Utente 492XXX
Buonasera, mio padre assume mezza compressa di depakin chrono 300 la sera e tre compresse di xanax 0,25 distribuite nell’arco della giornata (8-14-20). La mattina peró appena si alza inizia a sentire sonnolenza e pensantezza alla testa e non riesce a fare niente deve tornare a letto. La sonnolenza diminuisce nel primo pomeriggio. Mi chiedevo se questo fosse legato al Depakin e se una eventuale riduzione di questo farmaco puó creargli problemi con di astinenza o fargli tornare le crisi d’ansia. Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Questo non è un farmaco per crisi d'ansia però, questo è un farmaco per disturbi dell'umore.
Quale sarebbe la diagnosi ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 492XXX

Mio padre non riesce a sopportare gli antidepressivi subisce tutti gli effetti collaterali anche a dosi irrisorie, allora è stato inserito il depakin chrono come stabilizzatore dell’umore e per ridurre un pó l’uso delle benzodiazepine.

[#3] dopo  
Utente 492XXX

In realtà anche con gli ansiolitici ha lo stesso problema, prendeva 2mg di EN prima e subiva gli effetti collaterali, lo Xanax almeno in queste dosi riesce a tollerarlo.

[#4] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non ha molto senso come discorso. Se deve stabilizzare l'umore, allora ha un disturbo bipolare. Non si tratta in tal caso di effetti collaterali, ma forse di agitazione di antidepressivi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 492XXX

Buonasera dottore, la ringrazio per avermi risposto. Mi aveva chiesto una diagnosi, purtroppo lo psichiatra che lo segue non ci ha dato un “nome”, in realtà non la sappiamo una diagnosi mio padre soffre di “esaurimento nervoso” da quando sempre a periodi alterni. Per quello che ne posso capire io ha sempre avuto crisi d’ansia ed attacchi di panico e lo psichiatra che lo seguiva in passato lo curava con ansiolitici (valtrax), l’antidepressivo, non ricordo quale fosse, l’aveva preso solo una volta e pur avendo buoni risultati l’aveva dovuto interrompere per gli effetti collaterali (gli erano gonfiati piedi e gambe). Ha continuato quindi solo con ansiolitici finché non sono andati più bene perché era un pó depresso ed è iniziato il calvario perché avrà provato una decina di antidepressivi, sempre abbinati all’ansiolitico, subendo solo gli effetti collaterali già dalle prime compresse. Ecco perché si è arrivati a questa cura. Ma non va molto bene. Non sappiamo più cosa fare.La ringrazio ancora per la sua disponibilità

[#6] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quindi i farmaci sono dati per curare che cosa ? Delle manifestazioni a seconda del tipo, senza conoscerne prima il decorso e le correlazioni ? Può anche essere, ma così facendo si finisce per usare medicinali senza sapere quale è quello fondamentale, quali quelli accessori, quali magari quelli non indicati.
Eppure ci sarà un motivo per cui si sceglie un farmaco come il depakin in presenza di sintomi ansiosi, vuol dire che si è fatto un ragionamento sul fatto che c'è un disturbo dell'umore come diagnosi fondamentale, e che è di tipo bipolare. Altrimenti, che sia semplicemente una cura anti-agitazione (non ansia, ma agitazione comportamentale) ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 492XXX

Non so cosa risponderle, il disturbo curato è sempre stato crisi d’ansia, chiederó delucidazioni allo psichiatra che lo segue quando rientrerà dalle ferie. Mi serviva solo sapere se poteva essere il depakin a causargli sonnolenza e stanchezza. Grazie ancora per la sua disponibilità.

[#8] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non è che sia un effetto collaterale particolare, è chiaramente scritto sui foglietti di questo come del 90% dei farmaci, ma avrebbe senso capire perché lo prende per poi attribuire meglio i sintomi al farmaco o magari al disturbo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 492XXX

È stato chiarissimo. È il dubbio che abbiamo anche noi. Chiederó esplicitamente la diagnosi allo psichiatra che lo segue, perché fino ad ora abbiamo avuto delle cure ma non una diagnosi. Grazie