Utente 505XXX
Buongiorno a tutti, vi scrivo perché spero di trovare qualcuno che possa aiutarmi. Vi chiedo scusa anticipatamente per il papiro.
Ho 24 anni e a gennaio ho cominciato a prendere farmaci per depressione e ansia.
Prendevo:
-xanax, la mattina 15 gocce, pomeriggio 15 gocce, sera 25\30
-Seropram, dopo pranzo 40 gocce
-Stilnox, la sera per riuscire a dormire.

Dato che dopo mesi, l'umore non migliorava, anzi ho cominciato ad avere pensieri suicidi, non riuscivo comunque a gestire l'ansia e lo stilnox mi faceva dormire solo due ore e poi più niente, martedì scorso sono tornata dalla psichiatra che mi ha cambiato la terapia.
Il programma nuovo è questo:
Da 1/08 (quindi dal giorno dopo)
scalare 10 gocce di seropram, dopo 7 giorni scalarne altre 10, dopo altri 7 giorni altre 10 e così via fino ad eliminarlo.
Dal 16/08
Cominciare brintellix mezza pillola, dopo 5 giorni 1 pillola intera, dopo altri 5 giorni una pillola e mezza e cosi via fino ad arrivare a due pillole.
Lo xanax in gocce me l'ha lasciato al bisogno durante il giorno.
La sera mi ha dato da prendere insieme allo stilnox lo xanax a rilascio prolungato,proprio prima di andare a letto, infatti adesso riesco a dormire.
Il problema è che da giovedì 2/08 soffro di mal di testa, stanchezza, dolori muscolari, vertigini, sudorazione eccessiva, senza contare l'umore che sta peggiorando, sto passando le giornate a letto.
Leggendo un po' su internet (so che è sbagliato), ho letto che il seropram va comunque sospeso in maniera molto graduale, forse scalare 10 gocce ogni 7 giorni è stato troppo?
Purtroppo non ancora riesco a mettermi in contatto con la psichiatra perché vado a quella dell'asl e non ho il suo numero, ma solo la sua email alla quale non mi risponde. La prima visita disponibile è il 29 di agosto. Non so che fare. Devo farmi fare qualche carta urgente dal mio medico? Nel frattempo mi piacerebbe leggere qualche parere. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Lo scalaggio può essere graduale, è una cautela generica, non che sia qualcosa di essenziale. Lo scalaggio è stato fatto.
Probabilmente all'inizio del nuovo trattamento ha dei sintomi che possono corrispondere appunto all'iniziale peggioramento più o meno gli effetti collaterali.

Non è possibile darle indicazioni pratiche su cosa prendere, per questo bisogna che si faccia vedere o contatti il medico.

Un'altra cosa. I due farmaci sono entrambi indicati per la depressione, mentre per altre diagnosi no. La sua diagnosi non è chiara, riferiva depressione e ansia, ma questo non fa capire esattamente di cosa si tratti.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it