Utente 479XXX
Egregi Dottori, premetto che pure prima di iniziare la cura ero irritabile e mi arrabbiavo un pò troppo facilmente ma ora che ho iniziato ad assumere il brintellix.......... 7 giorni a 5 mg e 17 giorni a 10 mg le cose sono peggiorate. Mentre prima dell'assunzione infatti mi arrabbiavo/irritavo se c'era un motivo (anche non grave) ora la cosa è diversa è strana, nel senso che mi irrito/arrabbio anche senza motivo, sembra che il motivo se lo crei la mia mente andando a pensare cose/persone/fatti/situazioni/azioni compiute da altre persone che mi irritano;
cosa ancor più particolare è che questo, cioè l'essere particolarmente soggetto a irritabilità, avviene circa 8 - 12 ore che ho assunto il farmaco, ad esempio oggi nel tardo pomeriggio mi son venute delle cose in mente che mi hanno fatto provare rabbia mentre se ci ripenso adesso, che son trascorse 15 ore dall'assunzione del farmaco, gli stessi motivi non mi suscitano rabbia (diciamo decisamente di meno) oltre ad essere più tranquillo e meno irritabile a livello generale.

Sono andato prima del dovuto dallo Psichiatra per far presente la cosa e mi ha detto di tenere duro perchè col prosieguo della terapia piano piano questo effetto indesiderato andrà scemando fino a scomparire, Voi siete dello stesso avviso ?

Inoltre, ora mi è venuta in mente una cosa, cioè: visto che questo aumento di irritabilità si manifesta fra le 8 - 12 ore dopo che assumo il farmaco, può avere senso se prendo la compressa in maniera tale che le 8 - 12 ore coincidano con il sonno notturno fra le 2 e le 6 del mattino?
Anche solo per cambiare orario di assunzione è importante che a prescriverlo sia lo specialista ?

ps: dimenticavo, il brintellix mi è stato prescritto per depressione endogena

Grazie e cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Anche l’orario di assunzione è una scelta di chi la visita direttamente.

La presenza di rabbia può essere un effetto indesiderato ma può porre le basi per una diagnosi differenziale più specifica.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.franceecoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 479XXX

Grazie per la risposta Dr. Ruggiero,
mi scusi, qualora si tratti di effetto indesiderato, anche secondo lei, probabilmente andrà riducendosi di intensità fino a scomparire o ci sono le stesse probabilità che rimanga tal quale anche col prosieguo della terapia?
Può succedere anche con altri antidepressivi ?

Inoltre, quando lei dice "può porre le basi per una diagnosi differenziale più specifica"
intende forse dire che la diagnosi può non essere depressione endogena (e dunque sarebbe errato anche il farmaco) ?
Sarebbe dunque il caso di farmi visitare da un altro specialista per sapere un altro parere ?

Cordiali saluti e buona domenica