é molto importante

[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non è che "sta a Lei" come se fosse un suo compito, semplicemente deve tener conto che la ripresa e la stabilizzazione possono comportare un periodo protratto in cui non è possibile essere ottimali su un piano senza correre il rischio di ricadere sull'altro.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 500XXX

Voglio innanzitutto ringraziarla per la sua risposta esaustiva, ma anche riproporlo questo quesito, il sistema dopamigergico di una persona che ha assunto dello Xeplion é predestinato ad essere "bloccato" a vita o I recettori della dopamina e la dopamina in sé tornano a funzionare nel tempo? La ringrazio anticipatamente per una sua futura risposta

[#9] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Lei si sta ponendo questa domanda chiaramente "estrema" con un un'unico ragionamento, e cioè il suo stato attuale come conseguenza dello xeplion, manca all'appello la variabile della sua diagnosi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 500XXX

Mi hanno diagnosticato la schizoaffettività ma il soli due mesi e di casi bipolari in familiarità ne ho per questo non ho molta fiducia nella diagnosi che mi hanno fatto, io non vorrei incolpare il farmaco e basta ma prima di quelle fiale ero un altra persona capisce ora sono molto depresso ogni mattina mi alzo alle 5 con idee suicide, sto molto male e prima di questo non sono mai stato così ho sempre amato la vita ero felice di svegliarmi al mattino ho sempre comunicato molto con le persone ora faccio moltissima fatica persino ad uscire di casa, rimando per fino gli appuntamenti dalla psichiatra perché non c'è la faccio

[#11] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sia per la schizoaffettività che per i disturbi bipolari ci sono terapie diverse dagli antipsicotici da poter utilizzare con l'umore come obiettivo. La differenza sarebbe che, nel disturbo schizoaffettivo, senza antipsicotico i sintomi psicotici ci sono, mentre nel bipolare hanno decorso intermittente tra le fasi, e quindi non necessariamente la cura deve comprendere sempre anche un antipsicotico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 500XXX

Ci tengo a dirle che io non ho più avuto ricadute ma ora ho altri problemi, specialmente di vista, vedo tutto offuscato e di sonno mi sveglio molte volte la notte e non ho più un sonno continuo, la vista non accenna a migliorare spero sia un effetto del farmaco che se ne va con il tempo visto che prima avevo 10su10, una vista impeccabile, erezione spontanee non ne ho più e nemmeno eiaculo prego ogni giorno che queste cose si risolvi o, in casa di cura prima delle punture non avevo questi problemi credo proprio che la colpa sia del paliperidone

[#13] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo, può essere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#14] dopo  
Utente 500XXX

Quando crede se ne andranno via gli effetti collaterali? Potró avere figli in futuro? Torneró a vedere come prima?

[#15] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Domande sul futuro.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#16] dopo  
Utente 500XXX

Scrivo nuovamente in questo post perché ho il terrore di avere un prolattinoma, il mio timore si basa sul fatto che a un mese e mezzo di distacco dallo xeplion ci vedo ancora molto molto male ed ho appunto paura che qualcosa stia ostruendo il mio nervo ottico, ho sempre avuto una vista impeccabile quindi dottori vi chiedo che esami sono consigliati per riscontrare il problema se dovesse esserci? Basta una risonanza magnetica? Una tac?

[#17] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gliele indica il medico se le ritiene opportuno. "Vederci male" è molto vago, e se il problema è la paura, sicuramente alla fine riferirà di vederci male, perché ne è preoccupato del prolattinoma.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#18] dopo  
Utente 500XXX

Domattina infatti dovró consultare il mio medico, ho un altra domanda da fare e la ringrazio per la precedente risposta, da quando mi hanno fatto l'ultima fiala di Xeplion ho una forte astenia sono stanco tutto il giorno come se il sonno della notte non mi riposasse minimamente, il caffé della mattina non mi attiva più mi rende solo più nervoso e l'astenia si protrae per tutto il giorno, se riconducibile alla fiala questo effetto se ne va nel tempo o resteró così a vita? Prima ero pieno di energie facevo un sacco di attività e lavoravo tranquillamente 10 ore al giorno così non sono neanche in grado di lavorare e ció mi distrugge, quel farmaco mi ha distrutto ho solo 24 anni

[#19] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Questo lo ha già detto, si è capito che con questa cura non sta bene ed è appesantito. Sta ripetendo esattamente quel che ha detto all'inizio del consulto.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#20] dopo  
Utente 500XXX

Salve, volevo aggiornarvi sulla mia situazione attuale, le cose non sono minimamente migliorate e quello che mi chiedo è vi chiedo é se dopo aver assunto un antipsicotico come Xeplion i recettori d2 ed altri addetti alla ricaptazione della dopamina sono soggetti a riprendersi o meno, sono disperato, vivo in perenne angoscia in un mondo che mi sembra irreale, quando cammino mi sembra che non sono io a camminare, ho Seri sintomi di derealizzazione che non tendono a scomparire, ho un astenia pesante durante tutto il giorno, io ho sempre lavorato molto nella vita e ho sempre avuto un sacco di relazioni sociali, ora vivo tagliato fuori dal mondo a casa non mi sopportano più perché non riescono a capire cosa io abbia nonostante ho spiegato loro che questi sintomi mi sono venuti fuori dopo le iniezioni di Xeplion, non riesco nemmeno ad andare a fare la spesa, lo psichiatra che me le ha fatte mi aveva assicurato che era solo un periodo momentaneo ma ormai sono passati mesi ed io non sono più lo stesso, perfino quando ero ricoverato avevo energie ero felice di vivere e di riprendere un lavoro appena uscito da lì, poi mi hanno iniettato xeplion ed ho finito di vivere, io non sono mai stato uno schizofrenico né sono certo come ne sono certi i miei familiari ed il mio medico curante, io so che non si torna indietro ma desidero sapere se nel cervello ci sarà una ripresa di questi recettori o se appunto saró danneggiato a vita, perché una vita del genere posta ad una persona che ha sempre vissuto da indipendente lavorando sodo per costruirsi un futuro non ha senso viverla, ho spesso idee di suicidio ma solo per il fatto che io prima non ero passivo mi stavo costruendo un futuro, non mi sento minimamente depresso mi sento privato della mia vita dopo 3 iniezioni.

[#21] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sa, quando uno ha fatto una terapia antipsicotica, spesso gli effetti dell'antipsicotico o si sommano o proseguono con i sintomi di una fase depressiva che segue.
Quando c'è questo ciclo ci si deve porre il problema della diagnosi, perché un conto è la depressione durante cura, un conto è quella protratta anche dopo la fine dell'antipsicotico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#22] dopo  
Utente 500XXX

Gentilissimo dottor Pacini, io tutt'ora soffro di disfunzione erettile causata da xeplion e da potente astenia, ho perso i ritmi circadiani, la notte dormo ma mi alzo alle 5 tutti i giorni come se non avessi dormito come si fa a spegnere il cervello ad un ragazzo di 24 anni é poi attribuire i sintomi ad una depressione questo mi chiedo, vedo che nei casi in cui é stato utilizzato xeplion questi sono gli effetti, quel farmaco rovina le persone e poi viene tutto attribuito ad una depressione? Ho letto di molti altri quì con il mio stesso problema e spero la gente in futuro si informi su siti come questo prima di farselo iniettare e farsi rovinare la vita. Non si puó spegnere la mente ai ragazzi i ragazzi sono il futuro, stavo diventando un cuoco ora sono solo uno zombie castrato e di questo ringrazio la psichiatria

[#23] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"quel farmaco rovina le persone e poi viene tutto attribuito ad una depressione?"

Non in maniera permanente, io dicevo che sì, può accadere che ciò che sembra depressione sia uno stato sostenuto da un neurolettico (in corso spesso) o sospeso ma non da molto.
Però appunto, anche viceversa. A volte è solo una fase di passaggio, che da sola si risolve.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#24] dopo  
Utente 500XXX

Salve, ci tengo ad aggiornare il mio stato, a distanza di mesi dalla sospensione (sospeso a luglio) soffro di disfunzione erettile spesso anorgasmia, problemi di vista e le mie capacità cognitive non sono più quelle che avevo prima di prendere il farmaco, non sono in grado di leggere un libro, non ricordo neanche i giorni della settimana, il paliperidone mi ha distrutto la vita é un farmaco criminale che distrugge la vita di chi lo assume, dovete smetterla di dire ai ragazzi '' devi andare dall'andrologo'' sappiamo tutti che é una presa in giro e che prima dei farmaci avevamo una vita sessuale perfetta, smettete di prescrivere la morte alla gente cercate di ricordare il giuramento di IPPOCRATE, 4 iniezioni mi hanno distrutto la vita, sessuale e lavorativa, non avrei mai dovuto affidarmi a voi, come si fa a bloccare i recettori nel cervello delle persone senza dire loro gli effetti collaterali che sperimenteranno? E la cosa che fa ancora più ridere é che il dottor Ruggero alla richiesta disperata dei ragazzi che gli dicono che non hanno più funzioni sessualiti risponde '' tranquillo vai avanti con la cura gli effetti se ne andranno con il tempo'' ma come fate? A mentire in questo modo alle persone? Non avete mai rimorsi? Cosa siete persone o mostri? Togliete la vita dalle mani delle persone, la capacità di giudizio le funzioni cognitive la forza di vivere la giornata, la perseveranza siete dei criminali!

[#25] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Questo spazio è per chiedere consulti, non per fare proclami.
Lei rischia di confondere uno stato mentale attuale, che rientra nell'andamento del suo disturbo, o anche effetti persistenti ma non necessariamente permanenti della terapia (ma anche della malattia) con un'ipotesi di cui non ha però riscontri.
Se deve approfondire il suo stato per capire se c'è qualche parametro alterato da correggere, lo faccia. Se non l'ha fatto, è inutile trarre conclusioni particolari.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#26] dopo  
Utente 500XXX

Dott. Pacini io vorrei capire quando torneró ad avere la libido e le erezioni che avevo prima del trattamento subito e anche quando se ne andrà il senso di irrealtà e depersonalizzazione che mi porto dietro dall'ultima fiala queste cose vorrei capire visto che prima del trattamento ero in perfetta forma sessuale e ci vedevo benissimo, da quando mi é stato iniettato xeplion io non sono più lo stesso non ho più energie, non ho più un sonno regolare, ingrasso ad ogni pasto e mi sembra di vivere in un altro mondo, prima del trattamento io non ero così, e lo psichiatra che mi visitava non mi ha costretto a fare altre fiale perché appunto io non ho un problema di tipo schizoaffettivo, vorrei solo capire se la persona che ha usato paliperidone dopo averlo dismesso riacquistà la stessa qualità di vita di prima, o resta rovinato a vita.

[#27] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Lei però considera il trattamento come unico fattore. Il trattamento esiste poiché esiste un disturbo, e il disturbo comporta diversi sintomi, compresi quelli sessuali. Se ragiona solo sul paliperidone rischia di concentrarsi su un effetto che nn è più attuale, perdendo di vista il fatto che i sintomi lamentati possono essere attinenti alla fase di un disturbo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#28] dopo  
Utente 500XXX

Dott. Pacini, capisco che lei dice che il fattore sessualità é attribuibile ad una depressione, come tutte le risposte che vengono date in questo sito a persone che hanno avuto a che fare con il paliperidone, il fatto é che sia sul versante sessuale sia sul versante visivo prima del medicinale io non ho mai avuto problemi nemmeno in ricovero prendendo solamente diazepam, con l'introduzione di invega ed in seguito di xeplion si sono verificati tutti i problemi che le ho elencato, ma il fatto é che terminata la cura non se ne sono andati io mi auguro che in futuro, gli psichiatri abbiano almeno la correttezza di dire ai loro pazienti a cosa vanno in contro utilizzando il paliperidone, visto che di storie come la mia se ne leggono ad ogni forum, passare da una psicosi indotta da cannabinoidi ad un invalidità permanente per l'utilizzo di un farmaco.. Non lo consiglio a nessuno. È un farmaco invalidante in tutti i versanti, almeno ditelo ai pazienti o fate un post dedicato al quale la gente si puó informare prima di assumerlo perché veramente rovina le persone

[#29] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Si ma prima del medicinale c'era una fase diversa, altrimenti non avrebbero dato il medicinale, per cui il confronto prima/dopo deve tener conto non solo del farmaco, che tra l'altro non c'è più, ma anche della fase, che invece può esserci sempre, ed è diversa da prima verosimilmente, come accade di regola nel decorso.

Le informazioni sono raccolte in continuazione sugli effetti, anche perché essendoci alternative a un singolo farmaco, non è che siamo legati per forza a questa o quella molecola.

Messaggi allarmistici o consigli da parte sua invece sono impropri.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#30] dopo  
Utente 500XXX

"prima del medicinale c'era una fase diversa" avrei certamente preferito rimanere leggermente agitato (non ero pericolosa per me é per gli altri e non avevo visioni o deliri) che probabilmente sarebbe passato in pochi giorni piuttosto che diventare una specie di zombie handicappato come lo sono ora, se soltanto avrei letto prima gli effetti deleteri del farmaco dalle altre testimonianze in questo sito non me lo sarei mai fatto iniettare, oggi sarei ancora la persona solare e piena di energie che ero prima ne sono certo! In questo sito ad esempio non c'é nemmeno un esperienza positiva con il paliperidone NEANCHE UNA. se solo mi informavo prima non mi sarei fatto iniettare neanche una fiala. Purtroppo mi sono fidato dei medici cosa che non faccio e non faró più in futuro almeno per quanto riguarda la psichiatria.

[#31] dopo  
Utente 500XXX

Ci tengo ad aggiungere che tra haldol, aripiprazolo, paliperidone e risperidone non c'é molta differenza, tutti ti rendono uno zombie apatico e castrato, poi leggo risposte del dott Ruggero del tipo "l'impotenza la causi tu pensandoci" a persone che prima non hanno mai avuto problemi di impotenza 20enni, vendereste l'anima pur di difendere il nome di certi farmaci é questo che fa paura. Non ammettere ciò che centinaia se non migliaia di persone testimoniano

[#32] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Guardi, non ci siamo per niente secondo me con la consapevolezza di malattia. Allora, partiamo da una diagnosi di schizoaffettività e poi dice di non avere deliri o allucinazioni (non averne avuti). E allora non torna per niente il discorso, perché se c'è una cosa sicura in questa diagnosi, è la presenza di deliri e allucinazioni. Certo che se il punto di partenza è che uno pensa di aver preso delle medicine fondamentalmente senza nessun particolare motivo, poi ragiona su quelle e non sulla malattia.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#33] dopo  
Utente 500XXX

Salve dottore, le scrivo per dirle che con il mio medico di base stiamo per attuare una cura a base di dopamino agonisti per contrastare gli effetti collaterali di xeplion (anedonia, mancanza di motivazione ed energie, impotenza e problemi di vista), non riuscendo nello stato in cui sono da quando ho fatto le iniezioni a trovare e mantenere un lavoro, a distanza di 6 mesi dalle iniezioni io e il mio medico abbiamo optato per una cura. Attendere e continuare a mangiarmi anni di vita non la vedo una soluzione

[#34] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se mai, per contrastare la sua condizione attuale, la cui interpretazione vedo è ancora ferma su una singola ipotesi, e solo quella.
Il problema è che se uno ha avuto una psicosi, usare dopamino-agonisti non è la cosa più cauta a cui pensare.

Io francamente non so se quello che scrive stia effettivamente così: il medico di base che si prende la briga di gestire una terapia così particolare sapendo che prima c'è stato un episodio trattato con antipsicotico...

Temo che questo sia più che altro un suo pensiero.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#35] dopo  
Utente 500XXX

Non é un mio pensiero glielo posso assicurare, ho solamente riferito al mio medico di molti altri casi in cui un agonista della dopamina é riuscito ad eliminare parzialmente gli effetti collaterali dati dalle iniezioni di paliperidone, lui si é documentato ed ha intenzione di procedere, si é messo nei miei panni ed ha capito che un ragazzo di 25 anni prima di rimanere uno zombie a vita vorrebbe almeno cercare una soluzione. Mi ha detto chiaramente "puoi attendere altri mesi e vedere come va la situazione oppure proviamo ad integrare un agonista"

[#36] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"é riuscito ad eliminare parzialmente gli effetti collaterali dati dalle iniezioni di paliperidone"

Sì, mentre uno le fa, insieme agli effetti terapeutici, visto che tra gli eventi avversi dei dopaminoagonisti c'è la psicosi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#37] dopo  
Utente 500XXX

Quindi dottore lei dice che gli effetti positivi sarebbero solo dosedipendenti o potrebbero essere duraturi?

[#38] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non capisco da dove possa aver capito una cosa simile, la mia risposta riguardava tutt'altro.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#39] dopo  
Utente 500XXX

http://jalm.aaccjnls.org/content/2/3/436
In questo testo dott. Pacini si vede come invega/Xeplion/Paliperidone non finisce di influenzare corpo e mente alla fine del mese bensì puó TRANQUILLAMENTE permanere nei tessuti fino a 3 anni, testo affidabile del 2017

[#40] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In tal caso significherebbe semplicemente che continua ad avere gli effetti perché ha ancora il farmaco, ma riguarda pazienti obesi, non mi pare il suo caso. Inoltre il suo discorso è diverso, e si tratterebbe di un livello decrescente nel tempo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#41] dopo  
Utente 500XXX

Buongiorno dottore, le volevo chiedere se esiste una soluzione per la distonia agli occhi, ho Seri problemi con la luce solare e veramente é molto fastidioso molte volte mi rinchiudo in casa perché appunto da molto fastidio, prima degli antipsicotici non ho mai avuto problemi di vista

[#42] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Secondo me quest'idea che tutto sia collegato alla terapia fatta tempo fa dovrebbe rivederla.
Le dà fastidio la luce e la percepisce di più ? Questo andrebbe verificato sul piano oculistico eventualmente.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#43] dopo  
Utente 500XXX

Quando esco alla luce del sole la sento molto intensa, faccio fatica a mettere a fuoco le cose e ho come dei sintomi di derealizzazione, oltre a vedere strane linee se ad esempio vedo il cielo azzurro, tutto questó inizió dopo la 3a fiala di xeplion, ho tenuto costantemente i sistomi scritti su un quaderno, tutti sintomi che non ho mai avuto in vita mia, devo dire che appena mollato xeplion erano molto peggiori di adesso, vedevo proprio tutto sfuocato e traballante ora molto meno a distanza di 6 mesi ma comunque ciò che rimane é molto fastidioso, a febbraio ho una visita oculistica ma, non credo si tratti di patologie perché appunto non ho mai avuto di questi problemi in vita mia, ci tengo anche a precisare che a distanza di 6 mesi non ho più erezioni spontanee e Seri problemi ad eiaculare ma probabilmente saranno fissazioni mie e assolutamente non c'entra il farmaco immagino.. Purtroppo così rispondete a tutti

[#44] dopo  
Utente 500XXX

https://www.minervamedica.it/it/riviste/minerva-psichiatrica/articolo.php?cod=R17Y2006N02A0129
Ciò che causano gli antipsicotici di nuova generazione alla vista

[#45] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Che Lei non sta più assumendo e che comunque è in smaltimento, quindi fosse quello il problema si risolve da solo.

Quindi, senza visita oculistica, senza nulla, si parte subito con un'ipotesi, e solo quella. Se a Lei pare sensato questo approccio ad ogni sintomo, a me no.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#46] dopo  
Utente 500XXX

Dopodomani avró una visita oculistica appunto per questi problemi e le riferiró la risposta dell'oculista, domani vado anche da una psichiatra per delle delucidazioni, voglio capire se rimarró così a vita o meno

[#47] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Lei andrà dallo psichiatra ponendo questo tipo di domande ? Io ripartirei dal farmi valutare per come la trova, non a focalizzare la visita su domande allarmistiche, e eventualmente se ci sono aspetti da valutare in altro modo lo farà come già ha programmato.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it